Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La viaggiatrice britannica Catriona McRae ha visto un'enorme onda colpire una nave da crociera norvegese che trasportava 229 passeggeri prima che le fosse detto di rifugiarsi per ore.

La viaggiatrice britannica Catriona McRae ha visto un'enorme onda colpire una nave da crociera norvegese che trasportava 229 passeggeri prima che le fosse detto di rifugiarsi per ore.

Notizia

Esclusivo

Un viaggiatore britannico ha visto un'enorme onda colpire la sua nave da crociera norvegese pochi minuti prima che a tutti i 299 passeggeri fosse ordinato di rifugiarsi nelle stazioni di raccolta per ore mentre la barca affrontava onde di 11 metri e forti venti.

Catriona McRae, 43 anni, e padre Ken, 79 anni, stavano viaggiando in mare agitato a bordo della MS Maud quando un'onda lunga e potente si è schiantata sulla nave.

“L'onda praticamente ci ha colpito e ha superato la parte superiore della nave”, ha detto McRae al The Post venerdì. “Altri passeggeri hanno riferito che l’ufficiale che ha chiamato i soccorsi era completamente fradicio.

“Fino a quel momento era solo un grande oceano con onde enormi, come ci si aspetterebbe da qualsiasi tempesta. Penso che sarebbe giusto dire che tutti erano piuttosto spaventati.”

Alcuni giorni prima ai passeggeri era stato detto che “si stava preparando una tempesta nel Mare del Nord e che avremmo cercato di tornare nel Regno Unito prima di allora”.

La nave, di proprietà della Hurtigruten Expeditions, lasciò addirittura il porto presto e saltò diverse fermate per cercare di stare al passo con la tempesta. Ma si trovavano in mezzo al Mare del Nord quando un’onda da cardiopalma li ha colpiti intorno alle 16 di giovedì, mandando in frantumi le finestre del ponte.

Catriona McRae, 43 anni, e padre Ken, 79 anni, stavano viaggiando in mare agitato a bordo della MS Maud quando un'onda lunga e potente si è schiantata sulla nave. Catriona McRae
“L'onda praticamente ci ha colpito e ha superato la parte superiore della nave”, ha detto McRae al The Post venerdì. Fraser grigio/Shutterstock

Dopo che l'onda ha colpito, i passeggeri hanno sentito circa cinque secondi di rumore attraverso il sistema PA e circa cinque minuti dopo, è stato suonato l'allarme di emergenza e i passeggeri hanno iniziato a dirigersi verso le stazioni di raccolta. Dovevano indossare tute di sopravvivenza e giubbotti di salvataggio di colore arancione brillante, antivento e impermeabili.

READ  Kim Jong Un e sua figlia celebrano il 75esimo anniversario della fondazione della Corea del Nord. Xi e Putin mandano i loro saluti

Le stazioni si trovano sui ponti dal quinto all'ottavo, sopra il livello del mare e vicino alle scialuppe di salvataggio al settimo piano.

“L'equipaggio ha distribuito tute e giubbotti di salvataggio quando siamo arrivati ​​ai centri di raccolta e ha aiutato le persone che non potevano indossare i giubbotti di salvataggio. “In realtà era stranamente calmo e silenzioso per tutto il tempo”, ha detto McRae. “Era chiaro che le persone avevano paura, ma erano calmi.” “Notevolmente.”

Inoltre, le navi di soccorso danesi erano in rotta verso la nave e sono arrivate entro 40 minuti dalla chiamata di soccorso.

Alcuni giorni prima ai passeggeri era stato detto che “si stava preparando una tempesta nel Mare del Nord e che avremmo cercato di tornare nel Regno Unito prima di allora”. Catriona McRae
Dopo che l'onda ha colpito, i passeggeri hanno sentito circa cinque secondi di rumore attraverso il sistema PA e circa cinque minuti dopo, è stato suonato l'allarme di emergenza e i passeggeri hanno iniziato a dirigersi verso le stazioni di raccolta. Catriona McRae
Dovevano indossare tute di sopravvivenza e giubbotti di salvataggio di colore arancione brillante, antivento e impermeabili. Catriona McRae
Le stazioni si trovano sui ponti dal quinto all'ottavo, sopra il livello del mare e vicino alle scialuppe di salvataggio al settimo piano. Catriona McRae

Nel frattempo, la barca ha perso potenza durante il viaggio e non è stata in grado di navigare per diverse ore. I membri dell'equipaggio dovevano “governare manualmente la barca dalla sala macchine”. McRae ha scritto su Facebook.

Nel momento in cui la nave ha ripreso il potere, ha detto al giornale: “Il capitano è venuto immediatamente a dirci cosa era successo, che la barca era stabile, che avevamo il sostegno della Guardia Costiera e che le possibilità di dover evacuare erano scarse”.

La barca è stata ora dirottata a Bremerhaven, in Germania, e alle 10:00 ora locale si trovava a circa 230 miglia nautiche di distanza. Alle 17:00 EDT, la barca sta passando vicino alla Danimarca a otto nodi e avverte venti di 14,5 mph.

La compagnia di crociere fornirà voli per Londra, dove originariamente avrebbe dovuto terminare il suo viaggio, ha detto McRae. Per quanto riguarda il risarcimento aggiuntivo, McRae ha detto che non gli è stato detto nulla.

La barca è stata ora dirottata a Bremerhaven, in Germania, e alle 10:00 ora locale si trovava a circa 230 miglia nautiche di distanza. Catriona McRae
La nave, di proprietà della Hurtigruten Expeditions, lasciò addirittura il porto presto e saltò diverse fermate per cercare di stare al passo con la tempesta. Ma si trovavano in mezzo al Mare del Nord quando un'ondata da cardiopalma li ha colpiti intorno alle 16 di giovedì, mandando in frantumi le finestre del ponte. Catriona McRae

Alla fine, ai passeggeri è stato permesso di tornare nelle loro cabine, dove è stato chiesto loro di rimanere finché la tempesta non si fosse calmata. Da allora, è stato dato loro il via libera per muoversi “con attenzione” intorno alla nave.

READ  Parigi, Kiev e gli stati baltici sono costernati dopo che un inviato cinese ha messo in dubbio la sovranità dell'Ucraina

“La tempesta si è calmata e le onde si sono calmate. Le onde e i venti si sono calmati molto”, ha detto McRae.

La donna britannica ha detto che i passeggeri erano “ansiosi di raggiungere il porto” e che le ferite erano “minime”.

Nonostante la dura prova, McRae ha detto che non le impedirà di salpare ed è grata all'equipaggio.

Alla fine i passeggeri furono autorizzati a tornare nelle loro cabine. Catriona McRae
La donna britannica ha detto che i passeggeri erano “ansiosi di raggiungere il porto” e che le ferite erano “minime”. Catriona McRae

“Onestamente, non l'avevo mai pianificato prima: l'obiettivo era accompagnare i miei genitori!” Lei disse. “Ho prenotato una piccola crociera in nave alle Svalbard a giugno e non ho intenzione di annullarla, quindi non posso dire che mi abbia impedito di salpare!

“[The crew] Ha continuato: “Sono stati tutti meravigliosi e so che tutti gli ospiti con cui ho parlato sono stati molto grati a tutti loro”. “Voglio davvero dire che penso che la calma e la professionalità dimostrate dall'equipaggio a bordo, dagli ufficiali fino al personale addetto alle pulizie che aiutava gli ospiti a indossare l'equipaggiamento di sopravvivenza, siano state incredibili. Hanno senza dubbio tenuto tutti gli ospiti al sicuro.

Per quanto riguarda Ken, sua figlia inizialmente crede che questo sia stato il suo ultimo viaggio, “ma non sembra che sia stato scoraggiato!”

Carica altro…




https://nypost.com/2023/12/22/news/uk-traveler-saw-massive-wave-hit-norwegian-cruise-ship-before-being-ordered-to-hunker-down-for-hours/ ?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l'URL di condivisione