Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli Stati Uniti accusano l’Iran di “profondo coinvolgimento” negli attacchi Houthi nel Mar Rosso |  Notizie di criminalità

Gli Stati Uniti accusano l’Iran di “profondo coinvolgimento” negli attacchi Houthi nel Mar Rosso | Notizie di criminalità

La Casa Bianca afferma che Teheran sta fornendo armi e intelligence tattica a un gruppo ribelle yemenita.

Gli Stati Uniti hanno accusato l’Iran di essere profondamente coinvolto negli attacchi dei ribelli Houthi contro le navi commerciali nel Mar Rosso.

Il sostegno di Teheran al gruppo ribelle yemenita include armi e intelligence tattica, ha detto venerdì la Casa Bianca, presentando informazioni recentemente declassificate che secondo lei dimostrano il coinvolgimento dell'Iran negli attacchi.

“Sappiamo che l'Iran è stato pesantemente coinvolto nella pianificazione di operazioni contro navi commerciali nel Mar Rosso”, ha detto in una nota la portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca, Adrienne Watson.

Ha aggiunto: “Ciò è coerente con il sostegno materiale a lungo termine dell'Iran e l'incoraggiamento delle azioni destabilizzanti degli Houthi nella regione”.

“Questa è una sfida internazionale che richiede un’azione collettiva”, ha affermato Watson.

La Casa Bianca ha affermato che l’analisi visiva ha mostrato tratti quasi identici tra i droni iraniani KAS-04 e i veicoli senza pilota utilizzati dagli Houthi, nonché tratti coerenti tra i missili iraniani e quelli Houthi.

Al Jazeera non è stata in grado di verificare in modo indipendente le accuse della Casa Bianca.

Gli Houthi, che controllano gran parte dello Yemen, inclusa la capitale Sanaa, hanno lanciato dozzine di attacchi con droni e missili contro navi commerciali nel Mar Rosso in quella che il gruppo ha descritto come una dimostrazione di sostegno ai palestinesi che affrontano i bombardamenti israeliani a Gaza.

Gli attacchi hanno effettivamente deviato gran parte del commercio globale, costringendo le compagnie di navigazione a navigare intorno all’Africa, aumentando i costi e ritardando le consegne di spedizioni di energia, cibo e beni di consumo.

READ  Un turista americano cade nel cratere del Vesuvio dopo essersi fatto un selfie

Più di una dozzina di compagnie di navigazione, tra cui il colosso italo-svizzero Mediterranean Shipping Company, la francese CMA CGM e la danese AP Moller-Maersk, hanno bloccato il transito attraverso il Mar Rosso a causa degli attacchi.

Washington ha annunciato all’inizio di questa settimana il lancio di una forza multinazionale che comprende più di 20 paesi per proteggere le navi che attraversano il Mar Rosso.

La settimana scorsa, un cacciatorpediniere statunitense dotato di missili guidati ha abbattuto 14 droni d’attacco che si ritiene siano stati lanciati dalle aree controllate dagli Houthi nello Yemen.

La leadership Houthi ha avvertito che, se fosse stata attaccata, avrebbe risposto alle “corazzate americane” e agli “interessi americani”.

Teheran ha affermato di sostenere politicamente gli Houthi, ma nega di aver inviato armi al gruppo.

Il mese scorso il ministero degli Esteri iraniano ha respinto le accuse israeliane secondo cui gli Houthi avrebbero agito sotto la sua direzione quando hanno sequestrato una nave di proprietà israeliana e hanno negato la responsabilità di un drone abbattuto da un cacciatorpediniere lanciamissili statunitense.

Gli Houthi, che dallo scorso anno hanno di fatto mantenuto una tregua mediata dalle Nazioni Unite con il governo sostenuto dall’Arabia Saudita, si sono ribellati contro il governo yemenita nel 2014, scatenando una devastante guerra civile.