Gennaio 29, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La mazza della coda di Ankylosaur non è stata solo lanciata contro T. Rex

La mazza della coda di Ankylosaur non è stata solo lanciata contro T. Rex

Per allontanare enormi predatori, molti dinosauri biologicamente erbivori erano armati fino ai denti. Alcuni avevano teschi tempestati di corna, mentre altri avevano code crivellate di punte. Ma pochi corrispondono all’arsenale degli anchilosauri, un gruppo di erbivori che raggiunse il picco di diversità durante il periodo Cretaceo. La maggior parte del corpo di Ankylosaurus era racchiuso in placche ossee appese in punti frastagliati, alcuni dei quali erano tirati attorno a un bastone della coda simile a una mazza in grado di sferrare un colpo schiacciante.

Data la loro natura apparentemente indistruttibile, paleontologi e ricercatori hanno ipoteticamente trascorso decenni a contrapporre questi carri armati alimentati da piante a tirannosauri e altri carnivori. Tuttavia, i predatori potrebbero non essere le uniche creature a subire un pestaggio.

In uno studio pubblicato mercoledì in Società Reale per la Scienza Aperta, i ricercatori hanno analizzato l’anatomia di uno degli scheletri di anchilosauro più completi al mondo. Hanno scoperto diverse placche del carapace fratturate e guarite centrate attorno ai fianchi della creatura prive di segni evidenti di malattia o predazione. Invece, lo scudo sembrava essere stato scheggiato dalla mazza di un altro anchilosauro.

“Le lesioni sono proprio dove ti aspetteresti che due specie di Ankylosaurus rompano le cose”, ha detto Victoria Arbor, paleontologa del Royal British Museum nella British Columbia e autrice dello studio.

Lo scheletro squisitamente conservato di un anchilosauro, contenente un set completo di piastre di armatura chiamate osteodermi, è stato scoperto per caso nel 2014 da cacciatori di fossili commerciali che scavavano un vicino tirannosauro nella formazione del fiume Judith nel Montana. Quando il Royal Ontario Museum di Toronto lo acquisì, la maggior parte dello scheletro della creatura era ancora sepolta in una lastra di arenaria di 35.000 libbre, lasciando solo il cranio e la coda.

READ  Un asteroide delle dimensioni di un autobus sta volando vicino alla Terra oggi e puoi guardarlo dal vivo online

Sulla base del cranio di Ankylosaurus e delle sue mazze all’estremità di una coda appuntita, era chiaro che l’animale era una specie unica. La testa di dinosauro con le corna ricordò al dottor Arbour, allora ricercatore post-dottorato presso l’Ontario Museum, il muso malvagio di Zuul, il cane horror del film “Ghostbusters”. Nel 2017, lei e i suoi colleghi hanno battezzato la nuova specie Zuul crurivastator, o “Zuul, distruttore di gambe”.

Il resto del corpo di Zul è rimasto intrappolato nella pietra per oltre un anno mentre i preparatori di fossili tagliavano meticolosamente la roccia. Alla fine scoprirono la pelle fossilizzata punteggiata di osteodermi. Mentre si dirigevano verso la schiena di Zul, scoprirono che ad alcune punte lungo le cosce dell’animale mancavano le punte e che le guaine ossee che racchiudevano questi osteodermi si erano staccate e guarite in punte acuminate.

Mentre le placche danneggiate si accumulavano attorno ai fianchi di Zul, la dottoressa Arbor e i suoi colleghi iniziarono a chiedersi se fossero cicatrici difensive causate da un attacco fallito. Cacciatori bipedi come Gorgosaurus, un cugino snello di Tyrannosaurus rex, attaccherebbero Zuul dall’alto piuttosto che fracassare la sua ala. E pochi luoghi erano così poco attraenti come lo Zoll incrostato di acciaio, che era a pochi passi dalla sua club house.

Invece, la dottoressa Arbor e il suo team hanno concluso che il posizionamento delle placche frantumate, insieme alla mancanza di segni di morsi, era coerente con una crepa della mazza della coda di un altro Zuul. Poiché gli osteodermi danneggiati erano in vari stadi di guarigione, questo Ankylosaurus probabilmente ha subito la sua giusta quota di colpi 76 milioni di anni fa.

READ  Il nuovo strumento della NASA rileva i "super emettitori" di metano dallo spazio | Notizie sul clima

Gli autori hanno suggerito che le lesioni si sono verificate durante battagliero Tra Zul e i suoi potenti fratelli. Come la pecora bighorn dalle grandi corna o la testata di oggi Giraffe che oscillano il colloGli anchilosauridi rivali potrebbero aver stabilito il loro dominio sferrando colpi al corpo che distruggono l’armatura con i bastoncini della coda.

Le nuove prove sono essenziali per studiare il comportamento di questi dinosauri classici ma enigmatici. “Gli anchilosauri non hanno lasciato discendenti viventi, quindi non abbiamo analoghi viventi per sapere cosa hanno fatto gli antichi anchilosauri”, ha detto Jordan Mallon, un paleontologo del Canadian Museum of Nature di Ottawa, che non è stato coinvolto nello studio. “Questo è il primo esempio in cui siamo stati in grado di raccogliere alcune prove a sostegno del fatto che queste cose stessero effettivamente usando le mazze della coda per schiantarsi l’una contro l’altra in modo rituale”.

Questa pratica potrebbe aver spinto l’evoluzione della coda più simile a una mazza, proprio come il modo in cui gli alci moderni usano le loro corna elaborate non solo per litigare tra loro ma anche per impressionare potenziali compagni. “Forse il motivo per cui hanno una coda a bastoncino non è dovuto alla predazione, ma a combattimenti indeterminati”, ha detto il dottor Arbour. “È più una selezione sessuale che una selezione naturale.”

Sebbene queste mazze possano essersi evolute per aiutare gli anchilosauri a battersi a vicenda, erano comunque in grado di sferrare un colpo devastante appena sotto il ginocchio di un tirannosauro. “Il distruttore di stinchi si adatta ancora perfettamente”, ha detto il dottor Arbor.

READ  Un ingegnoso elicottero stabilisce un record di altitudine durante il 35° volo su Marte