Dicembre 9, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

The Athletic

Klay Thompson sta vivendo una grave crisi di tiro, il che crea un dilemma per i Warriors

Cominciamo con i numeri grezzi. Dicono brutto all’inizio della stagione Argilla Thompson una storia. Ha meno punti (181) dei tiri tentati (185) in 12 partite. Questo è un esempio di eccessiva incompetenza nella NBA.

La comunità analitica avanzata favorisce il vero rapporto di imaging come metrica. Bilancia il valore di 3, 2 e tiri liberi per pompare un numero equilibrato. Se hai un vero rapporto di tiro tra la metà e l’alta degli anni ’50, sei nella media. Se è 60 e oltre, sei efficace. Se il tuo nome Steve Curri – Fino a 459 punti in 290 tentativi in ​​14 partite – Al momento hai una percentuale di tiro davvero folle di 70,1.

La percentuale reale di tiro di Thompson è 47,1. Dei 164 giocatori che hanno tentato almeno 100 tiri in questa stagione, questo è il quarto peggiore. Thompson ha un vero rapporto di tiro superiore a Jabari Smith JrE il James Bucknight E il Killian Hayes. Smith è un debuttante in difficoltà. Bucknight è un fumbler del secondo anno in panchina calabroni. Hayes è il giocatore offensivo meno abile nel basket.

Questa realtà digitale, assente dal contesto della squadra, crea un problema per i guerrieri. Smith, Bucknight e Hayes non sono marcatori speciali. Thompson. Sta colpendo 15,4 tiri a partita, che è il secondo più sui Warriors, appena davanti a Andrew Wiggins E il Giordano Paolo. Quando un giocatore con un tasso di utilizzo di 25,1 è inefficace, abbassa naturalmente l’offesa.

Ma ora aggiungiamo il contesto della squadra e ingrandiamo il terzo quarto mercoledì sera a Phoenix. Gli arresti difensivi hanno un modo per generare lo slancio necessario. Warriors è attualmente al quinto posto NBA difesa. Non ricevono molte stazioni. Quindi, quando lo fanno, c’è l’ulteriore importanza di trarne vantaggio e costruire uno sprint.

Per molti anni, molte di queste corse sarebbero state derubate dalle trasmissioni di Thompson 3 all’inizio dell’ora. Ma Thompson sta attualmente tirando il 33 percento in 3 secondi, che è il secondo più basso tra i primi 10 tiratori del campionato. Solo Kelly Ober Jr – un biglietto? Ha un rapporto attuale inferiore di 3 punti percentuali.

Quindi i Warriors sono rimasti in svantaggio in quel terzo quarto, sotto 90-83, e sono ancora in gioco perché Steve Curry sulla strada per una serata da 50 punti. Ottengono uno stop difensivo. Curry spinge il rimbalzo in zona d’attacco. Uno soli Il difensore si mette dietro il gioco, creando un’occasione cinque su quattro. Paul è spalancato sulla fascia sinistra. Draymond Verde Ha Cam Payne su di esso. Ci sono molte aree da attaccare e sfruttare.

READ  Risultato Texas Eagles, fast food: Philadelphia inizia 8-0 prima nella storia della franchigia

Vai più a fondo

Thompson: Anche la magia di Steve Curry non risolve ciò che infastidisce i Warriors

Ma Thompson ha urtato e tirato con 19 punti sul cronometro dei 24′ mentre i suoi compagni di squadra guardavano esasperati. La signorina Thompson scende a 5 su 14 nella notte.

Il rush miss ha creato una discrepanza mentre i Warriors ancora una volta si disperdono in transizione. Carrie ha lasciato la guardia Dender Eaton nella posta. Ma i muscoli di Curry sono sufficienti contro Aiton, e Sun scatta per un lungo gancio, che gli manca. È un’altra rara stazione difensiva. Curry afferra un altro rimbalzo e lo lancia a Thompson, volendo aumentare il ritmo.

Ma Thompson lo usa come un’altra opportunità per chiamare il proprio numero e provare ad andare avanti. Divaga in un altro lungo 3 semiconteso dall’ala destra profonda mentre Wiggins si siede spalancato all’angolo destro. Wiggins è 9 su 19 dall’angolo in questa stagione.

È importante osservare la reazione di Green di seguito. Ha di nuovo Payne sotto il cerchio, ma vede Thompson sparare un’altra prima ora 3 prima che qualsiasi tipo di mossa si materializzi. Questo ha reso Thompson 5 su 15. Greens ne ha chiaramente avuto abbastanza. L’energia necessaria per disperdersi in difesa veniva assorbita dal suo corpo. Torna indietro. commette un errore. Curry prende a pugni la palla per la frustrazione e colpisce Technical.

Dopo la tecnica di Curry, Steve Kerr ha chiamato un timeout. Quando la trasmissione ESPN è tornata, si è sentito un microfono raggiungere Kerr che supplicava la sua squadra di fidarsi l’uno dell’altro mentre Curry e Green sembravano ancora un po’ appannati.

“È solo un piccolo gioco”, ha detto Kerr. “A un certo punto ci deve essere una fiducia e una competitività collettiva perché ognuno sta solo cercando di farlo da solo”.

READ  Si presume che Furkan Korkmaz sia stato attaccato da giocatori della Georgia dopo la partita dell'EuroBasket

Kerr ha ripetuto quella frase nei suoi commenti post-partita ai giornalisti a Phoenix.

“Per trovarlo, dobbiamo coinvolgere tutti”, ha detto Kerr. “Tutti devono essere sulla stessa pagina in termini di preoccuparsi solo di vincere”.

Curry ha fatto eco a un messaggio simile.

“Metti l’attenzione sulla squadra, qualunque cosa significhi per tutti”, ha detto Carey. “Siamo tutti costruiti in modo diverso. Tutti vediamo il gioco in modo diverso. Ma se la tua energia può essere concentrata sulla squadra, sia ad alta voce, sia attraverso la tua energia o il tuo linguaggio del corpo. Qualunque sia il sacrificio, questo di solito crea feedback.” “Positivo. Puoi alimentarlo. Non puoi essere ossessionato dal foglio delle statistiche e da come appare perché non è così che si gioca il gioco. Non siamo concentrati sulla vittoria”.

Carey non ha menzionato direttamente il nome di Thompson in quella risposta e le parole si applicano a molte delle situazioni che popolano l’elenco. Le priorità individuali hanno determinato i combattimenti di inizio stagione dei Warriors. Tutta la pre-stagione ruotava attorno a chiacchiere e pugni sul contratto. Prova a dar loro da mangiare forzatamente Giacomo Wiseman Minuti cercando di finire la sua carriera. C’era una netta differenza tra Jordan Paul come titolare e un giocatore in panchina. Le scelte di svolta sembrano sempre una decisione tra il nucleo della dinastia e l’era successiva.

Ma le lotte di Thompson sono finite sotto i riflettori mercoledì sera. Gli errori si accumulano e una sequenza del terzo quarto ambiziosa e senza successo sembrava la schiacciata che ha risucchiato la vita ai Warriors.

“Clay continua a scendere e cerca di uscire dalla crisi di inizio stagione ogni notte”, ha detto Kerr ai giornalisti a Phoenix. “Stasera stava premendo. Il ragazzo ha molto peso sulle spalle con gli infortuni e dove si sente ora. Dobbiamo aiutare Clay e aiutarlo a togliersi di mezzo. Quando riuscirà a superare la sua frustrazione, il gioco verrà da lui. Starà bene e giocherà ad un livello davvero alto perché ce l’ha ancora. Clay ce l’ha ancora. Sappiamo quanto Klay ha dato per questo franchise e nella Bay Area. Lo aiuteremo attraverso di esso, e ci arriverà “.

READ  Finali NBA Gara 3: L'infortunio di Steve Curry 116-100 persa dai Golden State Warriors contro i Boston Celtics

approfondire

Vai più a fondo

Draymond sulle “vere lotte” dei giovani Warriors: “Non sto perdendo il sonno in questo momento”

I Warriors hanno strappato rapidamente l’esperienza di Weisman, allontanandolo dalla rotazione perché stava influenzando negativamente le possibilità della squadra di vincere il posto. Questo è lo stesso motivo Jonathan Cuminga E il Musa Modì Rimane ai margini della rotazione sebbene siano necessari più attori per il loro sviluppo.

In un mondo perso nel contesto storico, lo stesso si potrebbe dire di Thompson che emerge anche dalla sua stasi. Quando il secondo giocatore più utilizzato della tua squadra effettua il 35 percento dei suoi tiri, la risposta più semplice è usarne meno e ridurre l’impatto negativo. Ma i Warriors sembrano intenzionati a lasciare che Thompson lo cavalchi a causa di quante volte si è dimostrato valido in passato. I libri dei record affermano che questo è il secondo miglior tiratore da tre punti nella storia del campionato.

“È sempre stato quel colpo di Klay Thompson che non diresti a nessun altro di prendere a causa delle sue abilità e del lavoro che fa”, ha detto Curry. “Ha avuto inizi lenti nelle stagioni precedenti. La cosa più importante – lo diciamo a JP, lo diciamo a Klay, lo dico a me stesso – devi lasciare che il gioco venga da te. Soprattutto quando le squadre sanno se stai iniziando ad andare avanti, è difficile da battere. Probabilmente hanno un elevato senso di consapevolezza all’inizio delle partite perché temono la forma di un picco di terra battuta. Quindi lascia che il gioco venga da te. Abbi un po ‘di pazienza e fiducia nel modo in cui giochiamo come squadra che fa buoni colpi. Avere lui là fuori cambia il gioco con i piedi per terra perché richiede attenzione Non importa come siano i numeri. Verrà. Fidati di lui.


(Foto in alto: Christian Petersen/Getty Images)