Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il Regno Unito sospende i negoziati commerciali con il Canada sul divieto degli ormoni nella carne bovina

Il Regno Unito sospende i negoziati commerciali con il Canada sul divieto degli ormoni nella carne bovina

  • Scritto da Paul Seddon e Kate Whannell
  • Reporter politici

Fonte immagine, Immagini Getty

I negoziati tra Regno Unito e Canada su un accordo commerciale post-Brexit sono falliti dopo quasi due anni, a seguito di una lite su carne e formaggio.

Il Canada sta facendo pressioni sul Regno Unito affinché allenti il ​​divieto sulla carne bovina trattata con ormoni, che secondo i suoi produttori di fatto impedisce loro di entrare nel mercato britannico.

Nel frattempo, il Regno Unito teme che il Canada imponga tasse di importazione fino al 245% sui prodotti caseari britannici.

Lo stallo dei colloqui significa che anche le case automobilistiche britanniche potrebbero dover affrontare tariffe più elevate.

Significherà anche che le condizioni commerciali del Regno Unito con il Canada saranno ora peggiori di quando facevano parte dell’accordo dell’UE con il Canada.

Minnette Butters, presidente della National Farmers' Union of England and Wales, si è detta contenta che il governo britannico non abbia “compromesso” sulla carne bovina trattata con ormoni.

Il commercio tra i due paesi attualmente avviene secondo i termini di un accordo che il Regno Unito ritarda da quando era membro dell’UE.

Un accordo limitato nel tempo ha consentito al Regno Unito di continuare a vendere automobili e formaggio senza elevate tasse di importazione.

Ma le trattative per estenderlo come parte di un nuovo accordo sono ormai fallite.

Questa è la prima volta che il Regno Unito sospende formalmente i colloqui con un partner commerciale da quando ha lasciato ufficialmente il sistema commerciale dell’UE nel 2021.

Un portavoce del governo britannico ha affermato che si riserva il diritto di “sospendere temporaneamente i negoziati con qualsiasi paese se non verranno compiuti progressi”.

Hanno aggiunto: “Abbiamo sempre detto che negozieremo solo accordi commerciali a beneficio del popolo britannico”.

“Rimaniamo aperti alla ripresa dei colloqui con il Canada in futuro per costruire relazioni commerciali più forti”.

'Sollievo' per gli agricoltori del Regno Unito

Una fonte del governo britannico ha affermato: “Se il Canada torna al tavolo con un’offerta seria e il desiderio di fare progressi, lo ascolteremo tutti”.

Una portavoce del ministro del Commercio canadese Mary Ng si è detta “delusa” per lo stallo dei colloqui e ne ha informato il ministro degli affari britannico Kimmy Badenoch.

“La loro decisione di continuare a mantenere le barriere di accesso al mercato per il nostro settore agricolo e la riluttanza a raggiungere un accordo reciproco sono servite solo a bloccare i negoziati”, ha aggiunto la portavoce.

“Il Regno Unito è un partner commerciale di lunga data e sono fiducioso che potremo negoziare un accordo vantaggioso per Canada e Regno Unito.

“Ma lasciatemi essere chiaro: non negozieremo un accordo che non sia nel migliore interesse dei canadesi – e non nel migliore interesse delle nostre imprese, agricoltori e lavoratori canadesi”.

Il totale degli scambi di merci tra i due paesi ha raggiunto i 19,2 miliardi di sterline nel 2020. Secondo il governo britannicocon le importazioni del Regno Unito dal Canada per un valore di 7,3 miliardi di sterline e le esportazioni del Regno Unito verso il Canada per un valore di 11,8 miliardi di sterline.

Ha detto al programma Today di BBC Radio 4 di essere felice che “il governo si stia attenendo alla sua linea e non si arrenda”.

“Abbiamo già danneggiato la nostra economia e il settore agricolo liberalizzando completamente gli accordi commerciali con Australia e Nuova Zelanda. Abbiamo dovuto assumere una posizione forte al riguardo.”

La Canadian Cattle Association ha affermato di sostenere “l’approccio duro” del suo governo alle norme sulla carne bovina, aggiungendo che il Regno Unito “non ha mostrato alcuna indicazione che sia pronto ad accettare pienamente il sistema di sicurezza alimentare canadese, che è ampiamente riconosciuto come uno dei migliori al mondo. ” mondo”.