Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il licenziamento di Elon Musk dal team Tesla Supercharger solleva preoccupazioni sul futuro dell'industria delle auto elettriche

Il licenziamento di Elon Musk dal team Tesla Supercharger solleva preoccupazioni sul futuro dell'industria delle auto elettriche

Elon Musk è sul sentiero di guerra. Ora che l’industria dei veicoli elettrici ha smesso di crescere in modo significativo, sta cominciando a trasformarsi Verso la roboticaDopo aver licenziato più di un decimo dei suoi dipendenti, Piani sullo scaffale Per costruire un'auto a basso costo, si è lanciato nella ricarica rapida.

Sebbene gli aggiustamenti dell’organico siano inevitabili, la decisione di Musk di licenziare l’intero team Supercharger di Rebecca Tinucci – investendo contemporaneamente 10 miliardi di dollari solo quest’anno in una strategia di intelligenza artificiale – ha suscitato confusione e sconcerto tra i ranghi della comunità Tesla che un giorno credeva nell’azienda. Le vendite di veicoli elettrici aumenteranno di dieci volte rispetto ai livelli attuali entro il 2030.

“Che cosa significa questo per la rete di ricarica? [Tesla’s proprietary charging standard] “Non conosco ancora il NACS e tutto l'entusiasmante lavoro che abbiamo svolto nel settore”, ha scritto Will Jameson, ex capo dei programmi di ricarica strategica di Tesla, che ha confermato un rapporto di The Information. “Se Tesla rinuncia alla corona di carica, chi si farà avanti?”

La rete Supercharger di Musk è stata a lungo vista come una risorsa imbattibile che isolerebbe Tesla dalle pressioni della concorrenza. Soprattutto nel Nord America, che è arrivato tardi ai veicoli elettrici, nessun altro marchio ha avuto accesso a una rete così estesa e affidabile di caricabatterie rapidi.

READ  Embargo petrolifero russo: la Casa Bianca annuncia un piano per tagliare le importazioni di energia.

Anche il processo è stato fluido: tutto ciò che i proprietari di Tesla dovevano fare era collegarsi e tutto il resto veniva gestito dal back-end: un'esperienza premium e senza problemi che ha stabilito uno standard di mercato.

La decisione di Musk di cancellare la squadra ha approfondito la spaccatura tra i sostenitori della missione dichiarata di Tesla Accelerare l’emergere di trasporti sostenibili E gli assistenti di Musk, che hanno scelto di non mettere in discussione l’amministratore delegato che ha costruito da zero la casa automobilistica più preziosa del mondo, contro ogni previsione.

Quest'ultimo sostiene che Tesla è in grado di togliere il piede dall'acceleratore ora che il resto dell'industria americana ha adottato il suo standard di plug-in e di ricarica per consentire ai propri clienti l'accesso alla sua rete.

C’è ancora molto lavoro pesante da fare

In risposta alle preoccupazioni dei critici, Musk ha affermato di ritenere che sia giunto il momento di adottare un approccio diverso.

“Tesla prevede ancora di far crescere la rete Supercharger, ma a un ritmo più lento per le nuove sedi e con una maggiore attenzione al tempo di attività del 100% e all'espansione delle sedi esistenti”, ha scritto sulla sua piattaforma di social media, X.

Tuttavia, permangono delle sfide, poiché l’altra metà del mercato statunitense dei veicoli elettrici, che Musk non controlla, fa affidamento sui veicoli Tesla esistenti. terza generazione Caricabatterie e lancio del nuovo servizio 4G.

READ  Il calo del dollaro USA è un vantaggio per gli asset rischiosi in tutto il mondo

I modelli concorrenti non sono compatibili con i Supercharger V1 e V2 disponibili in 12.000 stazioni a livello nazionale, il che significa attendere nelle stazioni per coloro che necessitano delle porte più recenti.

Christoph Stürmer, esperto di mobilità elettrica presso la Charging Interface Initiative (CharIN) con sede a Berlino, ha contestato l'idea che la parte difficile per Tesla sia finita, soprattutto perché sempre più case automobilistiche ora indirizzeranno i loro clienti statunitensi ai suoi Supercharger.

“Dai tempi dei veicoli elettrici non si facevano più lavori pesanti Meno del 2% della flotta attuale Negli Stati Uniti il ​​98% delle aree necessitano ancora di essere elettrificate e gli investimenti necessari saranno enormi fortuna.

“L’attività di ricarica di Tesla deve servire il doppio dei clienti, mentre la complessità quadruplicherà effettivamente nel tentativo di soddisfare una gamma di marchi diversi. Quindi il suo team ha bisogno di più risorse, non di meno”.

Tesla non ha risposto fortuna Richiesta di commento.

Iscriviti alla newsletter Eye on AI per rimanere informato su come l'intelligenza artificiale sta plasmando il futuro del business. Registrati GRATIS.