Giugno 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il Dipartimento di Giustizia fa causa per dividere Ticketmaster e Live Nation, sostenendo il “controllo monopolistico”

Il Dipartimento di Giustizia fa causa per dividere Ticketmaster e Live Nation, sostenendo il “controllo monopolistico”

Washington (AFP) – Ministero della Giustizia Ticketmaster e la sua società madre sono stati citati in giudizio giovedì, accusandoli di gestire un monopolio illegale sugli eventi dal vivo in America e chiedendo alla corte di smantellare il sistema che schiaccia la concorrenza e aumenta i prezzi per i fan.

È stato citato in giudizio presso il tribunale federale di Manhattan Contenzioso antitrust globale È stato portato qui con 30 procuratori generali statali e distrettuali e cerca di spezzare un monopolio che, a loro dire, schiaccia i piccoli promotori, danneggia gli artisti e sommerge gli acquirenti di biglietti nelle commissioni. Ticketmaster e il suo proprietario, Live Nation Entertainment, hanno una lunga storia di scontri con i maggiori artisti e i loro fan, inclusi Taylor Swift E Bruce Springsteen.

“È ora che i fan e gli artisti smettano di pagare il prezzo del monopolio di Live Nation.” Il procuratore generale Merrick Garland Egli ha detto. “È tempo di ripristinare la concorrenza e l’innovazione nel settore dell’intrattenimento. È tempo di smembrare Live Nation-Ticketmaster.”

Il governo ha accusato Live Nation di tattiche – comprese minacce e ritorsioni – che, secondo Garland, hanno consentito al colosso dell’intrattenimento di “soffocare la concorrenza” controllando quasi ogni aspetto del settore, dalla promozione dei concerti alla biglietteria. Il pubblico ministero ha affermato che l’impatto appare in “un elenco infinito di tariffe addebitate ai tifosi”.

“La musica dal vivo non dovrebbe essere disponibile solo per coloro che possono pagare la tassa Ticketmaster”, ha affermato il procuratore generale aggiunto Jonathan Kanter della divisione antitrust del Dipartimento di Giustizia.

Ricky Paletti e Jacob DeLong di Detroit hanno affermato di aver recentemente speso circa 1.200 dollari per acquistare tre biglietti per un concerto di Shania Twain utilizzando Ticketmaster e circa 370 dollari per guardare RuPaul’s Drag Race Live.

“Penso che i prezzi dei biglietti siano decisamente aumentati, ma penso anche che tutte le diverse commissioni che Ticketmaster applica su un ordine aumenteranno sicuramente il prezzo”, ha detto Balletti.

DeLong ha detto che, pur rispettando il lavoro dell’artista, le tariffe aggiuntive rendono i costi per vedere lo spettacolo “ridicoli”.

“Dove possiamo prenderci una pausa?” Egli ha detto.

Live Nation, che ha negato per anni di aver violato le leggi antitrust, ha affermato che la causa “non risolverà i problemi che preoccupano i fan riguardo ai prezzi dei biglietti, alle commissioni di servizio e all’accesso agli spettacoli on-demand”.

READ  I fan di "House of the Dragon" hanno notato un'incoerenza molto importante nel gioco "Game of Thrones"

“Definire Ticketmaster un monopolio potrebbe essere una vittoria di pubbliche relazioni per il Dipartimento di Giustizia a breve termine, ma perderà in tribunale perché ignora gli aspetti economici di base dell’intrattenimento dal vivo”, ha aggiunto Live Nation. Ha affermato che la maggior parte delle commissioni di servizio vanno alle sedi e che la concorrenza esterna sta “erodendo costantemente” la quota di mercato di Ticketmaster. La società ha detto che si difenderà dalle “accuse infondate”.

Il Dipartimento di Giustizia ha affermato che le pratiche anticoncorrenziali di Live Nation includono l’uso di contratti a lungo termine per impedire alle sedi di scegliere concorrenti, impedire alle sedi di utilizzare più venditori di biglietti e minacciare le sedi di perdere denaro se non scelgono Ticketmaster.

E nel 2021, il gigante dei concerti ha minacciato ritorsioni finanziarie contro una società se una delle società in suo portafoglio non avesse smesso di competere con Live Nation per i contratti di promozione degli artisti, ha affermato il Dipartimento di Giustizia. Live Nation ha anche corteggiato i promotori più piccoli che considera una minaccia, hanno detto i funzionari.

Il Dipartimento di Giustizia ha argomenti forti, ha affermato Michael Carrier, professore alla Rutgers University Law School specializzato in controversie antitrust. Si aspetta che Live Nation cerchi di “spostare la colpa altrove”, ad esempio dicendo che i prezzi sono fissati dagli artisti o dai locali, ma dice che queste spiegazioni sono deboli.

“Il Dipartimento di Giustizia ha dimostrato come Live Nation abbia già i suoi tentacoli in ogni elemento della catena di approvvigionamento, il che significa che ha molto più controllo di quanto lascia intendere”, ha affermato. “In termini di giustificazione, c’è ben poco che (Live Nation) può offrire in termini di come aiutare il consumatore.”

Sul tavolo c’è una separazione tra Live Nation e Ticketmaster, si legge nella denuncia. Ciò, insieme ad altri rimedi come il blocco di alcune offerte esclusive che limitano la concorrenza, potrebbe aiutare i fan a vedere prezzi dei biglietti più bassi, dare agli artisti più libertà nella scelta delle sedi e aumentare il successo dei promotori più piccoli a lungo termine, ha affermato Carrier.

READ  I fan di Garth Brooks preparano il Protective Stadium per il concerto di Birmingham

Ticketmaster, che si è fusa con Live Nation nel 2010, è il più grande venditore di biglietti al mondo per musica dal vivo, sport, teatro e altro ancora. La società ha dichiarato durante il suo rapporto annuale del mese scorso che Ticketmaster ha distribuito più di 620 milioni di biglietti attraverso i suoi sistemi nel 2023.

Circa il 70% dei biglietti per le principali sedi di concerti negli Stati Uniti viene venduto tramite Ticketmaster, secondo i dati contenuti in una causa federale intentata dai consumatori nel 2022. La società possiede o controlla più di 265 sedi di concerti in Nord America e dozzine di importanti anfiteatri. , Secondo il Ministero della Giustizia.

Secondo i rapporti finanziari annuali dell’azienda, l’impronta di Live Nation è cresciuta in modo significativo negli ultimi 10 anni. Tra la fine del 2014 e la fine del 2023, Live Nation ha registrato un aumento globale di oltre il 136% in termini di sedi in cui la società possedeva, affittava, gestiva, aveva diritti di prenotazione esclusivi o in cui avevamo una partecipazione azionaria. Impatto significativo.”

Il venditore di biglietti suscitò indignazione nel novembre 2022 quando Il suo sito si è bloccato durante un evento di prevendita per il tour negli stadi di Taylor Swift. La società ha affermato che il sito è stato inondato sia da fan che da attacchi di bot, che si spacciavano per consumatori per ottenere biglietti e venderli su siti secondari. Il disastro ha portato a udienze del Congresso e progetti di legge nelle legislature statali volti a proteggere meglio i consumatori.

Il Dipartimento di Giustizia ha consentito a Live Nation e Ticketmaster di fondersi a condizione che Live Nation accettasse di non ritorsioni contro le sedi dei concerti per aver utilizzato altre società di biglietti per 10 anni. Nel 2019, il Dipartimento ha indagato e ha scoperto che Live Nation aveva ripetutamente violato questo accordo. Il governo ha poi esteso fino al 2025 il divieto di ritorsioni contro le sedi dei concerti.

“È un fallimento dell’antitrust del passato. È qualcosa che ruba clienti ogni giorno”, ha affermato John Coke, professore di economia alla Northeastern University che è stato anche consulente legale degli stati che hanno condotto un’indagine nel 2009 in parallelo con il Dipartimento di Giustizia sulla fusione originale tra i due paesi. Live Nation e Ticketmaster. “È qualcosa che ruba clienti ogni giorno.”

READ  Judd Apatow non è d'accordo con "Barbie" nella corsa agli Oscar per la sceneggiatura adattata

Kwoka, che è da tempo tra coloro che sostengono una rottura, osserva che Live Nation e Ticketmaster sono rimasti “in gran parte imperterriti” negli ultimi 15 anni.

Gli scontri di Ticketmaster con artisti e fan risalgono a tre decenni fa. I Pearl Jam presero di mira la compagnia nel 1994, anni prima della fusione con Live Nation, anche se il Dipartimento di Giustizia alla fine rifiutò di intentare una causa. Di recente, i fan di Bruce Springsteen si sono arrabbiati per l’aumento del costo dei biglietti dovuto al sistema di prezzi dinamico della piattaforma.

Live Nation ha confermato che gli artisti e le band fissano i prezzi e decidono come vendere i biglietti. Il vicepresidente esecutivo per gli affari societari e normativi della società, Dan Wall, Lo ha detto in un comunicato Giovedì, che fattori come l’aumento dei costi di produzione, la popolarità degli artisti e il commercio di biglietti online “sono in realtà responsabili dell’aumento dei prezzi dei biglietti”.

La causa intentata giovedì dal Dipartimento di Giustizia è l’ultimo esempio dell’aggressiva applicazione delle norme antitrust da parte dell’amministrazione Biden. Questi sforzi hanno preso di mira le aziende accusate di impegnarsi in monopoli illegali che escludono i concorrenti e aumentano i prezzi. Nel mese di marzo, il Ministero della Giustizia Avvia una causa contro Apple Affermare che il gigante della tecnologia ha un potere monopolistico Mercato degli smartphone. L’amministrazione democratica ha anche attaccato Google, Amazon e altri giganti della tecnologia.

___

Grantham Phillips ha riferito da New York. Hanno contribuito i giornalisti dell’Associated Press Michelle Chapman e Maria Sherman a New York, Christopher L. Keller ad Albuquerque, New Mexico, e il giornalista video Ty O’Neill a Las Vegas.