Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I prezzi del gas negli Stati Uniti potrebbero avvicinarsi a $ 7 al gallone in alcuni stati nel 2023: GasBuddy

I prezzi del gas negli Stati Uniti potrebbero avvicinarsi a $ 7 al gallone in alcuni stati nel 2023: GasBuddy

  • I prezzi del gas potrebbero aumentare di circa $ 7 al gallone in alcuni stati degli Stati Uniti nel 2023, secondo GasBuddy.
  • Le ondate di freddo negli Stati Uniti e il rimbalzo della domanda di energia dalla Cina sono i due principali fattori che potrebbero far salire i prezzi.
  • “Il 2023 non sarà una passeggiata per gli automobilisti. Potrebbe essere costoso”, ha detto Patrick de Haan in un post sul blog.

Prepararsi per l’aumento dei prezzi del gas negli Stati Uniti il ​​prossimo anno a causa delle interruzioni della raffineria e della rinnovata domanda di energia dalla Cina mentre il paese asiatico riapre la sua economia, secondo GasBuddy.

“Il 2023 non sarà un gioco da ragazzi per gli automobilisti. Potrebbe essere costoso”, ha affermato nei suoi dati Patrick de Haan, responsabile dell’analisi petrolifera della società, che tiene traccia dei costi del carburante. Previsioni carburante per il 2023.

De Haan ha detto che il prezzo medio nazionale per il gas alla pompa potrebbe essere di circa $ 4 al gallone nella maggior parte delle principali città degli Stati Uniti già a maggio del prossimo anno. $ 3,18 venerdì. Secondo GasBuddy, le città della costa occidentale della California, come San Francisco e Los Angeles, potrebbero vedere i prezzi del gas avvicinarsi a circa $ 7 al gallone nell’estate del 2023.

“Fondamentalmente, le palle curve arrivano da ogni direzione”, ha detto de Haan. “Non credo che abbiamo visto tanta volatilità come abbiamo visto quest’anno, e questa sarà una tendenza che probabilmente continuerà ad aumentare l’incertezza sui prezzi del carburante nel 2023”, ha aggiunto.

READ  Supera le aspettative, riduce l'esposizione alla Russia

I costi del gas negli Stati Uniti sono scesi dai massimi raggiunti a giugno, quando la media nazionale ha superato i 5 dollari al gallone mentre i prezzi globali del petrolio sono aumentati vertiginosamente tra le turbolenze della guerra della Russia con l’Ucraina e la crisi energetica dell’Europa. Il calo è arrivato dopo che il presidente Joe Biden ha iniziato a rilasciare quantità record di greggio dalle riserve statunitensi per frenare i costi energetici e l’inflazione.

Secondo De Haan, la ripresa dei prezzi del gas è già iniziata anche a causa del clima estremamente rigido che ha ricoperto gli Stati Uniti, che ha devastato le raffinerie e limitato la produzione di benzina e gasolio.

Ciò significa che il 2022 si chiuderà con una media nazionale annuale per la benzina di 3,95 dollari al gallone, la media annuale più alta mai registrata, De Haan ha twittato.

“La riapertura della Cina è un alt da non perdere nei prossimi giorni/settimane”, ha avvertito De Haan in un tweet. “Forse la finestra si sta chiudendo su quei prezzi ultra bassi che abbiamo visto nelle ultime due settimane. Con la riapertura della Cina, i prezzi del petrolio sono rimbalzati”, ha detto in una nota. Intervista questo venerdì su CNBC.

Nel complesso, GasBuddy ha indicato che i conducenti spenderanno il 10% in meno per la benzina l’anno prossimo rispetto al 2022, dato che è probabile che la famiglia media spenda $ 277 in meno per il gas.

“Quello che abbiamo visto nel 2022 è stata solo una frenesia alle pompe di benzina del paese, con record apparentemente a destra ea sinistra mentre gli squilibri di Covid continuano e la Russia invade l’Ucraina”, ha detto de Haan nel rapporto Outlook 2023 di GasBuddy. “Sebbene sia estremamente improbabile che un fulmine colpisca due volte lo stesso punto, potrebbero persistere nuvole temporalesche sui mercati petroliferi e raffinati, e potrebbe ancora verificarsi un rally poiché il mercato rimane piuttosto teso”.

READ  I futures sulle azioni non sono cambiati molto dopo il terzo giorno consecutivo di vittorie al Nasdaq