Giugno 28, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I paesi vietano le esportazioni di cibo tra l'aumento dei prezzi e l'inflazione

I paesi vietano le esportazioni di cibo tra l’aumento dei prezzi e l’inflazione

L’India ha vietato le esportazioni di grano poiché i prezzi dei cereali quest’anno sono aumentati a causa della guerra russo-ucraina.

T. Narayan | Bloomberg | Getty Images

L’India ha vietato le esportazioni di granoÈ diventato l’ultimo paese a farlo con i prezzi del grano in aumento quest’anno, in parte a causa della guerra russo-ucraina.

La guerra ha causato un forte aumento dei prezzi del grano, con Russia e Ucraina tra i maggiori esportatori di questa merce. Entrambi i paesi rappresentano il 29% delle esportazioni mondiali di grano, Secondo la Banca Mondiale.

Lunedì i prezzi del grano sono aumentati di circa il 6%. Annuncio del fine settimana in India.

“Con i prezzi dei generi alimentari già in aumento a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento legate al COVID e ai bassi rendimenti dell’anno scorso, l’invasione russa è arrivata in un brutto momento per i mercati alimentari globali”, ha affermato il Peterson Institute for International Economics (PIIE) di Washington, DC. Centro di ricerca con sede, in una nota di aprile.

Secondo PIIE, Russia e Ucraina sono tra i primi cinque esportatori mondiali di diversi importanti cereali e semi oleosi, come orzo, girasole e olio di girasole, nonché mais.

L’India non è sola. Oltre a Russia e Ucraina, anche Egitto, Kazakistan, Kosovo e Serbia hanno vietato le esportazioni di grano.

Problemi di inflazione e sicurezza alimentare

E non solo grano. Molti paesi hanno anche attuato divieti su altre esportazioni di cibo poiché l’inflazione globale aumenta a causa della crisi ucraina.

I prezzi di un’ampia gamma di altri prodotti alimentari sono aumentati, il che ha contribuito all’aumento dell’inflazione in tutto il mondo. Alcuni di questi prodotti includono olio di girasole, olio di palma, fertilizzanti e cereali.

Oltre all’aumento dei prezzi dei generi alimentari, anche l’offerta di molti prodotti alimentari è incerta.

Mentre la guerra continua, c’è una crescente possibilità che la carenza di cibo, in particolare cereali e oli vegetali, diventi acuta…

Peterson Institute for International Economics

L’Ucraina non è stata in grado di esportare grano, fertilizzanti e oli vegetali, mentre il conflitto ha anche distrutto i campi coltivati ​​e impedito la normale stagione di crescita. Anche il governo ha La Russia accusata di furto Diverse centinaia di migliaia di tonnellate di grano e rivendere. Il ministero degli Esteri russo non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento della CNBC.

“Mentre la guerra continua, c’è un potenziale crescente che la carenza di cibo, in particolare cereali e oli vegetali, diventi grave, facendo sì che più paesi si rivolgano a restrizioni commerciali”, hanno scritto gli analisti del PIIE Joseph Glober, David Laborde e Abdullah Mamoun.

Durante il fine settimana, il Gruppo dei Sette nazioni industrializzate ha lanciato un avvertimento sui rischi di una crisi globale della fame a meno che la Russia non revochi il divieto sul grano ucraino attualmente bloccato nei porti ucraini, Secondo il Financial Times.

Paesi che vietano le esportazioni di cibo

Ecco un elenco di paesi che hanno vietato le esportazioni di cibo nei mesi successivi all’inizio della guerra russo-ucraina, secondo un live tracker sviluppato da PIIE.

Elenco dei paesi che vietano l’esportazione di prodotti alimentari

Paese tipo di prodotto alimentare Data di scadenza del divieto
Argentina Olio di semi di soia, farina di semi di soia, 31 dicembre 2023
Algeria Pasta, derivati ​​del grano, olio vegetale, zucchero 31 dicembre 2022
Egitto olio vegetale, mais 12 giugno 2022
Grano, farina, oli, lenticchie, pasta, fagioli 10 giugno 2022
India Grano 31 dicembre 2022
Indonesia Olio di palma e olio di palmisti 31 dicembre 2022
Iran Patate, melanzane, pomodori, cipolle 31 dicembre 2022
Kazakistan Farina di frumento e frumento 15 giugno 2022
Kosovo grano, mais, farina, olio vegetale, sale, zucchero, 31 dicembre 2022
tacchino Carne di manzo, agnello, capra, burro, oli da cucina 31 dicembre 2022
Ucraina Grano, avena, miglio, zucchero 31 dicembre 2022
Russia Zucchero e semi di girasole 31 agosto 2022
Grano, micelina, segale, orzo, mais 30 giugno 2022
Serbia Grano, mais, farina, olio 31 dicembre 2022
Tunisia frutta verdura 31 dicembre 2022
Kuwait Prodotti a base di carne di pollo, cereali e oli vegetali 31 dicembre 2022

fonte: Peterson Institute for International Economics

L’India ha affermato che sta vietando l’esportazione di grano “per gestire la sicurezza alimentare generale del paese”, secondo i media locali.

Tra gli altri paesi che hanno recentemente implementato un divieto di esportazione alimentare c’è l’Indonesia, che ha limitato le esportazioni di olio di palma, un ingrediente chiave utilizzato in molti prodotti alimentari e non.

Simile all’India, l’Indonesia ha citato la necessità di garantire la disponibilità di cibo a livello locale, dopo che l’inflazione alimentare globale è salita a livelli record all’indomani della guerra. L’Indonesia rappresenta più della metà della popolazione mondiale Fornitura di olio di palma.

READ  La Turchia cambia il suo nome in Türkiye, perché un altro nome per l'uccello | tacchino