Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I New Orleans Saints inciampano con la sconfitta casalinga contro i Baltimore Ravens | NFL

Con i Saints in svantaggio per 14-0 sul Baltimora alla fine del primo tempo, Andy Dalton ha battuto il futuro Marquis Calaway nella end zone. Era il tipo di notte per un crimine di New Orleans.

Una settimana dopo un arresto complessivo di 24-0 dei Las Vegas Raiders, i Saints sono stati trattenuti per una bassa stagione di 243 yard in una tiepida sconfitta casalinga per 27-13 contro i Ravens che li ha portati a 3-6. New Orleans si è accontentato di un field goal nell’inning finale della partita dopo che il fallo di Dalton, che si è allontanato dalla punta di Calaway, non è stato toccato fino a quando la partita non è diventata sfuggente alla fine del quarto quarto.

“Ognuno ha avuto una mano quella notte”, ha detto Dalton. “Hanno fatto un buon lavoro con il loro piano. Dobbiamo trovare il modo di fare più giocate di quelle che abbiamo fatto stasera”. Quel numero è stato vicino allo zero per la maggior parte del primo tempo. I Saints raccolsero i primi due atterraggi sui loro primi quattro possedimenti e uno arrivò a causa di una bandiera per interferire con un’intercettazione invertita.

Il traguardo più lungo di Dalton su tre quarti è stato di 19 yard e il suo gioco di corsa è stato inefficace. Alvin Kamara, che è stato riempito presto senza profitto al terzo e uno, ha terminato 30 yard su nove buggy. “Hanno fatto molte cose buone in difesa e ci hanno dato molte sfide”, ha detto l’allenatore dei Saints Denis Allen. “Dobbiamo tornare al tavolo da disegno e apportare alcune correzioni e migliorare la prossima settimana”.

New Orleans ha realizzato solo tre dei suoi 11 terzi drop dopo essere entrato con una percentuale di successo del 43,8%, l’ottavo miglior Nella NFL. L’allegro quarterback Tyus Bowser non è stato toccato per costringere Dalton a lanciare la palla nel primo terzo down dei Saints, stabilendo il tono. Il centrocampista Justin Houston ha licenziato Dalton nell’ultima partita del primo quarto, costringendo un altro calcio. Il cornerback Marlon Humphrey lo ha lasciato cadere in un blitz al terzo posto per fermare il primo vantaggio dei Saints nella seconda metà, costringendo un campo di 37 yard che ha ridotto il divario solo a 17-6.

Dopo il calcio dei Ravens, Houston ha colpito di nuovo Dalton e Calais Campbell ha concluso la partita dall’altra parte. “Dobbiamo trovare modi per bloccare la protezione, trovare modi per togliermi la palla di mano”, ha detto Dalton. “Gli uomini dovrebbero aprire in tempo.”

Tanoh Kabasanion, il defensive end dei New Orleans Saints, salva il running back dei Baltimore Ravens, il Kenyan Drake
I Saints sono ora 3-6 nella NFC South. Foto: Stephen Low/USA Today Sports

Lamar Jackson ha lanciato un passaggio di touchdown alla fine del primo quarto per dare a Baltimora un vantaggio di 7-0. I Ravens hanno quindi controllato la palla a terra, correndo per 188 yard in 40 carichi vincendo il tempo di possesso di 37: 47-22: 13. Baltimora ha messo il gioco fuori dalla portata di Houston quando Houston ha intercettato un passaggio obliquo e lo ha riportato a New Orleans 17 a metà del quarto quarto, il keniota Drake ha fatto la sua corsa da quattro yard per avanzare 27-6. I Saints registrarono il loro touchdown da solista in 41 yard di catch-and-run con un finale stretto di Joan Johnson a 4:13 dalla fine quando i difensori dei Ravens si fermarono perché pensavano che fosse fuori limite.

Quando gli è stato chiesto se un gioco del genere potesse fargli riconsiderare di restare con Dalton durante la preseason di James Winston, Allen ha detto di no. I Saints ne hanno segnati almeno 25 nelle ultime cinque partite, con una media di 29,6 punti. “Il nostro attacco è stato buono e abbiamo spostato la palla in modo efficace”, ha detto. “Stasera non è stata una bella partita. Abbiamo avuto una brutta giornata in ufficio in attacco e dobbiamo migliorarci”.

READ  Jacob Jeunesse è l'ultimo revival dei giganti