Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Exxon prevede un aumento significativo dei profitti a seguito della riduzione dei costi e aumenterà i riacquisti di azioni proprie dopo la conclusione dell’accordo con Pioneer

Exxon prevede un aumento significativo dei profitti a seguito della riduzione dei costi e aumenterà i riacquisti di azioni proprie dopo la conclusione dell’accordo con Pioneer

Darren Woods, presidente e amministratore delegato di ExxonMobil,

Brendan McDiarmid | Reuters

Exxon Mobil Corp. ha dichiarato mercoledì che prevede che i suoi profitti più che raddoppieranno rispetto al 2019 nel 2027, poiché il colosso energetico va avanti con una serie di misure di riduzione dei costi.

Exxon ha affermato che è sulla buona strada per aumentare i propri profitti e il flusso di cassa di 14 miliardi di dollari nei prossimi quattro anni, poiché la società taglierà i costi, aumenterà la produzione e incrementerà le vendite di prodotti chimici, carburanti a basse emissioni e lubrificanti ad alte prestazioni.

Il colosso petrolifero prevede di ridurre i costi strutturali di altri 6 miliardi di dollari entro la fine del 2027, garantendo un risparmio totale di 15 miliardi di dollari rispetto al 2019.

L’annuncio arriva quasi due mesi dopo che Exxon ha accettato di acquistare Pioneer Natural Resources per quasi 60 miliardi di dollari, ovvero 235 dollari per azione. Si tratta dell’accordo più grande concluso da Exxon da quando ha acquistato Mobil alla fine degli anni ’90. Pioneer è il più grande produttore del Midland Basin, che fa parte del Permiano.

Una volta completata la fusione, che dovrebbe avvenire nella prima metà del 2024, il gigante petrolifero prevede di aumentare il suo programma annuale di riacquisto di azioni proprie a 20 miliardi di dollari nel 2024 e fino al 2025, rispetto ai 17,5 miliardi di dollari del 2023.

Exxon prevede che le spese in conto capitale oscilleranno tra 23 e 25 miliardi di dollari nel 2024 e tra 22 e 27 miliardi di dollari all’anno dal 2025 al 2027. Queste spese dovrebbero generare rendimenti medi del 30%, con periodi di recupero di oltre il 90% della spesa inferiori a ha dieci anni, secondo la compagnia.

READ  Il Dow è in ripresa, il Nasdaq è in calo a causa dei timori sui rendimenti dei Treasury

“Siamo impegnati a fornire energia e prodotti che aumentino gli standard di vita in tutto il mondo, creando al contempo nuove attività per ridurre le emissioni in settori dell’economia che sono difficili da decarbonizzare”, ha dichiarato il CEO Darren Woods in una nota. “ExxonMobil è dotata degli strumenti unici per fare entrambe le cose e siamo fiduciosi che entrambe offrano significative opportunità di crescita redditizia”.

Il colosso petrolifero prevede che la produzione di petrolio e gas raggiungerà circa 3,8 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno nel 2024, per poi salire a 4,2 milioni di barili al giorno entro il 2027, trainata dalla crescita nel bacino del Permiano e della Guyana.

Exxon sta inoltre lavorando per aumentare i propri investimenti in progetti di riduzione delle emissioni di carbonio a 20 miliardi di dollari fino al 2027, rispetto ai 17 miliardi di dollari precedenti. L’azienda prevede di ridurre le proprie emissioni di gas serra fino al 50% entro il 2030. Il colosso petrolifero ha affermato di aver già raggiunto la metà di questa riduzione pianificata.

L’azienda si concentra sulla cattura del carbonio e sul litio per le batterie dei veicoli elettrici, sull’idrogeno e sui biocarburanti. Secondo la società, i suoi investimenti in questi spazi dovrebbero raggiungere rendimenti fino al 15%.

Exxon sta perforando il litio in Arkansas e prevede di produrre litio utilizzato nelle batterie per auto elettriche entro il 2027. L’obiettivo è fornire metallo sufficiente per supportare la produzione di 1 milione di auto elettriche entro il 2030.

Le azioni di Exxon Mobil hanno sofferto nel 2023, crollando di oltre il 9%. La maggior parte di tali perdite è avvenuta durante il quarto trimestre. Il titolo è sceso del 14% durante quel periodo.

READ  Cosa sai questa settimana