Novembre 29, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Evan Reitman è morto: era il regista di Ghostbusters 75

Evan Reitman è morto: era il regista di Ghostbusters 75

Produttore-Regista Evan Reitmanle cui commedie di successo negli anni ’70 e ’80 includevano il blockbuster spookfest “acchiappa fantasmiÈ morto nel sonno il 12 febbraio e la sua famiglia lo ha confermato Agenzia di stampa. Aveva 75 anni. La causa della morte non è stata annunciata.

“La nostra famiglia piange l’inaspettata perdita di un marito, padre e nonno che ci ha insegnato a cercare sempre la magia nella vita”, His Children, Filmmakers Jason ReitmanCatherine Reitman e Caroline Reitman hanno detto in una dichiarazione congiunta. “Siamo sollevati dal fatto che il suo lavoro di regista abbia portato innumerevoli altre persone in tutto il mondo alle risate e alla felicità. Mentre piangiamo in privato, speriamo che coloro che lo hanno conosciuto attraverso i suoi film lo ricorderanno sempre”.

Nato in Cecoslovacchia e cresciuto in Canada (dove ha incontrato per la prima volta giovani comici come i suoi successivi co-protagonisti Dan Aykroyd e Rick Moranis), Reitman ha fatto la sua prima grande impressione come produttore di “National Lampoon’s Animal House” (1978), il pazzo, commedia fraterna di folle successo che ha reso una star “Saturday Night Live” di John Belushi per gli spettatori del grande schermo.

Ben presto passò alla regia e il suo singolo di debutto elevò un’altra superstar di “SNL”, Bill Murray, alle vette della celebrità del cinema: “Polpette” (1979), in cui Murray appariva come un consulente caotico campy, e una commedia Service ” Strips” (1980) ha recitato insieme all’attore e scrittore Harold Ramis.

Per quanto enormi fossero quelle immagini al botteghino, erano solo un riscaldamento per il più grande successo di Reitman, che ha prodotto e diretto. Scritto da Aykroyd e Ramis, e interpretato insieme a Murray, Moranis e Sigourney Weaver, “Ghostbusters” è stato il connubio perfetto tra umorismo saggio ed effetti speciali creativi ad alto budget.

con un incasso di quasi 229 milioni di dollari in patria, è stata tra le commedie di maggior successo dell’epoca; Ha generato un franchise che includeva un sequel di successo del 1989 e due puntate degli anni 2000 (e il secondo “Ghostbusters: Afterlife” del 2021 diretto dal figlio di Reitman Jason e che riunisce le restanti star del film originale, con il merito di produzione di Evan Reitman.)

READ  Trevor Noah lascia il Daily Show, dicendo che vuole fare di più in piedi | Trevor Noè

Sebbene nessuno dei lungometraggi successivi di Reitman abbia raggiunto livelli di incassi paragonabili, ha mantenuto il suo profilo di produzione/regista con una serie di commedie che hanno rimodellato la carriera dell’eroe d’azione Arnold Schwarzenegger: “Twins” (1988), “Kindergarten Cop (1990) e Junior (1994). Ha anche prodotto la commedia per famiglie di Beethoven con protagonista l’Emerito San Bernardo.

Nei suoi film più grandi e migliori, Reitman ha trovato uno straordinario equilibrio tra la pubblicazione di sceneggiature accuratamente progettate – alcuni dicevano ossessivamente – e l’utilizzo di artisti come Belushi, Aykroyd, Murray e Moranis, che sono apparsi in un clima di libera improvvisazione. Dalla band di improvvisazione di Chicago Second City, “SCTV” e “SNL”.

In un articolo del New York Times del 1993, lo scrittore Randall Rothenberg ha osservato che “il signor Reitman, [his actors] Ad esempio, cammina su una linea sottile tra il controllo che molti registi esercitano su ogni aspetto di un film e la volontà di consentire ai suoi attori, molti dei quali provengono dal mondo della cabaret, di volare liberi.

Reitman, che è devoto ai suoi co-protagonisti e raramente assume il ruolo di protagonista nel coprire il suo lavoro, ha detto nello stesso profilo: “C’è un momento in cui gli attori possono dire quello che vogliono, e poi, parte del divertimento per me come regista è prendere quel lavoro grezzo e semplicemente costruirlo, riformularlo e renderlo coerente con il lavoro del personaggio e con la trama che si evolve anche. È un modo per co-creare un film mentre viene girato. Ma non consente lo stesso tipo di regia mirata e stile raffinato che porta a un grande apprezzamento per il creatore del film”.

È nato il 27 ottobre 1946 a Kumamo, in Cecoslovacchia. Sua madre è sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz e suo padre ha combattuto nella resistenza ceca. La famiglia emigrò negli Stati Uniti nel 1950 per sfuggire al regime comunista repressivo che seguì la guerra.

READ  Zoe Kravitz si rammarica di aver schiaffeggiato Will Smith all'Oscar: "È un momento spaventoso per avere un'opinione"

Cresciuto a Toronto, ha frequentato la McMaster University di Hamilton, dove ha realizzato i suoi primi cortometraggi. Mentre era a scuola, ha incontrato diversi futuri membri principali di SCTV: Martin Short, Eugene Levy, Dave Thomas, Andrea Martin e Moranis. Tornato a Toronto dopo la laurea, ha assunto Aykroyd per lavorare in uno spettacolo comico che stava producendo per una stazione televisiva locale, e sono diventati amici e collaboratori per tutta la vita.

Passando al cinema professionalmente, ha prodotto e diretto un film horror satirico “Daughters of Cannibals”, interpretato da Levi e Martin; L’immagine a basso budget del 1973 è stata acquisita dalla leggenda della B-picture Samuel Z. Arkoff per la distribuzione. Ha anche prodotto due dei primi film horror di David Cronenberg, Shivers (1975) e Rapid (1977).

Nel 1978, Reitman ha firmato come produttore di un film su Inappropriate Brothers in un college teso negli anni ’60, scritto insieme a Ramis e agli scrittori-editori di National Lampoon Dog Kenny e Chris Miller. Diretto da John Landis, il cattivo della commedia “Animal House” alla fine ha incassato oltre 140 milioni di dollari negli Stati Uniti e ha elevato Belushi alla celebrità del cinema.

Murray, il cui stile antiautoritario diviso in due parti era distintivo come il suo ex co-protagonista SNL Belushi, ha aperto i botteghini con “Polpette” di Reitman (lordo: $ 43 milioni) e “Stripes” ($ 85 milioni). , Reitman inizia a rispolverare un trattamento comico soprannaturale che Aykroyd ha scritto per Belushi, morto l’anno prima.

Reitman ha ricordato Rolling Stone nel 2016: “Era un film davvero, davvero grande, enorme e, francamente, impossibile. Soprattutto negli anni ’80. [But] Aveva questa idea davvero interessante al centro, che è: ecco un gruppo di persone che assomigliano molto ai vigili del fuoco, che svolgono questo lavoro importante, e che i fantasmi erano in giro e avrebbero potuto essere catturati”.

READ  Kid Rock sostiene His Drunk per il 2019 contro Oprah, Joey Behar

Una commedia thriller originale e sorprendentemente originale, “Ghostbusters” è diventato onnipresente come il logo del fantasma spettrale del film, uscito dalla lunga serie animata della ABC, e la canzone di Ray Parker Jr.. prodotti. Ghostbusters II ha incassato 112 milioni di dollari negli Stati Uniti

I piani per realizzare un terzo film sono andati in pezzi con la morte di Ramis nel 2014. Sebbene il riavvio del regista Paul Feig del 2016 sia stato una relativa delusione per il film BO, il franchise è diventato una vera varietà con Jason Reitman al timone.

Reitman ha continuato a lavorare con meraviglie nelle sue commedie con Schwarzenegger, precedentemente noto come l’incarnazione sullo schermo di Conan e in franchise di film di fantascienza come “The Terminator” e “Predator”. Ha continuato a produrre immagini piacevoli per il pubblico come i film “Beethoven” e “Space Jam” (1996), l’auto in movimento / live-action della star di Hoops Michael Jordan, ma il suo record come regista si è raffreddato alla fine degli anni ’90 e si concentrò sempre più sulla produzione.

I recenti sforzi alla regia di Reitman hanno incluso il suo ultimo film “The Day Project” con Kevin Costner; Commedia romantica “No Strings Attached”, “No Strings Attached”, “My Super Ex-Girlfriend”.

Nel 2009, ha co-prodotto “Up in the Air”, una commedia drammatica con George Clooney nei panni di uno specialista in tournée nel ridimensionamento aziendale. Il film, diretto e co-sceneggiato da suo figlio Jason, ha vinto l’Oscar per il miglior film e l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale.

Reitman lascia la moglie Genevieve; figlio, Jason, regista; e le figlie Catherine, attrice, scrittrice e produttrice televisiva, e Caroline.