Gennaio 25, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Crescita: la Francia va meglio di Germania, Italia e Spagna… ma rischia di fare attenzione

L’economia francese ha nuovamente guadagnato importanza negli ultimi tempi. Visto il terzo trimestre “eccezionale” (+ 3% rispetto ai tre mesi precedenti!) E le tendenze degli ultimi mesi, l’economia francese dovrebbe crescere del 6,7% nel 2021, il tasso di crescita del PIL più veloce in 50 anni, La Banque de France ha governato lo scorso dicembre. Nonostante un aumento di solo il 6,5% lo scorso anno, la crescita dell’economia francese “condurrà al percorso di ripresa economica tra i principali paesi dell’eurozona: Germania, Italia E la Spagna è stata intitolata a loro “, ha affermato Vincent Manuel, direttore degli investimenti di Indosuez Wealth Management.

Ancora meglio, la Francia può vantarsi di essere il primo di questi 4 paesi a riconquistare la dimensione del PIL pre-Govt-19, il che è “quasi sorprendente quando si sa che la Francia è la principale destinazione turistica del mondo. Questo potrebbe aver richiesto più tempo. Riprendendosi dalla barriera dei turisti più delle sue controparti ”, osserva l’esperto. Se l’economia francese riuscirà a riprendersi, dice, “ringrazierà i funzionari del governo per la loro risposta ‘rapida ed efficace'”.

Il governo ha fatto molto affidamento sul vaccino Govt-19 e ha allentato le restrizioni sanitarie da maggio 2021, consentendo un chiaro aumento dell’uso domestico (+5% nel terzo trimestre) sullo sfondo di una maggiore mobilità. Pertanto, è la recessione nel settore dei servizi che ha recentemente rilanciato l’attività economica della Francia e, a differenza dei suoi principali vicini, Vincent Manuel sottolinea che gli investimenti nelle imprese e nelle famiglie sono un fattore reale. Da marzo alla sua fase pre-epidemia”.

La verità è che per rilanciare l’economia francese il governo sta spendendo generosamente, non risparmiando risorse: 134 miliardi di euro (70 miliardi nel 2020 e 64 miliardi nel 2021) nell’ambito delle misure di emergenza a sostegno dei consumi e dell’occupazione. Tuttavia, le misure più generose a Grande deficit generale : 9,1% del PIL nel 2020 e 8,4% nel 2021, il tasso di crescita del PIL del debito pubblico è aumentato dal 97,6% prima dell’epidemia a quasi il 115%.

Se il 2022 segna la fine di “ad ogni costo”, sarà molto pericoloso in termini di sostegno del governo francese. “I piani di emergenza porteranno a piani di ripresa a lungo termine: uno dei più grandi progetti nazionali d’Europa (in percentuale del PIL), parte del piano da 100 miliardi di euro dei 30 miliardi di euro del Piano Reliance della Francia (in percentuale del PIL) – dovrà ancora essere speso nel 2022. Miliardi di miliardi di euro”, ha sottolineato Vincent Manuel.

La crescita francese dovrebbe essere del 4% nel 2022. Una fase in più rispetto alla tendenza a lungo termine e alla crescita potenziale. Tuttavia, il ritmo di crescita del PIL quest’anno può essere sorprendente.

In effetti, i consumi domestici saranno più forti del previsto, il che stimolerà la crescita economica. Uso domestico che potrebbe essere innescato da risparmi in eccesso accumulati dai francesi. La Banque de France stima che entro la fine del 2021 supererà i 170 miliardi di euro. “Ad esempio, il consumo del 20% di questo surplus potrebbe contribuire fino a 0,9 punti percentuali al PIL entro il 2022”, afferma Vincent Manuel.

>> IL NOSTRO SERVIZIO – Controlla il nostro comparatore di conti obbligazionari per ridurre le commissioni del mercato azionario

Al contrario, il rischio di spiacevoli sorprese nella crescita economica francese è tutt’altro che escluso. In primo luogo, l’accumulo di risparmi associato alla crisi sanitaria è stato maggiore per le famiglie ad alto reddito. Questi ultimi, tuttavia, sono “molto meno inclini a consumare”, come sottolinea Vincent Manuel. Quindi, in caso di crisi sanitaria prolungata e di lungo periodo, la fiducia delle famiglie e i loro risparmi ne risentiranno, con un impatto sui consumi.

L’aereo di Inflazione Nell’Eurozona, ha recentemente sorpreso molti economisti per le sue dimensioni. Vincent Manuel sottolinea che l’inflazione è “caratterizzata da una forte accelerazione dei prezzi dell’energia, compresa l’elettricità”. Questo fenomeno può avere un impatto psicologico sugli individui e possono controllare la spesa complessiva.

Infine, vincere le elezioni presidenziali di un candidato impopolare agli occhi dei mercati può pesare sulla fiducia di famiglie e imprese. Quest’ultimo può mostrare un certo atteggiamento di attesa prima del giudizio.

>> Compra e vendi i tuoi investimenti (azioni, criptovalute, oro, ecc.) in tempo, grazie a Momentum, la newsletter di Capital sull’analisi tecnica. Ora, con il codice promozionale CAPITAL30J, goditi un mese di prova gratuito.

READ  Italia: rientro obbligatorio per i dipendenti della pubblica amministrazione dal 15 ottobre