[Rubrica] GE Games #23: Card Wars

0
“Non c’è nulla di male nell’amare Card Wars più del tuo prossimo” – Jake il cane.

Per la seconda volta nel settimanale appuntamento con GE games, dove andiamo a recensire i nostri giochi preferiti scaricabili dal Play Store, parliamo di un gioco tratto dal cartone animato americano Adventure Time: due settimane fa, infatti, siamo andati a recensire Spazzatempo, l’ultimo gioco dedicato alla serie pubblicato sul Play Store. Oggi invece prendiamo in esame il più complesso tra i giochi dedicati ad adventure time: il tattico, longevo ed interessante Card Wars.

card wars 1Gameplay

Come si evince dal nome, il gioco ruota attorno alle carte: per i fan della serie, questo gioco è tratto da uno degli episodi più belli, intitolato “Carte bellicose”, appunto.
Card Wars è essenzialmente una geniale parodia di tutti i più popolari giochi di carte collezionabili, Yu-gi-oh e Magic in testa.
Le meccaniche sono quindi molto simili: i due sfidanti hanno a disposizione un terreno di gioco in cui posizionare carte mostro, incantesimo oppure edificio, ognuna con i suoi valori difensivi o offensivi e il relativo effetto speciale. Possiamo trovare mostri in grado di aumentare i propri punti di attacco, ripristinare la salute persa o annullare gli effetti degli altri mostri. In modo parallelo, le carte incantesimo hanno effetti analoghi, solo che si esauriscono alla fine del turno del giocatore. Le carte edifici, invece, hanno un effetto permanente e quindi necessitano l’occupazione di una apposita sezione del campo da gioco per espletare il loro effetto. card wars 2Questo però avviene con dei vincoli: infatti, ogni carta mostro ha un proprio tipo (analogamente a come accade su Yu-gi-oh, per esempio) e per poter essere giocata deve essere piazzata su di una zona terreno dello stesso tipo del mostro (nel nostro caso, le tipologie di terreno sono 4: granoturco, pianura, pantano e “belleterre”). Questo costringe il giocatore ad adattare strategie che utilizzano efficacemente le proprie creature e il loro tipo per aver la meglio sul proprio avversario. A tal proposito, per porre fine ad un duello è necessario che i punti vitali di uno dei contendenti vadano a 0, consegnando la vittoria nelle mani dell’altro. Ma questo non è l’unico obiettivo: per sbloccare più ricompense è infatti possibile rigiocare i match contro gli avversari per avere l’opportunità di superare sfide (come vincere un duello senza usare certi tipi di carte, senza subire troppi danni oppure in un numero limitato di turni) e guadagnare esperienza aggiuntiva.
Il modo più facile per raggiungere questo obiettivo è fare in modo che i propri mostri attacchino l’avversario direttamente, ossia attacchino una corsia che non sia occupata da un mostro avversario.

A rendere più interessanti le battaglie interviene un particolare meccanismo di attacco, che prevede di utilizzare una specie di “ruota della fortuna” sulla quale gira velocemente un asticella che il giocatore deve far fermare con il tocco nella zona che permette di danneggiare il mostro avversario o addirittura infliggere un colpo critico. Ovviamente, con questo meccanismo è anche possibile non far andare a segno l’attacco del proprio mostro e quindi non infliggere alcun danno al mostro o al giocatore avversario.

card wars 3Oltre alla fase di attacco, un’altra importante fase del gioco è sicuramente la preparazione del mazzo: per ottenere le carte che andranno a comporlo, infatti, è necessario spendere monete guadagnabili vincendo i duelli, spendendo gemme ottenibili se si completa una serie di apposite sfide oppure ricorrendo a valuta reale, ma anche partecipando ad eventi e alla modalità multiplayer. Tutte queste cose ci permettono infatti di aprire appositi forzieri virtuali che contengono una carta di rarità casuale. Più rara sarà la carta e più elevata sarà la sua efficacia.

card wars 5E poi possibile fondere due o più delle proprie carte per crearne di nuove e più potenti.

card wars 7Per quanto riguarda il reparto multiplayer, questo si svolge con le stesse meccaniche del giocatore singolo, solo che non si affronteranno i cosiddetti “bot” ma giocatori reali, o meglio, il mazzo che questi hanno impostato essere il loro da battaglia.

card wars 4Il gameplay è quindi abbastanza complesso e necessita di una certa dose di capacità tattiche.
Il mix è eccezionale: l’atmosfera, la complessità, la difficoltà ben bilanciata. Il costo di quasi 4€ é ampiamente giustificato.

Voto: 8.5

Comparto grafico

Un altro plauso agli sviluppatori va fatto per la grafica, semplicemente meravigliosa. I protagonisti del gioco sono realizzati magnificamente, gli ambienti di sfondo sono coloratissimi e pare di poterli esplorare. Sfrutta appieno la risoluzione dello schermo e con il Full HD diventa una festa per gli occhi.

card wars 6Card wars però soffre di rari bug grafici: il caricamento della mappa di gioco o dei menù alle volte congela la schermata, obbligando io giocatore a premere il tasto indietro per poter continuare a giocare. È un difetto davvero minimo e molto raro, comunque.

Voto: 8.5

Comparto audio

Rispetto al resto degli elementi di Card Wars il comparto audio appare un po’ sottotono: l’aver mantenuto per i personaggi gli stessi doppiatori del cartone animato è sicuramente una buona cosa, ma la colonna e gli effetti sonori non sono all’altezza, in quanto po’ piatti e monotoni.

Voto: 7

Pro:

– originale, longevo, complesso, divertente;

Contro:

– gravissima la mancanza dell’integrazione con Play Games.

 
PANORAMICA RECENSIONE
Gameplay
8.5
Comparto grafico
8.5
Comparto audio
7
Mirco Gatto
Sono un diplomato all'Istituto tecnico informatico. Orgoglioso (fin troppo) PC gamer e dilettante scrittore, nonché grande amante della musica e della grammatica. Sostengo lo sviluppo e l'ideale del software libero, in qualsiasi forma.