Aprile 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Xi è in visita in Arabia Saudita tra relazioni tese con gli Stati Uniti

Xi è in visita in Arabia Saudita tra relazioni tese con gli Stati Uniti



Cnn

Il presidente cinese Xi Jinping dovrebbe arrivare Regno Arabia Saudita riportato il giornale L’agenzia ufficiale di stampa saudita (SPA).

Il viaggio di Xi a Riyadh inizia mercoledì e includerà un “vertice saudita-cinese”. Cina araba Un vertice e un vertice tra Cina e Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo, secondo l’agenzia di stampa saudita, che ha affermato che “saranno discusse le prospettive di cooperazione economica e allo sviluppo”.

Almeno 14 capi di stato arabi dovrebbero partecipare al vertice arabo-cinese, secondo una fonte diplomatica araba che ha descritto il viaggio alla CNN come una “pietra miliare” nelle relazioni arabo-cinesi.

Dopo l’annuncio, l’agenzia di stampa saudita ha pubblicato “Racconto storicoPer le relazioni saudite-cinesi, rilevando che le strette relazioni tra i due paesi si estendono per otto lunghi decenni.

Da mesi circolano voci di una visita presidenziale cinese al più grande alleato Usa in Medio Oriente. Pechino deve ancora fare un annuncio ufficiale sul viaggio; Alla domanda in merito durante un regolare briefing al ministero degli Esteri martedì, la portavoce Mao Ning ha dichiarato di non avere alcuna informazione da fornire.

La scorsa settimana, il governo saudita ha inviato moduli di registrazione ai giornalisti per coprire il vertice, senza confermare le date esatte. Il governo saudita ha rifiutato di rispondere alla richiesta di informazioni della Cnn sulla visita di Xi e sui vertici in programma.

I resoconti della tanto attesa visita arrivano sullo sfondo di una serie di spaccature che gli Stati Uniti temono sia nei confronti di Pechino che di Riyadh, che con dispiacere di Washington hanno solo portato a un riscaldamento delle relazioni negli ultimi anni.

READ  La regina Margherita II di Danimarca annuncia in diretta televisiva la sua abdicazione

Gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita rimangono coinvolti in un acceso litigio sulla produzione di petrolio, che è culminato a ottobre con una forte retorica e tit-for-tat quando il cartello petrolifero OPEC+ a guida saudita ha tagliato la produzione di 2 milioni di barili al giorno nel tentativo di “stabilizzare ” prezzi. . La decisione è stata presa nonostante l’intensa campagna statunitense contro di essa.

L’Arabia Saudita, un fedele alleato degli Stati Uniti per otto lunghi decenni, è diventata amareggiata da quella che vede come la diminuzione della presenza di sicurezza degli Stati Uniti nella regione, specialmente tra le crescenti minacce dall’Iran e dai suoi delegati armati yemeniti.

La Cina è un gigante economico a est, in contrasto con gli Stati Uniti su Taiwan, che il presidente americano Joe Biden ha più volte promesso di proteggere in caso di attacco cinese. Questo argomento spinoso ha esacerbato il difficile rapporto tra Washington e Pechino, che già si contendono l’influenza nel volatile Medio Oriente.

In un momento in cui gli alleati americani nel Golfo Persico accusano Washington di non aver rispettato le sue garanzie di sicurezza nella regione, la Cina sta lavorando per rafforzare le sue relazioni con gli Stati del Golfo, così come con i nemici di Stati Uniti, Iran e Russia.

Cina e Arabia Saudita hanno assunto posizioni diverse nei confronti dell’Occidente riguardo alla guerra in Ucraina. Entrambi si sono astenuti dall’approvare sanzioni alla Russia e Riyadh ha ripetutamente sottolineato che Mosca è un importante partner per la produzione di energia che dovrebbe essere consultato sulle decisioni dell’OPEC+. Dopo il massiccio taglio del petrolio del mese scorso, alcuni funzionari statunitensi hanno accusato l’Arabia Saudita di schierarsi con la Russia e di aiutare il presidente Vladimir Putin nella sua guerra contro l’Ucraina.

READ  Biden afferma che il mandato di arresto contro Putin è "giustificato", mentre il Regno Unito suggerisce a Mosca di aumentare l'età della coscrizione

Funzionari sauditi hanno negato di aver armato il petrolio o di essersi schierati con la Russia.

Biden ha detto a ottobre che gli Stati Uniti dovrebbero “ripensare” il loro rapporto con l’Arabia Saudita, che il presidente avrebbe cercato di riparare durante una visita a Riyadh a luglio. Dopo aver promesso di trasformare il regno in un “paria” e condannato il principe ereditario e sovrano de facto Mohammed bin Salman per l’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi, Biden si è recato a Riyadh in mezzo alla carenza globale di petrolio e ha salutato bin Salman con un pugno di titoli globali.

Tuttavia, la gelida visita alla fine non ha portato ad alcun aumento della produzione di petrolio, ma ha solo esacerbato le tensioni.