Aprile 16, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

World Championship Game 1: Homer di JT Realmuto regala a Velez la sua decima vittoria

World Championship Game 1: Homer di JT Realmuto regala a Velez la sua decima vittoria

HOUSTON – I Philadelphia Phillies potrebbero essere una squadra del destino.

Entrando nella prima partita di questa Best of Seven World Series, gli Houston Astros sono rimasti imbattuti in questa stagione, masticando i loro avversari come hanno fatto durante la stagione regolare. E questa partita tra gli Astros, numero uno della MLS, e i Phillies, che sono arrivati ​​sesti e ultimi ai playoff della National League, sembrava una mancata corrispondenza.

Dopo essere rimasto indietro per 5-0 venerdì, sembrava decisamente così. Ma i Phillies, come tutto il post-season, sono tornati di nuovo. Hanno pareggiato la partita al quinto inning in un doppio dalla loro superstar JT Realmuto. E in cima alla decima posizione, Realmuto ha sparato uno sprint di 98 mph dal giocatore di Astros Luis Garcia di 346 piedi nel campo destro in una gara di casa con una differenza di vittorie di 6-5.

“Onestamente, è solo un piacere per noi fare un buon swing su questo campo, così possiamo dare alla nostra squadra il vantaggio”, ha detto Realmuto. “Abbiamo fatto un buon lavoro combattendo lì”.

Realmuto è andato 2 contro 4 e ha guidato in tre punti mentre giocava una solida difesa nel ricevitore.

“Non credo che nessuno di noi sia rimasto scioccato”, ha detto Bryce Harper, che stava giocando la sua prima partita delle World Series, di Realmuto, che ha preso più inning di qualsiasi giocatore di baseball in questa stagione. “Non è solo un mascheratore, è un atleta”.

Gli Astros, tuttavia, sono il colosso a giocare nel loro quarto campionato del mondo in sei anni, mentre i Phillies stanno facendo la loro prima apparizione ai playoff in 11 anni. Ma nella prima partita di questo round finale, il vecchio detto potrebbe ancora valere: la squadra più calda, non necessariamente la migliore, vince il campionato.

Abbastanza sicuro, gli Astros hanno spazzato via i Seattle Mariners e gli Yankees nelle Divisional Series e nelle AL Championship Series. Ma per arrivare qui, i Phillies sono andati 9-2 nei playoff, eliminando squadre con record e semi migliori: St. Louis Cardinals, Atlanta Braves e San Diego Padres.

READ  Riepilogo rapido: il Kansas recupera da un deficit a doppia cifra per sopravvivere al Kentucky nella Champions Classic

“Ci siamo sentiti un po’ sfavoriti, almeno ci è stato detto che eravamo gli sfavoriti”, ha detto Rhys Hoskins, primo ufficiale di base. “Non è necessariamente adatto a noi. Ci sentiamo come una buona squadra come tutti gli altri. Non sto dicendo che nessuno ci prenda alla leggera, ma penso che abbiamo la capacità di battere chiunque in qualsiasi giorno, e siamo stati in grado di farlo all’inizio di ogni serie”.

Se c’era un modo per battere gli Astros, i Phillies hanno seguito uno schema presentato dai Washington Nationals, gli sfavoriti che hanno sconfitto gli Astros nelle World Series 2019 facendo molto affidamento su una manciata di top bowler. Con la loro squadra di wicket non così profonda come gli Astros, i Phillies devono vincere partite iniziate con i loro assi, Aaron Nola e Zach Wheeler.

Sebbene Nola abbia concesso cinque punti su quattro e tre inning, l’attacco di Filadelfia ha indebolito l’asso di Astros Justin Verlander, che ha tossito cinque punti su cinque inning. Quando Nola e Verlander sono usciti dal gioco, il punteggio era pari. Questo preparerà quindi il terreno per la battaglia e la risoluzione della squadra cooperativa.

La differenza di 19 vittorie tra le 106 degli Astros e le 87 dei Phillies è la seconda più grande disparità tra gli avversari del Campionato del mondo, superata solo dalla differenza di 23 vittorie tra i Chicago Cubs e i White Sox nel 1906. Quell’anno vinse il campionato in sei partite.

Nel primo capitolo di questa serie mondiale, Velez ha svolto un ruolo simile. Entrando venerdì, gli Astros hanno vinto 65 partite consecutive, inclusa la post-stagione, quando hanno condotto cinque o più run. Velez è stato in grado di cambiarlo.

READ  JC Jackson dei Chargers afferma di non essere sano al 100%, ma è "confuso" sulla sua situazione contro i Vikings

Ma molto prima che Realmuto portasse in testa i Phillies, gli Astros sembravano riprendere da dove avevano interrotto davanti agli Yankees nel terzino destro dell’ALCS di Houston Kyle Tucker, che ha guidato la squadra con 107 calci durante la stagione. , ha sbattuto un cambio interno di 89 mph da NOLA ai sedili da campo a destra per un solo colpo.

Tre dei successivi quattro battitori – la prima base Yuli Gouriel, il quarterback Chas McCormick e il ricevitore Martin Maldonado – hanno contato e prodotto una corsa. Nola è sfuggito a ulteriori problemi quando ha spinto l’ufficiale di seconda base Jose Altov in doppio gioco alla fine dell’inning, ma gli Astros erano già in vantaggio, 2-0.

Successivamente, Tucker e Astros hanno fatto più danni. Con due uomini addosso, Nola ha tentato di nuovo un tiro dal pavimento all’interno di Tucker – questa volta affondando a 95 mph – la palla è scivolata sul tabellone e Tucker l’ha mandata all’Astros bullpen nel campo destro. La tre volte esplosione ha dato agli Astros un vantaggio di 5-0 e ha portato molti 42.903 partecipanti.

Basterebbe inondare diverse squadre, ma il Velez, che si è ripreso più volte nel corso del post-season, ha pensato poco al deficit.

“Tutti si guardano l’un l’altro ed è proprio come, ‘Dobbiamo semplicemente andare al club e smettere e iniziare la partita di domani?'”, ha scherzato Alec Bohm, la terza base. È questo che dovremmo fare o dovremmo semplicemente giocare? “

Nel quarto inning, Hoskins, Harper e il destro Nick Castellanos hanno fatto i singoli, con Castellanos che ha prodotto una corsa. Poi Bohm strappa una palla curva appesa a Verlander nell’angolo sinistro del campo per una doppietta. Nel giro di cinque colpi, i Phillies avevano ridotto il loro deficit a 5-3.

READ  Kyle Shanahan dei 49ers spera che Brock Purdy giochi. Fiducioso in Sam Darnold - NBC Sports Bay Area e California

Verlander è stato finalmente eliminato dal ruolo e tornato per il quinto inning, quando le cose sono peggiorate. Ha tossito il quarterback Brandon Marsh e poi ha lasciato il giocatore Kyle Schwarber che è entrato. Ma il manager Dusty Becker è rimasto con Verlander e questo si è ritorto contro.

Dopo che Verlander ha fatto scoppiare Hoskins, ha fatto rotolare un’altra palla curva che galleggiava sul tabellone, questa volta per Realmuto, che l’ha aspettata e l’ha colpita con il muro centrale sinistro del campo per un doppio. Alla seconda base, Realmuto agitò le mani verso la tana dei Phillies come per indicare più rumore.

Una volta che il punteggio è stato pareggiato, il manager dei Phillies Rob Thomson ha percepito l’urgenza e ha iniziato a pubblicare alcuni dei suoi migliori antidolorifici. Ha rimosso Nola di uno nel quinto inning per portare il soccorritore in ritardo José Alvarado ad assumere il cuore della formazione Astros. Ha funzionato.

Quando Tucker ha preso un ottavo, Thompson ha fatto lo stesso con Seranthony Dominguez, che di solito è più vicino a Velez. Dominguez è sopravvissuto a quella marmellata ereditata con un colpo a terra e uno sciopero.

Gli Astros hanno minacciato in fondo al nono inning ma Castellanos ha salvato la giornata. Dopo che Altuve ha smistato e rubato la seconda base con una controfigura, Peña ha alzato un tiro al volo sul campo destro. Castellanos carica, scivola e prende la palla per mandare la partita ai tempi supplementari. Ciò ha permesso a Realmuto di sfidare il lanciatore di Astros Luis Garcia in cima per il 10° posto e inviare Velez a un’altra improbabile vittoria.