Gennaio 25, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Villaggio di montagna sfuggito alla malattia di Govt per 2 anni catturato da Omigran

Chi si oppone ancora alla variante Omigron? E il piccolo borgo di Ingria in pedemontana. Due anni dopo, senza che fosse registrato nemmeno un caso del governo, i suoi 45 residenti hanno saputo da due giorni che il governo è entrato nelle loro mura. È stato segnalato un caso positivo: non una tragedia, ma un ulteriore segno di grave infezione di variazione.

Il virus impiega 2 anni e 5 ondate governative per raggiungere un’altitudine di 816 metri a Ingria. Ma è! Il piccolo paese di montagna tra Torino e Asta non ha suonato le prime ore del nuovo anno quando ha registrato il suo primo caso positivo. “Fortunatamente asintomatico”, spiega il sindaco Igor de Sandis. “L’importante è che la persona stia bene e non sviluppi una forma grave della malattia”.

2 anni in verde sulle tessere ASL Piemonte

“Un giorno o l’altro accadrà”, ha detto un collega del quotidiano “La Stampa”, vicesindaco. Un’eresia che rispecchia l’opinione quasi comune nel villaggio delle cinquanta anime.

“Non è un segreto”, spiega Igor de Sandis. “Credo che fossimo l’unico paese non inquinato in Italia dove tutti i nostri anziani sono stati vaccinati per la prima volta. E quest’anno i nostri trenta cittadini hanno sempre fatto del loro meglio per rispettare i gesti di divieto”.

Ha funzionato! Negli ultimi due anni tutti i comuni del nord di Torino hanno registrato almeno un caso positivo e sono diventati rossi sulla mappa sanitaria predisposta dalla divisione crisi della Regione Piemonte: Ingria, sola contro tutti, era un’isola. “Libero dal governo”, come dicono i nostri vicini.

Le seconde case vanno e vengono ma non sono inquinate

“Eppure non siamo disconnessi dal mondo”, continua il sindaco. La nostra popolazione aumenta durante le vacanze o nei fine settimana. Con proprietari di seconde case provenienti da Torino, Milano… o dalla Francia! Da Nizza e da Parigi, molti del villaggio possiedono una casa di famiglia lì.

READ  Francia, Italia, Portogallo ... Il pass sanitario di fronte alla 4a ondata di Covit-19 raggiunge la terra

Nonostante questo mix di popolazioni, l’invincibilità di Ingria di fronte al virus durerà per 2 lunghi anni. “C’è ancora un po’ di fortuna in tutto questo”, concorda il sindaco… prima di fermarsi un attimo e riprendere i contatti: “Devo ancora ammetterlo. Poco prima della tua telefonata, mi sono reso conto di essere positivo!” Ingria!

Prova se necessario… la fortuna non è permanente per nessuno.