Giugno 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Un nuovo studio mostra che gli elefanti africani si danno nomi univoci

Un nuovo studio mostra che gli elefanti africani si danno nomi univoci

WASHINGTON – Gli elefanti africani si chiamano tra loro e rispondono ai nomi individuali – qualcosa che pochi animali selvatici fanno, secondo The Guardian. Nuova ricerca pubblicata lunedì.

I nomi fanno parte dei suoni bassi che gli elefanti possono sentire a lunghe distanze nella savana. Gli scienziati ritengono che gli animali con strutture sociali complesse e gruppi familiari che si separano e poi si riuniscono spesso potrebbero avere maggiori probabilità di utilizzare nomi individuali.

“Se ti stai prendendo cura di una famiglia numerosa, dovresti essere in grado di dire: ‘Ehi, Virginia, vieni qui!'”, ha detto Stuart Beam, un ecologo della Duke University che non è stato coinvolto nello studio.

È molto raro che gli animali selvatici si chiamino tra loro con nomi univoci. Gli esseri umani hanno nomi, ovviamente, e i nostri cani arrivano quando vengono chiamati i loro nomi. Piccoli delfini Inventano i propri nomi, chiamati fischietti caratteristici, e anche i pappagalli possono usare nomi.

Ognuna di queste specie di nomenclatura ha anche la capacità di imparare a produrre nuovi suoni unici nel corso della loro vita, un talento raro che possiedono anche gli elefanti.

A Studio dell’ecologia e dell’evoluzione naturalei biologi hanno utilizzato l’apprendimento automatico per rilevare l’uso dei nomi in una libreria audio di suoni di elefanti della savana registrati nella Riserva nazionale di Samburu in Kenya e nel Parco nazionale di Amboseli.

I ricercatori hanno seguito gli elefanti sulle jeep per osservare chi chiamava e chi sembrava rispondere, ad esempio se la madre chiamava in fretta o se chiamava un ritardatario che in seguito si univa al gruppo familiare.

Analizzando solo i dati audio, il modello computerizzato prevedeva a quale elefante sarebbe stato rivolto il 28% delle volte, probabilmente a causa dell’inclusione del suo nome. Quando sono stati forniti dati privi di significato, il modello ha etichettato in modo accurato solo l’8% delle chiamate.

READ  Biden annuncia il divieto alle importazioni statunitensi di petrolio russo: aggiornamenti in tempo reale

“Proprio come gli esseri umani, gli elefanti usano i nomi, ma probabilmente non li usano nella maggior parte delle loro vocalizzazioni, quindi non ci aspettiamo il 100%”, ha detto Mickey Pardo, autore dello studio e biologo della Cornell University.

I gorgoglii degli elefanti includono suoni al di sotto della portata dell’udito umano. Gli scienziati non sanno ancora quale parte della pronuncia sia il nome.

I ricercatori hanno testato i loro risultati riproducendo registrazioni di singoli elefanti, che rispondevano più attivamente, sbattendo le orecchie e sollevando la proboscide, alle registrazioni contenenti i loro nomi. A volte gli elefanti ignoravano completamente i suoni diretti agli altri.

“Gli elefanti sono incredibilmente socievoli, parlano sempre e entrano in contatto tra loro – forse questa nomenclatura è una delle cose che sostiene la loro capacità di comunicare con gli individui”, ha detto il coautore ed ecologo della Colorado State University George Wittmeyer, che è anche un consulente scientifico degli elefanti. Organizzazione no-profit “Salvare gli Elefanti”.

“Abbiamo appena aperto un po’ la porta alla mente dell’elefante.”