Dicembre 3, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Un magistrato afghano espulso a settembre riceve la nazionalità

Maria Bashir, famosa Magistrato afghano di 51 anni, Ha ricevuto la cittadinanza italiana questo giovedì. La prima procuratrice generale donna del paese, è stata estromessa durante una partenza dagli Stati Uniti a settembre. Questa ragazza è entrata dentro 2009 Procuratore generale della provincia di Herat, nell’Afghanistan occidentale, dove ha combattuto contro la corruzione, la violenza sulle donne ei matrimoni precoci forzati, prima di essere cacciato dai talebani.

“Era un periodo molto crudele per le donne, tutti avevano paura di andare a lavorare e anche io dovevo stare a casa. Così mi sono aperta. Una scuola sotterranea A casa, per le donne del quartiere “, ha detto in un’intervista con l’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine nel 2010. Nel 2011, ha ricevuto. Premio Internazionale Donna Coraggiosa Fornito da Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Nello stesso anno, la rivista Time lo ha inserito tra le 100 persone più influenti al mondo.

Ha lavorato a stretto contatto con “Maria Bashir”. Ufficiali italiani durante la loro permanenza nel Paese, ha contribuito al rafforzamento delle istituzioni e, più in generale, allo Stato di diritto, incoraggiando mercoledì sera il Comitato dei ministri ad approvare la decisione.

“L’Italia vuole mostrare il suo sostegno a tutte le altre donne afghane che continuano a lottare per la loro libertà e i loro diritti a caro prezzo”, ha risposto giovedì il ministro della Giustizia Marta Cordobia al suo ruolo. Maria Bashir, arrivata in Italia il 9 settembre, si è detta “grata” Ha ringraziato il presidente della Repubblica Sergio Materella per aver firmato il decreto cittadinanza. Per “questo grande onore”.

La redazione ti consiglia

READ  Ryan Air lancia un nuovo servizio dal Marocco all'Italia