Settembre 24, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Un funzionario eletto di estrema destra sospettato di aver sparato a un marocchino ammette l’incidente

La cronaca italiana ha aperto il caso “per un’ineguale azione difensiva”.

Articolo scritto da

Pubblicato

Aggiornare

Tempo di studiare: 1 minuto.

Un vicesindaco italiano di estrema destra eletto per la sicurezza a Vogera in Lombardia è sospettato di aver ucciso il Marocco durante una discussione in una piazza cittadina martedì sera, 20 luglio. Massimo Adriatic, esponente del partito La Liga ed ex comandante della polizia, è stato posto agli arresti domiciliari sotto il controllo del tribunale. Il quotidiano riporta che la procura aveva aperto un’inchiesta per “diseguale sicurezza” Repubblica (Articolo in italiano).

La vittima, un uomo marocchino di 39 anni, è stato colpito al petto. Quando il funzionario comunale eletto è intervenuto, i giornali locali hanno riferito che aveva molestato una donna fuori da un negozio di liquori a Wokhera, vicino a Pavia. Dopo che quest’ultimo ha chiamato la polizia, l’uomo ha iniziato a spingerlo via. Massimo Adriatic, che portava una pistola, dice che è stato sparato un colpo nel momento in cui è caduto a terra.

Vogera è stata eletta l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini “Vittima dell’attentato” e giocato “Per legittima difesa”. “Ha risposto accidentalmente con un colpo, che purtroppo ha ucciso uno straniero”., ha detto in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook.

Il senatore democratico (centro-sinistra) Alan Ferrari ha subito esortato Matteo Salvini a condannare i fatti. “In un Paese civile e democratico un deputato non spara a una persona”, Valuta il rappresentante eletto della regione.

READ  Chiama OM - OM: Lerola si precipita dall'Italia a Marcel!