Maggio 30, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Un esperimento sui testi di “Hotel California” ha rivelato che il manager degli Eagles ha citato “God Henley” in una telefonata

Un esperimento sui testi di “Hotel California” ha rivelato che il manager degli Eagles ha citato “God Henley” in una telefonata


Il testo scritto a mano di “Hotel California” è al centro della causa

Il manager degli Eagles una volta disse al suo biografo autorizzato che il suo libro non era stato pubblicato a causa di attriti da parte di una “rock star viziata”, secondo una registrazione ascoltata in tribunale giovedì.

“Sarà pubblicato quando Dio Henley lo dirà”, disse Irving Azoff nella stessa telefonata di un anno fa, riferendosi apparentemente al co-fondatore della band. Don Henley. “Ora tocca a Dio.”

La registrazione è apparsa su Processo penale contro tre esperti di collezionismo È accusato di aver cospirato per trattenere appunti scritti a mano e bozze di testi della mega hit “Hotel California” e di altri favoriti degli Eagles e venderli.

Il biografo Ed Sanders non fu accusato nel caso, ma fu preso in considerazione perché vendette quasi 100 pagine a uno degli imputati. Henley e i pubblici ministeri sostengono che i documenti siano stati rubati, dicendo che Sanders li ha ottenuti da casa di Henley per fare ricerche sul libro ed è stato obbligato a restituirli agli Eagles.

Gli imputati Edward Kosinski, Craig Inciardi e Glenn Horowitz si sono dichiarati non colpevoli.

L'ex curatore della Rock & Roll Hall of Fame Craig Inciardi, a sinistra, il commerciante di cimeli Edward Kosinski, al centro, e il commerciante di libri rari Glenn Horowitz prendono posto al tavolo degli imputati in tribunale il 21 febbraio 2024, a New York.

Maria Altafer/AP


Il libro mai pubblicato è un attore secondario nel caso legale. Ma le testimonianze sul libro hanno fatto luce sulle dinamiche interpersonali e sugli obiettivi reputazionali degli Eagles nel periodo dello scioglimento del gruppo nel 1980.

Giovedì ha offerto uno sguardo dietro le quinte del mondo della musica e degli affari, e del manager di lunga data che Henley una volta chiamava – affettuosamente – “il nostro diavolo”.

Azoff è il manager personale degli Eagles, una delle band di maggior successo nella storia del rock, dal 1973 circa. Ha diretto molti altri musicisti famosi, ha prodotto la classica commedia per adolescenti del 1982 “Fast Times at Ridgemont High” ed è stato per un certo periodo amministratore delegato di una società di gestione dei biglietti.

Nel 1979, mentre gli Eagles si avvicinavano alla fine del decennio che li aveva portati alla celebrità, assunsero Sanders per scrivere un'autobiografia. Lo scrittore, che ha anche co-fondato il gruppo rock controculturale degli anni '60 The Fugs, è autore di un popolare libro sul leader di una setta omicida Charles Manson.

“Rockstar viziata”

Azoff ha testimoniato mercoledì che quando Sanders consegnò il manoscritto degli Eagles all'inizio degli anni '80, il co-fondatore di Henley e Eagles Glenn Frey si sentì “molto deluso”. Azoff ha detto di aver trovato “inaccettabile” la discussione contenuta nella bozza dello scioglimento degli Eagles e che la band non ha mai permesso la pubblicazione perché il libro “non era molto buono”.

“Per me, non ha catturato l'essenza del divertimento della storia”, ha aggiunto Azoff giovedì sul banco dei testimoni, spiegando che gli Eagles stanno “inseguendo il sogno americano e quanto siano stati importanti nel rendere la California meridionale una Mecca per Amore americano.” musica.”

“Qualcun altro avrebbe potuto pensare che fosse abbastanza buono, ma noi non pensavamo che fosse buono per gli Eagles”, ha detto.

Il manager degli Eagles Irving Azoff lascia la Corte Suprema dopo aver testimoniato, mercoledì 21 febbraio 2024 a New York.

Maria Altafer/AP


Uno degli avvocati di Kosinski ha poi fatto ascoltare una registrazione in cui Azoff dichiarava di essere “molto, molto soddisfatto” del libro.

Una registrazione della telefonata tra Azoff e Sanders non era datata ma sembra risalire agli anni '80. La difesa ha detto che l'impiegato lo ha registrato.

In altri punti della telefonata, Azoff ha osservato che Frye non aveva problemi con il manoscritto e che “gli accordi erano stati conclusi”, ma c'era ancora un intoppo.

“Ed, sei stato fantastico. Il libro sta uscendo, è solo che qui ho una rock star coccolata”, ha detto Azoff.

Quando gli è stato chiesto sul banco dei testimoni chi fosse la “rock star viziata”, Azoff ha detto: “Forse tutti”.

“Sei d'accordo di aver detto al signor Sanders che il libro sarebbe stato pubblicato quando 'God Henley' avesse detto che era possibile?” ha chiesto l'avvocato Scott Edelman in un altro punto.

“Sono stato io o il diavolo a dirglielo”, ha scherzato Azoff.

Azoff “può essere il diavolo, ma è il nostro diavolo”, ha detto Henley nel discorso di introduzione degli Eagles nel 1998 alla Rock and Roll Hall of Fame. Quando gli è stato chiesto durante la sua testimonianza di mercoledì riguardo a questa osservazione, Azoff ha risposto: “Ha sentito parlare di umorismo, signore?”

Nonostante la telefonata registrata, Azoff ha detto giovedì di non ricordare alcun contratto editoriale per una biografia degli Eagles, e ha detto che anni di riscrittura non hanno prodotto un libro che la band fosse disposta ad accettare.

“Ci sono stati molti cambiamenti di posizione, ma alla fine penso che sia stato il signor Fry a fermare il lavoro”, ha detto il manager. Fry è morto nel 2016.

Horowitz, Inciardi e Kosinski sono accusati di aver ingannato le case d'asta e di aver tentato di respingere Henley fornendo false spiegazioni su come Sanders ha ottenuto i documenti.

Horowitz, un commerciante di libri rari che ha mediato accordi per collocare grandi archivi in ​​istituzioni, ha acquistato le bozze del testo di una canzone degli Eagles da Sanders per $ 50.000 nel 2005.

Horowitz in seguito lo vendette per $ 65.000 a Inciardi, allora amministratore della Rock Hall of Fame, e Kosinski, che possedeva un sito di aste di cimeli rock.

Dopo che nel 2012 il sito web di Kosinski conteneva quattro pagine di testi di “Hotel California”, Henley ne ha denunciato il furto ma alla fine l'ha acquistato per $ 8.500. Dopo che altri fogli di quella canzone e “Life in the Fast Lane” furono messi all'asta nel 2014 e nel 2016, Henley si rifiutò di negoziare ulteriori riacquisti e si rivolse nuovamente alle autorità, secondo i pubblici ministeri e Azoff.

Gli avvocati della difesa affermano che Henley ha dato a Sanders i documenti. La difesa sostiene che lo scrittore era il legittimo proprietario quando le ha vendute, e lo stesso vale per gli imputati quando hanno acquistato le pagine.

Sanders non ha testimoniato e sembra improbabile che lo faccia. Non ha risposto a un messaggio in cui chiedeva commenti sul caso e le e-mail inviategli sono state restituite.

Testo e significato di Hotel California

Fry e Henley scrissero il testo di “Hotel California” nel 1976 in una casa affittata appositamente a Beverly Hills, dal momento che la propensione di Henley a prendersela con Fry “li avrebbe fatti impazzire” se lavorassero nelle loro case, ha testimoniato Azoff.

Ha aggiunto che Henley ha scritto la maggior parte della scrittura, con Fry che tendeva a offrire suggerimenti come la frase “Life in the Fast Lane”, che divenne il titolo di una canzone di successo.

Nel 2016 è stato co-conduttore di “CBS Mornings”. chiese Gayle King a Henley Sul significato di “Hotel California”.

“Beh, dico sempre che è un viaggio dall'innocenza all'esperienza. Non riguarda proprio la California, riguarda l'America”, ha detto Henley. “Riguarda il lato oscuro del sogno americano. Riguarda gli eccessi, il narcisismo. Riguarda il business della musica. Riguarda molte differenze… Potrebbe avere un milione di interpretazioni.”

La canzone vincitrice del Grammy Award rimane una pietra di paragone per le radio rock classiche e per molte playlist personali. La società di dati di intrattenimento Luminate ha contato più di 220 milioni di stream e 136.000 trasmissioni radiofoniche per “Hotel California” negli Stati Uniti lo scorso anno.

Si prevede che Henley testimonierà. Gli avvocati della difesa hanno indicato che intendono chiedergli quanto chiaramente ricordi i suoi rapporti con Sanders e i fogli dei testi in un momento in cui la rock star viveva lui stesso “una vita nella corsia di sorpasso”.

Nel 2016, Henley ha detto a Gayle King che la band viveva già quello stile di vita negli anni '70.

“Sì… lo facevano tutti. Erano gli anni '70.” Ha detto Henley. “Questo è quello che facevano tutti, il che non lo rende necessariamente giusto. E sai, guardando indietro, ci sono alcuni rimpianti a riguardo. Forse avremmo potuto essere più produttivi… anche se siamo stati molto produttivi, considerando Consideration.


Don Felder suona “Hotel California” al Met

READ  Uno YouTuber ha appena rivelato il primo episodio della serie americana Sailor Moon