Maggio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

SpaceX lancia astronauti provenienti da Stati Uniti, Russia ed Emirati Arabi Uniti verso una stazione spaziale

SpaceX lancia astronauti provenienti da Stati Uniti, Russia ed Emirati Arabi Uniti verso una stazione spaziale

Cape Canaveral, Florida (AP) – SpaceX ha lanciato giovedì quattro astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale per la NASA, inclusa la prima persona del mondo arabo a salire da mesi.

Il razzo Falcon è decollato dal Kennedy Space Center poco dopo la mezzanotte, illuminando il cielo notturno mentre si dirigeva verso la costa orientale.

Quasi 80 spettatori provenienti dagli Emirati Arabi Uniti hanno assistito dal sito di lancio mentre l’astronauta Sultan Al Neyadi – solo il secondo degli Emirati a volare nello spazio – è partito per la sua missione di sei mesi.

Dall’altra parte del mondo, a Dubai e altrove negli Emirati Arabi Uniti, scuole e uffici stanno trasmettendo il lancio in diretta.

A bordo della capsula Dragon che dovrebbe arrivare alla stazione spaziale venerdì: Stephen Bowen della NASA, un sommozzatore in pensione della Marina che ha registrato tre voli dello Space Shuttle, Warren “Woody” Hoburg, un ex ricercatore del MIT e debuttante astronauta, e Andrei Fedyaev, un rookie Cosmonauta in pensione dell’aeronautica russa.

“Benvenuto in orbita”, ha detto alla radio di SpaceX Launch Control, osservando che il decollo è avvenuto quattro anni dopo il primo volo di prova orbitale della capsula. “Se ti è piaciuto il tuo viaggio, non dimenticare di darci cinque stelle.”

Il primo tentativo di lanciarlo lunedì è stato annullato All’ultimo minuto a causa di un filtro intasato nel sistema di accensione del motore.

“Potrebbe aver impiegato il doppio del tempo, ma ne è valsa la pena”, ha detto Bowen.

Il lancio di giovedì ha potenziato il cielo notturno mostrando già una congiunzione di Venere e Giove, ha detto il capo della missione della NASA per le operazioni spaziali, Kathy Lueders. I due pianeti sono apparsi in tandem per tutta la settimana e sembrano avvicinarsi sempre di più.

READ  Gli scienziati scoprono il cranio di un predatore gigante molto prima che esistessero i dinosauri: ScienceAlert

“Abbiamo aggiunto una nuova stella luminosa al cielo notturno quella notte”, ha detto ai giornalisti.

I nuovi arrivati ​​sulla stazione spaziale sostituiranno l’equipaggio americano, russo e giapponese che si trova lì da ottobre. Gli altri residenti della stazione sono due russi e un americano la cui permanenza è stata raddoppiata di sei mesi, fino a settembre, dopo la fuoriuscita della capsula Soyuz. Il sostituto della Soyuz è arrivato lo scorso fine settimana.

Al Neyadi, un ingegnere delle comunicazioni, ha ringraziato tutti in arabo e poi in inglese una volta raggiunta l’orbita. “Il lancio è stato incredibile”, ha detto.

Ha servito come posizione di riserva per il primo astronauta degli EmiratiHazaa Al Mansouri, che nel 2019 si è imbarcata su un razzo russo verso la stazione spaziale per una visita di una settimana. Il consorzio ricco di petrolio ha pagato per il posto del club sul volo SpaceX.

Il ministro della pubblica istruzione e della tecnologia avanzata degli Emirati Arabi Uniti, Sarah Al Amiri, ha affermato che il lungo periodo “ci fornisce un nuovo posto per la scienza e la scoperta scientifica per il paese”.

“Non vogliamo andare nello spazio e quindi non abbiamo molto da fare lì o non abbiamo alcun impatto”, ha dichiarato Salem Al Marri, direttore generale dell’Emirates Space Center di Dubai.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno già un veicolo spaziale in orbita attorno a Marte e un piccolo rover sta volando verso la luna su un lander giapponese. Due nuovi astronauti degli Emirati Arabi Uniti si allenano con i nuovi astronauti della NASA a Houston.

Il principe saudita Sultan bin Salman è stato il primo arabo ad andare nello spazio, lanciato a bordo della navetta Discovery nel 1985. È stato seguito due anni dopo dall’astronauta siriano Muhammad Faris, lanciato dalla Russia. Entrambi sono nello spazio da circa una settimana.

READ  I ricercatori rivelano il segreto dietro la valanga della Groenlandia

Neyadi sarà raggiunto da due astronauti sauditi questa primavera che si recheranno alla stazione spaziale con un breve volo SpaceX privato pagato dal loro governo.

“Sarebbe davvero eccitante, davvero divertente”, ha detto la scorsa settimana, “avere tre arabi nello spazio contemporaneamente”. “Anche il nostro distretto ha fame di saperne di più”.

Prende molte storie da condividere con i suoi colleghi, specialmente durante il Ramadan, il mese sacro musulmano che inizia questo mese. Per quanto riguarda il digiuno del Ramadan nell’arca, ha detto che il digiuno non è obbligatorio perché lo indebolisce e ne mette in pericolo il messaggio.

Bowen, il comandante dell’equipaggio, ha affermato che i quattro hanno svolto con successo i loro compiti di squadra nonostante le differenze tra i loro paesi. Anche con la tensione per la guerra in Ucraina, Stati Uniti e Russia hanno continuato a lavorare insieme sulla stazione spaziale e sui posti commerciali sui voli lì.

“È fantastico avere l’opportunità di volare con questi ragazzi”, ha detto Bowen.

___

La sezione Health and Science dell’Associated Press riceve il sostegno del gruppo Science and Education Media dell’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.