Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Scoperta una piccola tartaruga travestita da fossile vegetale

Scoperta una piccola tartaruga travestita da fossile vegetale

Inizialmente il fossile era stato interpretato come una pianta, ma ora i ricercatori hanno scoperto che si tratta dell’interno del guscio di una piccola tartaruga. Fotografia: Fabiani Herrera e Hector Palma Castro

I ricercatori hanno chiamato il fossile “Turtwig” in onore del Pokémon metà tartaruga e metà pianta.

Dagli anni ’50 agli anni ’70, un prete colombiano di nome Padre Gustavo Huertas raccolse rocce e fossili vicino a una città chiamata Villa de Livia. Due degli esemplari rinvenuti erano piccole rocce rotonde decorate con linee simili a foglie. Lo classificò come un tipo di pianta fossile. Ma in un nuovo studio pubblicato sulla rivista Fossili elettroniciI ricercatori hanno riesaminato questi fossili “vegetali” e hanno scoperto che non si trattava affatto di piante: ma piuttosto di resti fossilizzati di piccole tartarughe.

“È stato davvero sorprendente trovare questi fossili”, afferma Hector Palma Castro, studente di paleobotanica presso l’Università Nazionale della Colombia.

Huertas descrisse le piante in questione nel 2003 come: Sphenophyllum columbianum. I fossili provengono da tempi antichi Periodo Cretaceo Le rocce, tra 132 e 113 milioni di anni fa, durante l’era dei dinosauri. scavi Sphenophyllum columbianum Era sorprendente in quel momento e in quel luogo – altri membri conosciuti della razza Sfenofillo Morì più di 100 milioni di anni fa. L’età e la posizione delle piante hanno incuriosito Fabiani Herrera, assistente curatore delle piante fossili al Field Museum di Chicago, e la sua studentessa Palma Castro.

Identità sbagliata

“Siamo andati alla collezione paleontologica dell’Università Nazionale della Colombia a Bogotá e abbiamo iniziato a osservare le piante e, una volta fotografate, abbiamo pensato: ‘È strano'”, dice Herrera, che ha collezionato piante del Cretaceo inferiore. Dal Sud America nordoccidentale, una regione del mondo con poche opere botaniche antiche.

READ  Un fiore fossile intrappolato nell'ambra con un'identità sbagliata per 150 anni

A prima vista, i fossili, di circa 2 pollici di diametro, sembravano noduli rotondi contenenti foglie di piante conservate. Sfenofillo. Ma Herrera e Palma Castro notarono caratteristiche chiave che non erano del tutto corrette.

Guscio di tartaruga fossile con sovrapposizione grafica

Un disegno che evidenzia le costole e le ossa della schiena, sovrapposte al fossile. Crediti: Fotografia di Fabiani Herrera e Hector Palma Castro; Dipinto da Edwin Alberto Cadena e Diego Competa Romero.

“Abbiamo trascorso giorni a cercare piante fossili negli armadietti di legno. Quando finalmente abbiamo trovato questo fossile, decifrare la forma e i bordi della foglia è stato difficile”, afferma Palma-Castro.

“Quando lo guardi in dettaglio, le linee sui fossili non sembrano le vene di una pianta, ed ero sicuro che probabilmente si trattasse di ossa”, dice Herrera. Così si è rivolto a un vecchio collega, Edwin Alberto Cadena.

“Mi hanno mandato delle foto e ho detto: ‘Sembra proprio un carapace’, il guscio osseo superiore di una tartaruga”, dice Cadena, un paleontologo che si concentra sulle tartarughe e altre creature. Vertebrati All’Università del Rosario di Bogotà. Quando ha visto le dimensioni delle foto, Cadena ricorda: “Ho detto: ‘Bene, è fantastico, perché non solo è una tartaruga, ma è anche un esemplare molto piccolo.’

Cadena e il suo studente Diego Competa Romero dell’Università Nazionale della Colombia hanno esaminato i campioni e li hanno confrontati con i gusci di tartaruga fossili e moderni. “Quando abbiamo visto l’esemplare per la prima volta, sono rimasto stupito, perché al fossile mancavano i segni tipici che si trovano all’esterno del guscio di una tartaruga”, dice Competa-Romero. Era un po’ concavo, come una ciotola. In quel momento ci siamo resi conto che la parte visibile del fossile era l’altro lato del carapace e stavamo osservando la parte del guscio interna alla tartaruga.

READ  Gli scienziati raggiungono 5 pianeti al di fuori del nostro sistema solare

I dettagli nelle ossa della tartaruga hanno aiutato i ricercatori a stimare la sua età al momento della morte. “Le tartarughe hanno tassi di crescita e dimensioni diverse”, afferma Competa-Romero, quindi il team ha esaminato caratteristiche come lo spessore del loro carapace e i punti in cui le loro costole erano fuse insieme per formare ossa solide. “Si tratta di una caratteristica insolita nei pesci giovani, ma si osserva anche nei giovani. Tutte queste informazioni suggeriscono che la tartaruga potrebbe essere morta con un carapace leggermente sviluppato, tra 0 e 1 anno di età, in una fase successiva alla schiusa.”

L’importanza della scoperta

“Trovare cuccioli di tartaruga fossili in generale è davvero raro”, afferma Cadena. “Quando le tartarughe sono molto giovani, le ossa nei loro gusci sono molto sottili, quindi possono essere facilmente distrutte.”

La rarità dei cuccioli di tartaruga fossilizzati rende importante la loro scoperta, dicono i ricercatori. “Queste tartarughe sono probabilmente altri parenti del Cretaceo Classificare “Erano alti fino a quindici piedi, ma non sappiamo molto su come siano effettivamente cresciuti fino a raggiungere dimensioni così gigantesche”, dice Cadena.

I ricercatori non incolpano Padre Huertas per il suo errore, poiché le conchiglie conservate assomigliano effettivamente a molte piante fossili. Ma le caratteristiche che Huertas pensava fossero foglie e steli sono in realtà ossa costali e vertebre modificate che compongono il guscio della tartaruga. Competa Romero e Palma Castro hanno chiamato gli esemplari “Turtwig”, in onore di un Pokémon che è metà tartaruga e metà pianta.

“Nel mondo dei Pokemon, incontri il concetto di combinare due o più elementi, come animali, macchine, piante, ecc. Quindi, quando hai un fossile inizialmente classificato come pianta che si rivela essere un cucciolo di tartaruga, un pochi Pokemon vengono subito in mente.” Questo caso, Turtwig, una piccola tartaruga con una foglia attaccata alla testa”, dice Palma Castro. “In paleontologia, la tua immaginazione e la tua capacità di stupire sono sempre messe alla prova. Tali scoperte sono davvero speciali perché non solo ampliano la nostra conoscenza del passato, ma aprono anche una finestra su diverse possibilità che possiamo scoprire.

READ  Makenzie Lystrup della NASA presta giuramento sul "Pale Blue Dot" di Sagan

Rivalutazione delle collezioni storiche

Gli scienziati sottolineano anche l’importanza di questi fossili nel più ampio schema della paleontologia colombiana. “Abbiamo risolto un piccolo mistero riguardante le piante antiche, ma, cosa ancora più importante, questo studio mostra la necessità di riesaminare le collezioni storiche in Colombia. Il Cretaceo inferiore è un momento critico nell’evoluzione delle piante terrestri, in particolare per le piante da fiore e le gimnosperme, ” dice Herrera. “Il futuro è scoprire le foreste che crescono in questa parte del mondo.”

Riferimento: “Sphenophyllum del Cretaceo inferiore o una tartaruga schiusa?” Scritto da Hector D. Palma Castro, Diego A. Competa Romero, Edwin Alberto Cadena, Monica R. Carvalho e Fabiani Herrera, dicembre 2023, Fossili elettronici.
doi: 10.26879/1306

Questo progetto è stato sostenuto dal National Geographic Society Grant (EC-96755R-22) per la scoperta delle piante del Cretaceo inferiore del Nord America del Sud e dal Negaune Integrative Research Center, The Field Museum.