Febbraio 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Quanto è probabile uno scambio Bulls-Lakers?  Ultime notizie su Zach LaVine, DeMar DeRozan e Alex Caruso

Quanto è probabile uno scambio Bulls-Lakers? Ultime notizie su Zach LaVine, DeMar DeRozan e Alex Caruso

I Los Angeles Lakers e i Chicago Bulls sono legati da oltre un mese.

Il 14 novembre, L’atleta ha riferito che c’è “una crescente apertura” da parte dei Bulls e Zach LaVine nell’esplorare uno scambio con i Lakers tra i pretendenti attesi. E in un pezzo successivo, L’atleta È stato riferito che i Lakers hanno più interesse ad acquisire DeMar DeRozan e Alex Caruso se uno dei due giocatori diventa disponibile.

Con i Lakers e i Bulls che giocavano mercoledì sera allo United Center, i Lakers si sono uniti con lo scrittore beat Jovan Buha e i Bulls si sono uniti con lo scrittore beat Darnell Mayberry per una discussione avanti e indietro sulla situazione.

Ecco cosa hanno sentito, come potrebbe essere il pacchetto e cosa pensano che accadrà.


Jovan Buha: Ehi Darnell, grazie per averlo fatto. Qual è l’ultima notizia che hai sentito da Chicago riguardo ad un potenziale scambio con i Lakers?

Darnell Mayberry: Tutti i segnali indicano che queste squadre alla fine troveranno un terreno comune su un accordo adatto a entrambe le parti. La compatibilità come partner commerciali era chiara già prima. Ma con il passare della stagione, sembra imperativo che si riuniscano in uno scambio.

Dal lato dei rialzisti, l’ostacolo più grande è il prezzo richiesto per LaVine o, come ho già detto, DeRozan o Caruso. LaVine sarebbe la loro prima scelta per un trasloco. Ha un contratto enorme che sarà impossibile per lui mantenere finché i Bulls perdono, e con LaVine, i Bulls sono rimasti bloccati nel fango per gran parte delle sette stagioni.

Ora che è di dominio pubblico che LaVine e il franchise sono disposti a porre fine alla loro partnership, Chicago non sembra avere molta influenza. Il solo contratto di LaVine – è alla seconda stagione di un contratto quinquennale da 215 milioni di dollari – sarà difficile da assorbire per la maggior parte delle squadre e si prevede che limiterà le offerte commerciali a disposizione dei Bulls.

Il problema è che il front office di Chicago si è rapidamente guadagnato la reputazione di sopravvalutare il suo valore nelle discussioni commerciali. Questo potrebbe essere il più grande ostacolo al successo dei Bulls e dei Lakers. Fino a questo punto, Chicago ha richiesto un valore più elevato per le parti non ottimali. Ma dopo tre stagioni fallite, il tempo è scaduto per la fiducia dei Bulls nella continuità. Il commercio è imminente. È solo una questione di quanto possono offrire i Lakers.

Vai più in profondità

I Los Angeles Lakers e i Chicago Bulls sono partner commerciali naturali?

Ci sono molti fan come Austin Reeves a Chicago, Govan. Quanto vogliono LaVine i Lakers?

Booha: Non è cambiato molto sul fronte Lakers. Rimangono pazienti e utilizzano le prossime settimane per identificare i buchi nel loro elenco e la quantità di aggiornamenti di cui avranno bisogno.

Da quanto ho capito, i Lakers continuano a favorire DeRozan e/o Caruso visti i loro contratti, come riportato in precedenza. I Lakers hanno favorito la flessibilità anno per anno rispetto al libro paga a lungo termine sin dal lancio del campionato nel 2020, soprattutto dopo la disastrosa cessione di Russell Westbrook. DeRozan ha un contratto da 28 milioni di dollari in scadenza. Caruso sta guadagnando 9,5 milioni di dollari in questa stagione e 9,9 milioni di dollari la prossima, entrambi numeri favorevoli alla squadra considerando che è una delle migliori guardie difensive del campionato. Allo stesso tempo, LaVine rappresenta un impegno significativo per un giocatore che è stato nella migliore delle ipotesi una superstar.

READ  Attacco arbitro in Florida: arrestato il padre di un atleta della Liberty High School

Naturalmente, LaVine è un cliente di Klutch Sports e questo fattore non può essere trascurato. La partnership tra i Lakers e la Clutch, la potente agenzia guidata dall’amico d’infanzia di LeBron James, Rich Paul, è stata reciprocamente vantaggiosa negli ultimi cinque anni. I Lakers avevano comprensibilmente un’affinità con i giocatori di Klutch durante il mandato di James, e attualmente ne hanno quattro nel loro roster (James, Anthony Davis, Cam Reddish e Jared Vanderbilt. James è anche un fan di lunga data di LaVine, così come DeRozan, per quello che egli merita.

Per LaVine in particolare, penso che i Lakers prenderebbero in considerazione un accordo incentrato su D’Angelo Russell, ma non credo che offrirebbero più di una combinazione di riempitivi salariali (Rui Hachimura e/o Gabe Vincent), un giovane giocatore. Un prospect (Max Christie o Jalen Hood-Schivino) e una scelta protetta (prima scelta del 2029 o del 2030). Per intenderci, i Lakers lotteranno per mantenere Hachimura e Christie. Ma considero questa offerta la più alta a cui sarebbero disposti a rinunciare.

Tuttavia, non penso che vogliano superare se stessi e avrebbero bisogno di un altro corteggiatore per aumentare la loro offerta oltre il pacchetto minimo. Sentono che farebbero un favore ai Bulls togliendo lo stipendio di LaVine dai loro libri contabili e iniziando una ricostruzione se i Bulls alla fine andassero in quella direzione.

Vai più in profondità

Ciò che sento in Zach LaVine sono i prossimi passi dei Kings; Lauri Markkanen è collegato

Los Angeles non è interessata a scambiare Austin Reeves con LaVine, come riportato. Dopo un inizio difficile per i suoi standard, che includeva un passaggio in panchina, Reeves ha riacquistato la produzione della scorsa stagione, segnando 20 o più punti in cinque delle ultime sette partite (incluso il campionato del torneo intraseason).

Potrei vedere un’offerta o un quadro simile a un accordo DeRozan, o anche a un pacchetto combinato DeRozan-Caruso, con i giocatori coinvolti adeguati allo stipendio. I Lakers hanno una sola scelta in movimento al primo turno.

Cosa pensi che Chicago voglia da Los Angeles? Qualcosa come quello che hai chiesto sembra realistico?

Mayberry: La mancanza di interesse a livello di campionato per LaVine rappresenta un raro esempio di una squadra che subisce un’importante estensione del contratto, solo per non essere in grado di scambiare tale contratto in futuro. La maggior parte delle persone concorda sul fatto che LaVine abbia guadagnato l’importo massimo del suo contratto e che sia stato intelligente da parte dei Bulls trattenerlo due estati fa. Ma ciò è avvenuto con la consapevolezza che uno scambio sarebbe sempre stato possibile se le cose non avessero funzionato. Se i Lakers non vogliono acquisire LaVine, i Bulls potrebbero essere lasciati a capirlo con la loro stella frustrata.

Nel frattempo, il recente gioco forte dei Bulls ha mostrato al management della squadra (e a chiunque sia interessato) quanto Chicago sia migliore senza LaVine. I Bulls sono stati 6-3 nelle ultime nove partite, hanno un punteggio netto di più 3,1 e hanno superato gli avversari di 31 punti in quell’arco di tempo. Stanno crescendo i sussurri sul fatto che i Bulls abbiano bisogno di LaVine.

Per quanto riguarda il vostro potenziale quadro di accordo, ai rialzisti non piacerà, ma è il tipo di accordo che potrebbero dover accettare. Le squadre non si inciampano l’una nell’altra in una corsa per scambiare LaVine. DeRozan, che continua a esibirsi ad alto livello, compirà 35 anni la prossima estate e sta cercando un importante prolungamento. Ancora una volta, i tori non possono essere selettivi. Le loro opzioni sono riorganizzarsi ora e raccogliere alcune risorse, anche se imperfette, finché possono, oppure restare fedeli allo status quo e lasciare che giocatori importanti camminino per quasi nulla, mentre la squadra rimane fuori dai giochi.

Questo dilemma dovrebbe costringere i Bulls a essere flessibili riguardo ai giocatori da inserire nell’accordo, anche se la prestazione stellare di Coby White potrebbe far riflettere i Bulls due volte prima di includere Russell. La questione più importante è la scelta al draft a lunga distanza. Fino a questo punto, i rialzisti non sono stati interessati al capitale a lungo termine (o a breve termine, se è per questo). Il front office dei Bulls non ha mostrato molto interesse per la pianificazione a lungo termine. Adesso è un team di gestione redditizio. La mancanza di capitale immediato da parte dei Lakers potrebbe essere un fallimento. Ma i rialzisti non hanno molte opzioni migliori.

Con un potenziale scambio di queste dimensioni, immaginate che le due squadre avrebbero bisogno di una terza o addirittura di una quarta squadra per accontentare tutte le parti? Ho la sensazione che vedremo una certa complessità finché questo accordo non sarà completato.

Booha: Siamo d’accordo. Penso che questo sia dove probabilmente andrebbe a finire se accadesse: un accordo a tre o anche quattro squadre.

Naturalmente, più team sono coinvolti, più pezzi si muovono e maggiore è la sfida nel soddisfare tutte le parti. Ma ho potuto immaginare che Russell venisse reindirizzato a una terza squadra disposta a migliorare la zona di difesa iniziale in cambio di capitali nel draft più immediati. Anche se Russell è stato in crisi ultimamente, ha ancora una media di 15,8 punti e 6,3 assist per andare insieme al 39,3% da 3 punti. Il suo tiro e la sua regia potrebbero aiutare un attacco esordiente che ha bisogno di una spinta.

Non vedo una squadra chiara che si adatti alle esigenze in questo momento, ma c’è tutto il tempo – circa sei settimane – tra oggi e la scadenza commerciale dell’8 febbraio. Le squadre subiranno infortuni, scivoleranno e scenderanno in classifica. Al momento ci sono più acquirenti che venditori, ma almeno un certo numero di venditori emergerà.

Vai più in profondità

“Il cielo è il limite”: come i Lakers hanno progettato un progetto per i playoff durante la loro corsa al campionato in-season

Dove sono le stronzate con Caruso? Non sono sicuro che NBA Twitter possa gestire la zona di difesa di Caruso-Reaves, ma sono sicuro che i Lakers adorerebbero riunirlo al loro ex playmaker. È stato segnalato Il prezzo richiesto è alto quanto diverse scelte al primo turno (al tuo punto sui Bulls che chiedono la luna e sopravvalutano il valore dei loro giocatori). Non sono del tutto sicuro che lo capiranno, certamente non dai Lakers. Ma sono aperti a scambiarlo? E questo potrebbe trasformarsi in una vendita allo scoperto se scambiassero prima LaVine?

READ  La leggenda del calcio brasiliano Pelé muore all'età di 82 anni

Mayberry: I Bulls adorano tutto di Caruso, ed è giusto che sia così. È intoccabile. Ma rappresenta un collegamento vitale con una squadra determinata a vincere adesso.

Il trading di Caruso andrebbe contro tutto ciò che i rialzisti dicono di voler costruire come organizzazione. È il tipo di giocatore che aiuta una franchigia a stabilire e mantenere la propria cultura. Chicago dovrebbe iniziare a vendere allo scoperto nel momento in cui viene scambiato Caruso, non LaVine.

Il prezzo richiesto dai Bulls per Caruso sembra alto, ma dice tutto ciò che devi sapere su cosa significa per il franchise. Non ci sono molti Alex Carouso in giro. Aggiungete a ciò il contratto favorevole alla squadra di cui ho parlato, e Caruso si classifica facilmente come il miglior acquisto dei Bulls dall’arrivo del suo nuovo team dirigenziale nel 2020. All’improvviso, diventa più facile capire la loro infatuazione e perché i Bulls sono riluttanti a lasciarlo andare.

Due controargomentazioni degne di nota sono la storia degli infortuni di Caruso e la mediocrità dei Bulls. Caruso è apparso solo in 130 delle 193 partite possibili con i Bulls. È ovvio che i Bulls otterranno ciò che possono prima o poi se perdono costantemente e Caruso non riesce a rimanere in salute.

Booha: La controargomentazione sottolinea il problema centrale dell’accordo Lakers-Bulls: i Bulls non hanno ancora una direzione chiara, e i Lakers hanno risorse relativamente limitate per invogliare i vertici di Chicago a premere il grilletto. Sia che i Bulls vogliano un pacchetto vincente per ricominciare la loro stagione o un pacchetto di ricostruzione per aiutarli a demolirla, i Lakers potrebbero essere superati da un contendente rivale.

C’è anche la questione se i Lakers abbiano bisogno di LaVine. L’attacco al 24esimo posto in classifica della lega potrebbe sfruttare il dinamismo offensivo di LaVine, ma la zona di difesa LaVine-Reaves presenterebbe molti degli stessi problemi che hanno impedito ai Lakers di utilizzare la zona di difesa Russell-Reaves più insieme. L’identità dei Lakers si basa sulle dimensioni e sulla difesa, e hanno bisogno di giocatori che si adattino a quello stampo.

In definitiva, penso che un accordo sia meno probabile di quanto suggerisca la recente pubblicità. A meno che i Lakers non siano l’unico corteggiatore di LaVine, ci saranno offerte migliori sul tavolo. Inoltre, non penso che i Lakers eguaglierebbero il prezzo alto pagato dai Bulls per Caruso, se ai Bulls piacesse scambiare per lui. DeRozan è l’obiettivo più realistico, ma il domino di LaVine probabilmente cadrà prima che i Bulls prendano in considerazione lo spostamento di DeRozan. Credo che scendere a compromessi su Reeves, scegliere protezioni e risorse giovani potrebbe impedire alle due parti di trovare un terreno comune.

Sono scettico che si possa raggiungere un accordo tra questi due franchise. Penso che LaVine finisca per restare o andare da qualche altra parte.


Vai più in profondità

NBA Trade Board: le ultime novità sugli obiettivi principali in vista della scadenza

(Foto in alto: Gary A. Vasquez/USA Today)