Aprile 16, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Manifestanti bancari nella provincia cinese di Henan sono stati attaccati da gruppi in borghese

Manifestanti bancari nella provincia cinese di Henan sono stati attaccati da gruppi in borghese

Centinaia di clienti di banche rurali nella provincia dell’Henan, nella Cina centrale, sono stati invasi, picchiati e trascinati via da un gruppo di uomini non identificati domenica mentre protestavano contro la corruzione del governo locale nel mezzo di un blocco durato mesi dei loro depositi.

Da metà aprile, i depositanti hanno fatto pressioni sulle autorità dell’Henan affinché aiutassero a recuperare i risparmi da almeno quattro piccole banche “di villaggio” che hanno interrotto i prelievi. La campagna ha attirato l’attenzione nazionale il mese scorso dopo che una manifestazione programmata nella capitale dell’Henan, Zhengzhou, è stata sventata da codici sanitari digitali misteriosamente diventati rossi. Dopo una protesta a livello nazionale per l’uso improprio del sistema anti-coronavirus, il governo centrale è intervenuto e ha punito cinque funzionari locali.

Durante il fine settimana, i depositanti hanno riprovato, questa volta con codici “verdi” validi. All’alba di domenica, secondo i video dell’incidente condivisi sui social media cinesi, centinaia di manifestanti hanno alzato striscioni per presunta corruzione sulle scale della filiale locale della Banca popolare cinese, compresi striscioni in lingua inglese che dichiaravano “Nessun deposito. Nessun essere umano diritti”.

Come l’imponente “schema Ponzi” cinese ha attratto gli investitori

Un altro striscione diceva: “I sogni cinesi di avere 400.000 depositanti nell’Henan sono infranti”, un riferimento allo slogan del presidente Xi Jinping che promette una vita migliore per coloro che lavorano sodo e rimangono fedeli al Partito Comunista Cinese. Molti hanno sventolato bandiere nazionali cinesi.

Hanno anche accusato il governo di collaborare con la “mafia” per reprimere violentemente le proteste. Non è chiaro esattamente il motivo per cui le banche hanno congelato i prelievi, ma la polizia sta attualmente indagando su Henan New Fortune Group, azionista di quattro banche, sospettato di raccolta fondi illegale, secondo i media locali.

READ  L’Iran sequestra la petroliera Saint Nicholas vicino all’Oman

È normale che la polizia in Cina sia presente a eventi sensibili senza uniforme e indossa invece badge prefabbricati. Durante precedenti procedimenti legali per avvocati cinesi per i diritti umani, giornalisti e diplomatici stranieri che si radunavano fuori dall’aula del tribunale sono stati talvolta spinti da individui non identificati che indossavano identici distintivi gialli con faccina sorridente.

Le dimostrazioni insolitamente audaci sono state accolte da dozzine di agenti di polizia in uniforme e da una squadra di uomini dei pesi massimi vestiti per lo più di bianco, arrivati ​​tutti insieme. I video degli incidenti, che sono stati ampiamente diffusi sui social media cinesi prima dell’intervento dei sergenti, hanno mostrato gli ufficiali in camicia blu in piedi mentre gli uomini corpulenti in camicia bianca iniziavano ad attaccare la folla. I manifestanti sono stati trascinati su per le scale prima di essere portati via. Alcuni sono stati caricati su autobus, spesso sfoggiando lividi a causa degli scontri.

“Sono rimasto scioccato da ieri fino ad oggi”, ha detto un manifestante in un’intervista, chiedendo di non essere identificato per paura di ripercussioni ufficiali per aver parlato con i media stranieri. Ha ripetutamente descritto questi uomini come “anonimi”, ma ha aggiunto: “Non ho mai pensato che i funzionari potessero usare questo tipo di pestaggio violento contro gente comune disarmata e indifesa”.

“Se non l’avessi provato io stesso, non ci avrei creduto. Quando i media stranieri hanno parlato di incidenti simili in passato, ho sempre pensato che fosse diffamazione”.

L’università cinese è testimone di una rara protesta contro l’arresto del coronavirus

In risposta ai video del palco, il professore di diritto dell’Università di Tsinghua Lao Dongyan ha chiesto al microblog di Weibo che coloro dietro le percosse si assumessero la responsabilità penale.

READ  Indagine Covid: il governo "potenzialmente perde l'azione legale", afferma il ministro

Lau ha aggiunto che il “sistema immunitario” dei media e la legge avrebbero dovuto impedire ai depositanti che cercano di riscattare i loro risparmi di scivolare in scene così brutali. “Questa è la prova concreta di un problema con il sistema immunitario: tutti i percorsi naturali per ottenere sollievo sono bloccati. La cosa spaventosa è che questo potrebbe essere solo l’inizio”, ha detto.

La perdita di risparmi è una causa relativamente comune di proteste in Cina, nonostante gli sforzi dilaganti del Partito Comunista Cinese ossessionato dalla stabilità per prevenire disordini pubblici. Negli ultimi anni, la repressione di prodotti finanziari scarsamente regolamentati e i prestiti peer-to-peer hanno ripetutamente attirato gli investitori nella capitale per fare pressione sulle autorità affinché compensassero le perdite.

Le banche rurali in Cina sono attualmente il punto focale di una spinta del governo a frenare il debito. Secondo la People’s Bank of China, queste istituzioni costituiscono circa il 29% di tutte le entità finanziarie ad alto rischio nel paese a metà del 2021.

Di fronte alla crescente concorrenza delle grandi istituzioni, negli ultimi anni molte piccole banche hanno cercato di attirare i depositanti che utilizzano tassi di interesse più elevati e di registrare clienti da tutto il paese per i servizi online. He Ping, professore alla Renmin University School of Finance, ha affermato che i regolamenti per le banche non sono stati preparati per il finanziamento su Internet, Raccontare Rivista Sanlian Lifeweek.

La Henan Banking and Insurance Regulatory Commission ha dichiarato domenica che accelererà il processo di verifica per i clienti delle quattro banche del villaggio oggetto di indagine e annuncerà presto una soluzione al problema.

READ  L’Unione Europea approva nuove sanzioni contro la Russia, inserendo per la prima volta nella lista nera le aziende della Cina continentale

Tuttavia, i depositanti continuano a cercare modi per fare pressione sul governo dell’Henan affinché non ignori il caso, compresi i commenti sull’account Weibo ufficiale dell’ambasciata statunitense in Cina. Segnala rapidamente Zhengzhou. Un utente ha scritto su Sunday Save Us.

Vic Chiang a Taipei, Taiwan ha contribuito a questo rapporto.