Giugno 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L'USWNT ha battuto la Colombia 3-0 in una partita combattuta per avanzare alle semifinali della Gold Cup

L'USWNT ha battuto la Colombia 3-0 in una partita combattuta per avanzare alle semifinali della Gold Cup

La nazionale femminile statunitense è sopravvissuta alla dura prova contro la Colombia nei quarti di finale della CONCACAF W Gold Cup di domenica, vincendo 3-0 grazie ai gol di Lindsay Horan, Jenna Nijsunger e Jayden Shaw.

Mentre entrambe le squadre hanno cercato di lasciare il segno fin dall'inizio, l'USWNT è stata in grado di resistere agli attacchi della Colombia, che spesso si basava esclusivamente su Linda Caicedo, e su una serie di cartellini gialli per sfide fisiche. Il risultato è stato anche un'ulteriore prova che Naomi Girma e Shaw dovrebbero essere giocatrici dell'USWNT.

Un calcio di rigore anticipato dà il tono

All'11', il difensore centrale colombiano Jurilen Carabali ha controllato di spalla Alex Morgan, provocando un calcio di rigore per gli Stati Uniti e un cartellino giallo per Carabali. L'errore era solo l'inizio delle spezie. Se non altro, è servito a ricordare che Morgan ha messo il suo corpo in gioco per questa squadra per molto tempo.

In area, Morgan ha preso il possesso e, per due lunghi minuti, ha tenuto a bada la maggior parte dei tentativi della Colombia di ritardare un calcio di rigore prima che anche Trinity Rodman e Sam Coffey portassero a casa il vincitore.

L'USWNT ha preferito il consueto processo di trasferimento per questo. Quando Horan ha preso la palla da Morgan, c'è stato un ultimo disperato tentativo della Colombia per distrarre un po' il PK (che non si è concluso con un cartellino). Horan ha trasformato il rigore in modo pulito portando l'USWNT in vantaggio per 1-0, un grande momento da parte del capitano della squadra per dare il tono domenica sera a Los Angeles. È previsto anche che funga da cuscinetto rispetto a ciò che potrebbe accadere durante la fase successiva della partita.

Giochi mentali

Gli Stati Uniti hanno risposto al caos dei rigori con il proprio genere di giochi mentali, contropressando intensamente il campo e forzando la palla attorno all'area di rigore, forse cercando di sfruttare il momento tatticamente ed emotivamente.

Morgan ha ricevuto un cartellino giallo al 18° minuto a causa di alcune situazioni all'interno dell'area di rigore colombiana, e Rodman ha seguito l'esempio al 20° minuto, dove ha ricevuto alcune parole scelte dopo aver difeso con forza. Si può vedere Horan mentre cerca di imporsi tra i giocatori in guerra. Con quattro cartellini gialli già accumulati e un arbitro che era incline a sbagliare o semplicemente a rifiutarsi di notare le chiamate, ha dovuto tenere tutti fuori equilibrio. La stessa Horan ha ricevuto un cartellino giallo al 67' per aver alzato la gamba sulla traiettoria di un giocatore che l'aveva appena spinta a terra.

READ  Rick Hamill, icona di St. Louis e membro della Hall of Fame del baseball, è morto all'età di 77 anni

Francamente, questo era il tipo di tensione che avrebbe potuto portare il centrocampista Emily Sonnett a guadagnare un'ammonizione alla Colombia. Se l'unica considerazione fosse la capacità di infastidire le altre squadre, Sonnett sarebbe un titolare indiscusso.

Il gol di Jenna Nighswonger al 22' ha calmato gli animi, ma è rimasta una partita molto fisica e controversa. È stata una dura prova per la capacità della squadra di continuare a giocare contro un avversario che non solo sapeva provocarla, ma aveva la capacità tecnica di punire istantaneamente ogni mancanza di concentrazione. La risposta intelligente e costante di Shaw al terzo gol in particolare è stata un ottimo esempio del tipo di mentalità implacabile che può aiutare a far avanzare questa squadra.

La portiera americana Alyssa Naeher ha sottolineato l'aspetto mentale quando le è stato chiesto cosa secondo lei distinguesse la squadra: “Penso solo all'intensità che abbiamo avuto dal primo minuto fino al 90esimo”.

Bersaglio del Nightswonder, tocca e premia

Sin dalle Olimpiadi di Tokyo, molti hanno aspettato che la prossima ondata di giovani giocatori avesse l'opportunità di mettersi alla prova nel quadro dell'USWNT. Potrebbe non essere successo abbastanza presto per aumentare le possibilità della squadra ai Mondiali della scorsa estate, ma la squadra di domenica ha messo alla prova molti di questi talenti emergenti nella fase a eliminazione diretta del torneo.

Per tutto il primo tempo, Shaw è stata pericolosa attraverso la sua prima linea e ha sparato un bel tiro sopra la traversa nei primi 20 minuti. Sulla fascia destra, Rodman ha riconosciuto l'importanza della partita e ha fatto conoscere la sua presenza alla Colombia. Tuttavia, è stato il passaggio della veterana Morgan a regalare a un'altra giocatrice eccezionale, Nijsönger, il suo secondo gol in nazionale.

L'anno scorso è stato un anno eccezionale per Nighswonger, poiché ha vinto il titolo di Rookie of the Year della NFL come parte della corsa di Gotham al titolo NFL. Ha già fornito alcuni momenti salienti da seguire, incluso il suo primo gol in nazionale su rigore contro la Repubblica Dominicana nella fase a gironi. Domenica le ha dato la possibilità di segnare durante la sequenza di gioco, tagliando perfettamente l'area per scivolare sul colpo di testa di Morgan e sparare un tiro in rete dal secondo palo.

READ  La NFL diventa la prima grande lega sportiva statunitense ad abbandonare i protocolli Covid-19

La giovinezza e la determinazione dell'USWNT hanno contribuito a impedire alla Colombia di riprendere piede poiché faceva affidamento sulla sua difesa frammentaria. Invece di preoccupare gli Stati Uniti, i continui tentativi di fare giochi mentali sembravano accendere una scintilla più produttiva nei giocatori più giovani della squadra. Ciò si è rivelato particolarmente importante nel soffocare la formazione difensiva della Colombia dalle retrovie, costringendo gli avversari a passaggi veloci che hanno portato a promettenti palle perse.

Era il tipo di spinta che spesso sembrava mancare a questa squadra durante gli ultimi due anni di mandato di Vlatko Andonovski.

Cosa brilla di nuovo?

Con l'avvicinarsi delle Olimpiadi di quest'estate, una delle prime decisioni più importanti che il futuro allenatore degli Stati Uniti Emma Hayes dovrà prendere sarà quali giocatori di un promettente gruppo di attaccanti faranno il viaggio a Parigi. Alcuni sembrano rinchiusi, mentre altri fanno affidamento sulla forma e sulla salute: Morgan sembra essere rivitalizzato e Mallory Swanson sta tornando. Anche il duo di Gotham formato da Lynn Williams e Midge Pierce avrà molto da dire sulla questione dell'inclusione.

Non dimenticare di annoverare Shaw della San Diego Wave tra i contendenti. In effetti, potresti essere più vicino a unirti alla folla delle “cose ​​sicure” di quanto suggeriscano alcune stime.

Il giovane giocatore dell'anno di calcio statunitense del 2022, Shaw è stato a dir poco impressionante per San Diego. Avendo appena compiuto 19 anni a novembre, domenica era sempre presente come ala sinistra titolare. Il suo pressing è stato efficace nel destabilizzare la difesa colombiana, mentre i suoi movimenti sincronizzati con Morgan e Rodman sono stati premiati con un tiro ben piazzato allo scadere del primo tempo.

READ  Mohamed Salah sbaglia il calcio di rigore dopo che i fan gli hanno puntato un laser in faccia, l'Egitto è fuori dai Mondiali

Ad aiutare particolarmente il suo status olimpico è la sua versatilità, in grado di giocare su entrambe le ali così come nel ruolo di trequartista centrale. Quest'ultimo vantaggio potrebbe tornare utile a seconda della salute di Catarina Macario e Rose Lavelle in vista dell'estate, soprattutto dopo la scarsa inversione di tendenza di Corbin Albert domenica. Ogni tifoso avrà la propria gerarchia di preferenze, ma la totalità del gioco di Shaw la vedrebbe seriamente disprezzata se perdesse la squadra olimpica.

Lo slancio di Nahar oscillava

Nella sua 100esima presenza con gli Stati Uniti, Naeher ha effettuato due enormi parate che hanno contribuito a mantenere la porta inviolata della squadra contro la Colombia, ma, cosa più importante, hanno contribuito a calmare il resto della sua squadra e hanno fornito slancio emotivo.

Mentre il primo (sopra) ricordava già in modo impressionante le capacità di Naher, il secondo, su tiro di Ilana Izquierda, ha richiesto una parata in tuffo per coprire l'angolo più lontano della porta.

Finora abbiamo visto sia Naeher che Casey Murphy in questo torneo per l'USWNT, ma domenica sera Naeher ha ricordato a tutti le sue capacità di fermare i tiri. Ha avuto altri momenti aggressivi ed era disposta a giocare fuori dagli schemi per abbattere anche i singoli della Columbia. Con la squadra che accederà alle semifinali contro il Canada mercoledì, potrebbe essere difficile tornare a qualsiasi rotazione pianificata nella posizione di portiere per mantenere lo slancio di Naher per il resto delle partite della Gold Cup.

(Foto: Brad Smith/Getty Images per USSF)