Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Lo stato del canestro maschile dopo Baylor-Kansas, Gonzaga-Kentucky e Bubble Games

Lo stato del canestro maschile dopo Baylor-Kansas, Gonzaga-Kentucky e Bubble Games

Dopo un quartetto di incontri tra i primi 10 lo scorso fine settimana, questo sabato riguardava più le squadre su entrambi i lati della linea del torneo NCAA che dovevano sfruttare le opportunità di potenziamento del curriculum. Sei delle prime 10 squadre hanno affrontato squadre non classificate in trasferta, ambienti in cui le squadre di alto livello hanno costantemente lottato per tutta la stagione. Questo gruppo non include giocatori del calibro di Marquette, che ospitava una squadra di St. John's che aveva bisogno di una vittoria, o Kentucky, che era in casa contro una squadra disperata di Gonzaga. Lo Stato del Michigan, il Colorado, Cincinnati e la Florida avevano tutti bisogno di una vittoria per aumentare le loro speranze nel torneo NCAA. Chi può chiudere l'affare e ottenere la vincita?

Con solo un mese rimasto nella stagione regolare, le squadre bolla stanno esaurendo il tempo per ottenere vittorie che conteranno nella selezione domenica. Sabato ha fornito un po' di chiarezza e, sulla base di ciò, Myron Medcalf, Jeff Borzello e Joe Lunardi di ESPN hanno alcune riflessioni.


Medcalf: Le sfide di Baylor continuano ad Allen Fieldhouse. I Bears sono ora 1-18 nelle ultime 19 partite del Kansas. E non hanno mai avuto un'occasione migliore per strappare la vittoria a Bill Self in un ambiente ostile. Kevin McCullar Jr. è fuori per infortunio. Dajuan Harris Jr. si è infortunato alla caviglia a fine partita. Invece di aggiungere una vittoria decisiva per aumentare il loro seed nel torneo, i Bears non sono riusciti a fermare i Jayhawks short-handed.

La partita ha anche evidenziato la supremazia dei Big 12. Tre delle quattro squadre che si uniscono al campionato in questa stagione – Houston, BYU e Cincinnati – sono tutte tra le prime 35 squadre di KenPom. Quarto (UCF) ha battuto Texas, Oklahoma e Kansas. Dieci squadre in totale in questa conferenza sono tra le prime 40 nella classifica NET.

In questo campionato, una squadra brava come il Baylor – una delle squadre americane più efficienti in attacco e la numero 1 nel paese nel tiro da 3 punti anche se in difesa è scadente – potrebbe vincere il titolo con un ampio margine, o finire il campionato. stagione nel mezzo del pacchetto. O peggio. La concorrenza è così dura.

Borzellò: Da un lato, il Kansas che batte una delle prime 15 squadre senza McCullar, con Harris infortunato nel finale e con Hunter Dickenson messo da parte per problemi di falli e in difficoltà per lunghi tratti di gioco è piuttosto impressionante. I Jayhawks hanno segnato 17 punti con 21 palle perse e hanno ottenuto due grandi tiri da Nicholas Timberlake: un grande segnale per andare avanti.

Ma non è stato tutto positivo. Baylor ha sorprendentemente faticato a tirare da fuori campo, colpendoli 21 volte, e ha avuto ancora la possibilità di mandare la partita ai supplementari in ritardo. E il modo in cui il Kansas ha difeso il Baylor nel suo possesso finale, quando Jayden Nunn e Jacob Walter hanno messo a segno tre triple, non renderà felice Bill Self.

Forse la cosa più preoccupante è stata l'infortunio tardivo di Harris. Ha terminato la partita, ma dovremo tenerlo d'occhio la prossima settimana.

Effetto arco Lunardi: Lo chiamiamo gioco dello “status quo”, in cui il risultato è essenzialmente gessoso. Quando ciò accade, soprattutto a fine stagione, c’è pochissimo movimento da un punteggio. Il Kansas è entrato in gioco come testa di serie n. 2, n. 8 in assoluto, e rimane tale. Baylor è entrato come testa di serie numero 4, numero 14 in assoluto, ed è sceso solo al numero 15 (dietro Duke) come testa di serie numero 3 ancora forte.


Medcalf: Dopo essere uscito da uno svantaggio a doppia cifra nel primo tempo con un secondo punto, il Kentucky ha chiuso la sconfitta di sabato con un'altra decisione bizzarra: quella che sembrava essere una palla drop progettata da Reed Shepard ad Ado Theroux, che è stata intercettata da Ben Gregg. Questa non è stata l'unica occasione persa del Kentucky in questo gioco. Ci sono stati incarichi difensivi mancati e un rimbalzo offensivo chiave a fine partita che Gonzaga ha strappato via semplicemente perché Kentucky non ha giocato con un senso di urgenza.

John Calipari e i suoi giocatori non sembrano essere sulla stessa lunghezza d'onda. Sì, i Wildcats – che sono stati 2-4 nelle ultime sei partite e non hanno vinto una partita contro una delle prime 30 squadre KenPom dal 6 gennaio contro la Florida – stanno giocando alcune delle peggiori difese tra le squadre Power 5. Ma il la disconnessione va oltre. Una squadra piena di prospettive NBA è stata sopraffatta da avversari a cui manca quel talento. I Wildcats sono in caduta libera e non è chiaro come riusciranno a fermarlo.

Borzellò: Gonzaga improvvisamente ebbe la vita nel torneo NCAA. Le speranze post-stagionali degli Zags si sono sostanzialmente fermate nella partita di sabato, dato che non avevano mai avuto un primo quarto vincente in tutta la stagione e questa era una delle loro ultime possibilità di ottenerne uno. Devono ancora occuparsi degli affari del WCC – e la fine della stagione regolare al St. Mary's si avvicina – ma la squadra di Mark Few ora ha almeno una possibilità realistica di andare avanti.

Come ha fatto Gonzaga sabato? I Bulldog tornarono alle origini e dominarono semplicemente la vernice. Graham Icke, Anton Watson, Braden Huff e Gregg si sono uniti per 66 punti, e Ryan Nembhard è rimasto in modalità attacco nel pick-and-roll. Gli Zags hanno lottato dal perimetro per tutta la stagione ma non hanno mai provato a battere il Kentucky da 3; Invece hanno trovato un punto debole e hanno continuato a sfruttarlo.

Effetto arco Lunardi: La reazione istintiva sarebbe quella di inserire subito Gonzaga nell'atteso campo della NCAA. Non così in fretta, dicono gli arcologi. Questa vittoria dà sicuramente vita agli Zags come candidato in generale, ma c'è molto lavoro da fare, considerando quanto manca loro il profilo per la Rupp Arena. Sposteremo i Bulldog comodamente nel territorio “Next Four Out”, all'interno del raggio “First Four Out”, ma avremo bisogno di gestire la classifica del WCC – inclusa una vittoria a Saint Mary's il 2 marzo – per avere un po' di respiro. Nel campionato di conferenza.


Lui gioca

1:49

Auburn Tigers vs Florida Gators: punti salienti del gioco

Auburn Tigers vs Florida Gators: punti salienti del gioco

Colpi veloci

Giovane stella della Carolina del Sud

I Gamecocks sono usciti da un primo tempo sciatto per sconfiggere Vanderbilt in doppia cifra (75-60) ed estendere la loro serie di vittorie consecutive a sette andando verso una partita difficile ad Auburn. Durante quel periodo, tre diversi giocatori hanno guidato i Gamecocks nel punteggio. Lamont Paris predica sempre il valore della Carolina del Sud come squadra. È così che ha vinto questa stagione.

READ  Wild Fiala scambia con Kings per Faber dei Gopher

Ma la matricola Collin Murray-Boyles – che era fuori il primo mese della stagione a causa della mononucleosi – è emersa come una giovane stella. Contro i Commodores ha chiuso con 31 punti (14-17), 7 rimbalzi, 2 assist, una palla recuperata e una stoppata. Secondo ESPN Stats & Information, è il terzo giocatore della Carolina del Sud a segnare 30 punti con l'80% di tiri nelle ultime 25 stagioni. È stata anche la terza partita consecutiva in cui è stato il capocannoniere della sua squadra. La Carolina del Sud sta giocando solo per il suo seed a questo punto, ma Murray-Boyles sta emergendo come un eccellente giovane talento che ha alzato il tetto post-stagionale di SC – e anche il suo. –Medcalf

Le speranze di bolla sopravvivono

Mentre la squadra di Zags che ha mantenuto vive le proprie speranze generali ha ottenuto il maggior numero di titoli sui giornali, altre due squadre entrate sabato che necessitavano di una spinta al curriculum hanno aggiunto vittorie notevoli: Michigan State su Illinois e Florida su Auburn. Gli Spartans erano dalla parte giusta della bolla in entrata oggi, ma avevano appena perso in Minnesota e avevano bisogno di riprendersi. Il senior Tom Izzo si è fatto avanti: AJ Hoggard (23 punti), Malik Hall (22 punti), Tyson Walker (19 punti).

Nel frattempo, la Florida ha battuto Auburn di 16 in una partita che non era nemmeno così equilibrata. I Gators erano in vantaggio di ben 29 punti e non hanno tirato un tiro negli ultimi nove minuti. Ora hanno vinto cinque su sei, comprese le vittorie sullo stato del Mississippi, sul Kentucky e ora sui Tigers. — Borzellò

Il Grande Oriente si sta muovendo

Avevo gli occhi puntati soprattutto sulla bolla del Big East in vista della partita di sabato, e le partite non hanno deluso. Butler ha confermato la sua posizione generale con una vittoria combattuta sul Providence, mentre Friars, Xavier e St. John's hanno perso tutte le possibilità di avanzare o entrare nel campo previsto dalla NCAA. La conferenza avrà un'altra grande partita domenica quando Villanova ospiterà il Seton Hall: i Wildcats sono a diverse vittorie dal tornare in campo, mentre “l'ultima squadra in” Pirates è a solo una sconfitta dal ritiro. — Lunardi