Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il Bayern Monaco sembra perduto: la squadra di Thomas Tuchel ha troppi effettivi

Il Bayern Monaco sembra perduto: la squadra di Thomas Tuchel ha troppi effettivi

Segui la diretta streaming della partita tra Nigeria e Costa d'Avorio, valida oggi per la finale della Coppa d'Africa

L'allenatore del Bayern Monaco Thomas Tuchel ha detto che il confronto con il Bayer Leverkusen, leader imbattuto del campionato, è stata una partita “per toglierci i pantaloni e mettere le carte in tavola”. Ma invece della necessaria dimostrazione di ingegno, la grande rivelazione di sabato è stata uno spettacolo davvero sfortunato.

Il suo Bayern aveva poca spinta in avanti e un retroguardia pericolosamente esposto. La loro mano si è rivelata essere sette due, le due peggiori carte del poker e, per inciso, gli stessi due numeri che riassumono tutta la loro impotente miseria meglio di mille parole: un misero 0,27 gol attesi in una sconfitta per 3-0 è tutto . Sono riusciti a realizzare la partita più importante della stagione nazionale.

Vedere gli eroi della serie essere da meno in un'occasione di questa portata era difficilmente credibile. Per 11 anni consecutivi si è sempre presentato quando contava contro chi gli era più vicino in quel momento, ma la sconfitta alla BayArena ricorda quella per 5-2 contro il Borussia Dortmund di Jurgen Klopp nella finale di Coppa di Germania del 2012. , l'anno precedente. Cominciò il loro dominio.

In campionato, bisognava tornare ancora più indietro, all'umiliante sconfitta per 5-1 nel 2009 contro i futuri campioni del Wolfsburg, per trovare questa partita per il titolo unilaterale a favore dei rivali.

Come era prevedibile, l'autopsia si è concentrata sul 3-4-3 a sorpresa di Tuchel, provato tutta la settimana dietro le tende grigie del campo di allenamento della Sabiner Straße.

READ  Russell Westbrook dei Lakers fornisce un contesto ai video virali

L'insolita formazione, schierata per la prima volta in questa stagione, è stata progettata per imitare il Leverkusen, e avrebbe dovuto posizionare Sascha Pouille con il piede destro a sinistra per affrontare il veloce Jeremie Frimpong.

Tuchel non poteva sapere che anche Xabi Alonso avrebbe optato per un sistema diverso, abbandonando il suo stile di gioco da terzino a uno stile ibrido di quattro o cinque difensori con Josip, in prestito dal Bayern Monaco, molto più difensivo. mentalità. Stanisic al posto di Frimpong.

Bowie non suona dalla parte del “Wrong Side” da quattro anni. Andare in campo per indebolire i punti di forza degli avversari piuttosto che sfruttare spietatamente le loro debolezze non è il modo in cui si fanno tradizionalmente le cose a Monaco.

Pouille, a sinistra, ha lottato con Stanisic per tutto il tempo (Stefan Matzke – Sambex/Corbis tramite Getty Images)

Tuttavia, Tuchel aveva ragione quando ha insistito sul fatto che attribuire tutto alla formazione era “molto controverso”. Il Bayern ha iniziato bene ed è stato in controllo per almeno dieci minuti, prima che una serie di falli e falli indipendenti aprissero la porta ai padroni di casa. Ma la completa mancanza di reazione dopo il gol di Stanisic al 18' ha dimostrato che la questione era ben più profonda.

Joshua Kimmich, entrato come sostituto nel secondo tempo, ha giustamente detto: “Una squadra come la nostra dovrebbe essere in grado di adattarsi al nuovo sistema”. Thomas Muller è d'accordo, parlando ad alta voce e con rabbia dei giocatori a cui “mancano le palle” per giocare con il tipo di libertà e astuzia che abitualmente mostravano in allenamento.

READ  I Wizards, attingendo da varie mani in giro per l'NBA, hanno finalmente un posto al grande tavolo

“Non dobbiamo andare dall'allenatore, non è una questione di tattica”, ha detto il 34enne. “Avevamo abbastanza giocatori di qualità internazionale. Ma parlo di prendere decisioni sulla palla, di giocare in modo intelligente, di correre e capire le situazioni. Va bene sentire la pressione. Ma quella pressione deve essere trasformata in energia.

Inoltre, ha criticato la sua squadra per aver giocato troppi passaggi sicuri che non facevano avanzare la palla. Ha aggiunto: “Stiamo complicando eccessivamente le cose”.

Il brillante intervento di Mueller ha descritto bene il problema, ma non è riuscito a chiarirlo. Come mai i bravi giocatori non giocano con tanta fluidità e sicurezza? È perché molti di loro hanno perso la fame dopo tutti quei tornei, come pensano alcuni? Il malessere non è certo una novità, con poca energia e disorientamento che hanno colpito il possesso palla del Bayern molto prima dell'arrivo di Tuchel lo scorso marzo.

I giocatori del Bayern dopo la dura sconfitta (Stefan Matzke – Sambex/Corbis via Getty Images)

Ma anche il manager deve assumersi una certa responsabilità. Tuchel, e non è la prima volta, ha attribuito i problemi offensivi al fatto che i giocatori non hanno battuto i propri uomini sabato. Una delle sue idee tattiche guida, influenzata da Pep Guardiola, è quella di isolare i difensori in una partita uno contro uno.

Dato che i giocatori del Bayern sono migliori dei loro rivali in Bundesliga, questa dovrebbe essere una strategia promettente. Ma gli infortuni di Serge Gnabry e Kingsley Coman hanno ridotto l’impatto complessivo sulle fasce, mentre Leroy Sane e Jamal Musiala hanno perso slancio dalla pausa invernale, insieme a tutti gli altri.

READ  Daniel Hudson subisce un infortunio al legamento crociato anteriore a fine stagione

Troppi giocatori faticano a mantenere il loro livello di gioco con il tipo di personalità e presenza che ci si aspetta da un esperto titolare del Bayern, mentre il loro allenatore schietto e critico ha fatto poco per aumentare la loro autostima. Basta guardare la coppia di centrocampo composta da Leon Goretzka e Kimmich, che sono stati indeboliti dalla ricerca pubblica da parte dell'ex allenatore del Chelsea di un centrocampista specializzato.

Peggio ancora, non sembra esserci un'opzione di backup collettivo a Tuchelpool. È costruito sull’individualismo e quindi non può funzionare adeguatamente se troppi individui coinvolti sembrano preoccupati per i propri difetti.

Contro il Bayer, il Bayern è stato così schietto in avanti che ci si chiede se i gol di Harry Kane finora abbiano solo evocato un miraggio di efficienza offensiva.

Questa situazione non sarà tollerata a lungo nella capitale bavarese. L'ultimo allenatore del Bayern Monaco a perdere in casa del Leverkusen di Alonso, Julian Nagelsmann, è stato esonerato cinque giorni dopo.

Le cose non sono così cupe per Tuchel come lo erano per il suo predecessore undici mesi fa; Non adesso comunque. Ma ci vorrà una forte corsa in Champions League per attenuare lo shock della prestazione più dissimile del Bayern in una potenziale decisiva per il titolo in 15 anni. Se non riuscirà a ispirare rapidamente più fiducia nella sua squadra senza vita, gli inevitabili cambiamenti dell’estate potrebbero non limitarsi alla squadra.

(Immagine in alto: Stefan Matzke – Sambex/Corbis tramite Getty Images)