Gennaio 25, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’Italia ha prestato una parte del Partenone alla Grecia

Lunedì 10 gennaio il ministero greco ha annunciato che un pezzo di patatine fritte del Partenone, uno dei simboli dell’antichità greca in possesso italiano, era stato prestato ad Atene per almeno otto anni per essere esposto al Museo dell’Acropoli. Cultura.

La patatina che rappresenta i piedi di Artemide, la dea greca della natura selvaggia, della caccia e del parto, apparteneva ad una parte del monumento dedicato agli dei dell’Olimpo. Questo pezzo, che è ancora in mostra al Museo Antonino Salinas di Palermo, in Sicilia (Italia), è stato consegnato alla Grecia dal sindaco di Palermo con decisione del Ministero della Cultura italiano.

Parte delle patatine in marmo del Partenone, che riflettono un piede di Artemide, fu prestata ad Atene dall'Italia, che ne era proprietaria, per essere esposta al Museo dell'Acropoli.  & nbsp;  (Panoodis tsamaros / Nurpoto)

Lunedì al Museo dell’Acropoli, il primo ministro greco Griagos Mitsotakis ha descritto il debito. “Non importante” Chi “Apre la strada ad altri musei” Lo sono anche loro “Segui lo stesso percorso”. “Naturalmente, il British Museum ora dovrebbe capire che il marmo (…) qui, è il momento di tornare alla loro casa naturale”., Ha aggiunto.

Il Museo dell’Acropoli ha riservato un posto speciale fino al ritorno di queste patatine. Attualmente nel museo esiste una sola replica, che è stata costruita alla base della roccia sacra a 15.000 m2 a partire dal 2009 e risale al V secolo a.C., rendendolo il sito più visitato al mondo.

Ospitato da Robert Fagan, ex ambasciatore britannico in Sicilia, il pezzo, preso in prestito dall’Italia, fu acquistato nel 1820 dall’Università di Palermo. Il ministero della Cultura greco ha affermato che il prestito di otto anni potrebbe essere rinnovato. “Con questo gesto, le sculture siciliane del Partenone indicano la strada per un ritorno definitivo ad Atene, la città che le ha create”., Ha detto il ministro della Cultura Lena Montoni.

La Grecia chiede da decenni la restituzione dei marmi del Partenone a Londra, separati dal tempio più antico dell’Acropoli di Atene e inviati nel Regno Unito dal diplomatico britannico Lord Elgin all’inizio del XIX secolo. I funzionari britannici hanno sempre affermato che le patatine fritte sono state prese con il permesso dei governanti ottomani che stavano occupando la Grecia in quel momento.

Durante una visita ufficiale a Londra a novembre, Griagos Mitsotakis ha rinnovato la richiesta di Atene di restituire le patatine del British Museum al primo ministro britannico Boris Johnson. Quest’ultimo ha ribadito la posizione di Londra: la questione ricade sugli amministratori del British Museum.

READ  In Italia, il successore del presidente Matterella si diletta nella "stampa dietro le quinte".