Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’ex amministratore delegato di Goodwill Sacramento è accusato di aver rubato all’organizzazione no-profit

L’ex amministratore delegato di Goodwill Sacramento è accusato di aver rubato all’organizzazione no-profit

L’ex amministratore delegato di Goodwill Sacramento è stato arrestato giovedì e accusato di aver rubato più di 1 milione di dollari dall’organizzazione no-profit. L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto orientale della California ha detto che un gran giurì federale ha restituito un atto d’accusa il 16 novembre contro il 45enne Richard Alan Abrusi, responsabile di Sacramento Valley Goodwill e Northern Nevada. Abrusi, di South Lake Tahoe, è stato accusato di nove capi d’accusa di frode telematica, un conto di furto d’identità aggravato e tre capi d’imputazione di transazioni in contanti con proventi. Per attività illegali specifiche. Goodwill Sacramento ha affermato di aver denunciato la frode alle autorità dopo aver condotto audit interni e un’indagine. “La buona fede stessa come organizzazione dipende dalla buona fede e questa è stata una vera violazione della buona fede da parte di questo amministratore delegato. Le accuse contro di lui sono serie. Abbiamo esortato i procuratori federali a perseguirlo nella misura massima consentita dalla legge”, ha affermato. Sam Singer, portavoce di Goodwill.Singer, ha affermato che i fondi interessati non provengono da donatori ma da finanziamenti statali. Ha affermato che nuove politiche e procedure sono state implementate sotto il nuovo CEO per garantire che ciò non accada di nuovo. Il Dipartimento di Giustizia ha citato documenti giudiziari secondo cui Abrusci ha iniziato a lavorare per Goodwill nel 2014 ed è diventato ufficialmente amministratore delegato nel 2016 e presidente e amministratore delegato nel 2018. Goodwill e una delle sue affiliate hanno pagato quasi 1,4 milioni di dollari per servizi di risoluzione tra il 2016 e il 2016 e il 2021, secondo al Dipartimento di Giustizia. Solution Arrangement Services era una ragione sociale fittizia registrata da Abrusci nel 2008 ed era collegata a un conto bancario da lui aperto quello stesso anno. Il Dipartimento di Giustizia ha affermato che Abrusci ha utilizzato numerosi documenti contraffatti come fatture e ordini di acquisto per nascondere pagamenti fraudolenti sui conti bancari di Decision Arrangement Services. Abroski avrebbe usato una volta una lettera contraffatta che, secondo lui, era stata scritta da un avvocato per convincere il direttore finanziario della società a pagare 55.000 dollari per servizi di organizzazione della risoluzione con il pretesto relativo a una causa. Secondo il Dipartimento di Giustizia, questi pagamenti avrebbero dovuto riguardare servizi IT e assistenza di buona volontà. Con la gestione dei call center per lo Stato della California durante la pandemia di COVID-19 e la facilitazione della risoluzione della causa sopra menzionata. Nessuno dei servizi addebitati a Goodwill e alla sua controllata è stato fornito attraverso azioni fraudolente di Abrusci, ha affermato il Dipartimento di Giustizia. Goodwill Sacramento ha dichiarato in una dichiarazione a KCRA 3 che la revisione iniziale che ha dato il via all’indagine interna è avvenuta nel 2021. A seguito dell’indagine, Abrusci è stato immediatamente licenziato dal consiglio di amministrazione della società e il procuratore distrettuale della contea di Sacramento è stato informato, ha affermato Goodwill. Il procuratore distrettuale di Sacramento ha contattato l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti che ha poi portato all’incriminazione di Abrusci. Se condannato, Abrusi rischia un massimo di 20 anni di carcere e una multa di 250.000 dollari per ciascuno dei nove capi di imputazione di frode telematica. Rischia inoltre fino a 10 anni di carcere e centinaia di migliaia di dollari di multa. Goodwill Sacramento gestisce 39 negozi al dettaglio, inclusi quattro punti vendita, e 26 siti di donazione nella California settentrionale e nel Nevada settentrionale.

READ  Tutto quello che c'è da sapere sul lancio di SpaceX Falcon 9 per la festa del papà

L’ex amministratore delegato di Goodwill Sacramento è stato arrestato giovedì e accusato di aver rubato più di 1 milione di dollari dall’organizzazione no-profit.

L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto orientale della California ha detto che un gran giurì federale ha restituito un atto d’accusa il 16 novembre contro il 45enne Richard Alan Abrusi, responsabile di Goodwill Sacramento Valley e Northern Nevada.

Abrusi, di South Lake Tahoe, è stato accusato di nove capi d’accusa di frode telematica, un conto di furto d’identità aggravato e tre capi d’imputazione di transazioni in contanti con proventi di attività illegali specificate.

Goodwill Sacramento ha affermato di aver denunciato la frode alle autorità dopo aver condotto audit interni e un’indagine.

“La buona fede stessa come organizzazione dipende dalla buona fede e questa è stata una vera violazione della buona fede da parte di questo amministratore delegato. Le accuse contro di lui sono serie. Abbiamo esortato i procuratori federali a perseguirlo nella misura massima consentita dalla legge”, ha affermato. Sam Singer, portavoce di Goodwill.

Singer ha affermato che i fondi interessati non provengono da donatori ma da finanziamenti statali. Ha affermato che nuove politiche e procedure sono state implementate sotto il nuovo CEO per garantire che ciò non accada di nuovo.

Il Dipartimento di Giustizia ha citato documenti giudiziari secondo cui Abruchi ha iniziato a lavorare per Goodwill nel 2014 ed è diventato ufficialmente amministratore delegato nel 2016 e presidente e amministratore delegato nel 2018.

Secondo il Dipartimento di Giustizia, Abrusci ha pagato a Goodwill e a una delle sue affiliate quasi 1,4 milioni di dollari per servizi di risoluzione tra il 2016 e il 2021. Solution Arrangement Services era una ragione sociale fittizia registrata da Abrusci nel 2008 ed era collegata a un conto bancario da lui aperto quello stesso anno.

READ  Powell dice di vedere un percorso in cui l'inflazione si abbassa senza significative perdite di posti di lavoro

Il Dipartimento di Giustizia ha affermato che Abrusci ha utilizzato numerosi documenti contraffatti come fatture e ordini di acquisto per nascondere pagamenti fraudolenti sui conti bancari di Decision Arrangement Services. Abrusci presumibilmente una volta utilizzò una lettera contraffatta che, a suo dire, era stata scritta da un avvocato per convincere il direttore finanziario della società a pagare 55.000 dollari per servizi di organizzazione della risoluzione con il pretesto relativo a una causa legale.

Secondo il Dipartimento di Giustizia, questi pagamenti avrebbero dovuto riguardare servizi IT, aiutando Goodwill a gestire i call center per lo stato della California durante la pandemia di COVID-19 e facilitando la risoluzione della suddetta causa.

Nessuno dei servizi addebitati a Goodwill e alla sua controllata è stato fornito attraverso azioni fraudolente di Abrusci, ha affermato il Dipartimento di Giustizia.

La revisione iniziale che ha portato all’indagine interna è avvenuta nel 2021, ha affermato Goodwill Sacramento in una dichiarazione a KCRA 3.

Dopo l’indagine, Abroski è stato immediatamente rimosso dal consiglio di amministrazione della società e il procuratore distrettuale della contea di Sacramento è stato informato, ha affermato Goodwill. Il procuratore distrettuale di Sacramento ha contattato l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti che ha poi portato all’incriminazione di Abrusci.

Se condannato, Abrusi rischia un massimo di 20 anni di carcere e una multa di 250.000 dollari per ciascuno dei nove capi di imputazione di frode telematica. Rischia inoltre fino a 10 anni di carcere e multe fino a centinaia di migliaia di dollari.

Goodwill Sacramento gestisce 39 negozi al dettaglio, inclusi quattro punti vendita, e 26 siti di donazione nella California settentrionale e nel Nevada settentrionale.

READ  Toyota supera lo scetticismo sui veicoli elettrici e annuncia il SUV elettrico a tre file per gli Stati Uniti