Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

LeBron James afferma che i colloqui commerciali tra Warriors e Lakers non sono andati lontano: NBC Sports Bay Area e California

LeBron James afferma che i colloqui commerciali tra Warriors e Lakers non sono andati lontano: NBC Sports Bay Area e California

Dopo la scadenza commerciale della NBA l'8 febbraio, i Warriors hanno suscitato scalpore dopo che è emerso un rapporto che diceva che avevano tentato di acquisire la stella dei Los Angeles Lakers LeBron James.

Insieme al panel “Inside the NBA” di TNT con Ernie Johnson, Charles Barkley, Kenny Smith e Shaquille O'Neal prima dell'NBA All-Star Game 2024 di domenica, James ha discusso delle voci più scottanti.

“Non è andato via affatto”, ha detto James a Johnson, Barkley, Smith e O'Neill. “In realtà ne hai sentito parlare quando lo hanno sentito tutti gli altri. Charles era nella lega, Kenny era nella lega, Shaq era nella lega e, a volte, ci sono conversazioni che avvengono a porte chiuse di cui non sei nemmeno a conoscenza , immagino, se sono reali o no.” Allora te lo porteranno.

“Ma non mi è mai arrivato, quindi l'ho sentito anche quando sono caduti i rapporti.”

James ha ammesso di aver sentito questa voce, ma non ne ha confermato pienamente l'autenticità. La sua risposta arriva pochi giorni dopo che la guardia del Golden State Steph Curry ha offerto la sua opinione sul treno di voci tra James e Warriors.

“È sempre una sorpresa quando escono cose del genere”, ha detto Curry ai giornalisti mercoledì. “Perché suppongo che ogni squadra stia facendo delle chiamate, se ogni fanbase o gruppo di media lo sapesse, normalizzerebbe le conversazioni che avvengono nel front office, specialmente intorno alla scadenza commerciale quando stai esplorando la lega su chi è disponibile e chi è non.

“Ovviamente uno come Bronn, potresti chiamarlo solo per vedere. Non conosco la profondità delle conversazioni, ma stamattina è stata sicuramente una bella sorpresa.”

READ  Mets per citare Brett Batty

Comprensibilmente, l'idea che James sia adatto al pubblico del Chase Center di San Francisco è un po' esagerata.

Considerando che la rivalità tra James e i Warriors ha dominato i playoff NBA e altre fasce orarie in prima serata per un decennio, è giusto supporre che lo scambio non abbia alcun fondamento.

Tuttavia, il proprietario dei Warriors Joe Lacob, che ha parlato con Tim Kawakami al “TK Show” mercoledì scorso, non ha esitato a spiegare come Golden State tenga sempre gli occhi aperti per gli aggiornamenti, in ogni caso.

“Per quanto riguarda i rapporti, non dirò nulla su nessun giocatore specifico o altro”, ha detto Lacob a Kawakami. “Ti dirò solo che siamo aggressivi e guardiamo sempre le cose.

“Quando abbiamo acquisito Kevin Durant molti anni fa, è stata una mossa incredibilmente aggressiva quella che abbiamo fatto. Penso che metà del nostro roster sia andata via per realizzarlo.” [the deal]. Anche se avevamo una squadra davvero buona, sentivamo di poter fare di meglio, e lo siamo [got better]. Dico Mike [Dunleavy Jr.] E Kirk [Lacob] “Niente è fuori discussione, niente.”

Anche se Curry e James non sono del tutto convinti da queste voci, una cosa è certa: Lacob non ha paura di scatenare il suo tiro se ciò significa che Golden State può migliorare.

Scarica e segui il podcast Dubs Talk