Maggio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La ri-firma di Kyle Kuzma potrebbe riportare i Washington Wizards sulla ruota del criceto

La ri-firma di Kyle Kuzma potrebbe riportare i Washington Wizards sulla ruota del criceto

Tieniti aggiornato sulle notizie e le analisi gratuite dell’agenzia dal vivo di tutti i dipendenti NBA e iscriviti a The Bounce per ricevere contenuti sul basket direttamente nella tua casella di posta.


WASHINGTON — Quando il nuovo team dirigenziale dei Washington Wizards ha scambiato Bradley Bell e Kristaps Borzies nei giorni scorsi, sembrava che i Wizards fossero finalmente saltati con entusiasmo dalla temuta ruota del criceto della NBA.

Sembra che il presidente del mega basket Michael Winger e il direttore generale di Wizards Will Dawkins non abbiano intenzione di scegliere di nuovo il settimo, l’ottavo, il nono o il decimo posto nei prossimi anni. Per ricostruire il franchising, i responsabili delle decisioni compilerebbero un elenco che consentirebbe al franchise di inseguire le migliori probabilità di estrazione della lotteria possibili. In questo modo, Dawkins avrà maggiori possibilità di draftare giocatori di livello fondamentale.

O così sembrava.

Ciò che i poliziotti dei Wizards e Kyle Kuzma hanno fatto venerdì, nell’ora di apertura del periodo di free agency NBA 2023, potrebbe mettere a repentaglio le possibilità della squadra in una corsa verso il fondo della classifica del campionato. Una fonte della lega ha confermato che Kuzma aveva accettato di firmare nuovamente con Washington con un contratto quadriennale l’atletaanche se non è chiaro se il nuovo contratto, una volta firmato, includerà un’opzione squadra o un’opzione giocatore.

I Wizards manterranno un giocatore più che capace, qualcuno all’apice del suo 28esimo compleanno, e si assicureranno che Kuzma non lasci la libera agenzia senza restrizioni per niente in cambio. Se Winger e Dawkins decidono di farlo, possono scambiare Kuzma con un pacchetto che potrebbe includere scelte al draft.

READ  Kyle Shanahan spiega che i 49ers calciano l'FG vincente al terzo down - NBC Sports Bay Area e California

Kuzma ha raggiunto il tanto atteso e meritato giorno di paga: un accordo del valore totale di $ 102 milioni, secondo ESPN.

Ma c’è un potenziale svantaggio, almeno dal punto di vista di Washington: sebbene i Wizards non saranno certamente un contendente ai playoff nel 2023-24, potrebbero essere abbastanza bravi da avvicinarsi al mediocre. Come i Wizards sanno già fin troppo bene, la mediocrità è un territorio pericoloso, soprattutto per un club nelle prime fasi di ricostruzione.

Altri cambiamenti probabili nel prossimo futuro. È difficile immaginare che i Wizards inizino la stagione con i playmaker Tyus Jones, Monté Morris e Delon Wright tutti nel roster.

Tuttavia, cinque titolari di Jones, Morris o Wright al playmaker, Jordan Paul alla guardia tiratrice, Denny Avdeja e Kuzma nelle posizioni di attacco e Daniel Gafford al quarterback – con una panchina che include Corey Kisbert, Bilal Coulibaly e Landry Chamet – lo farebbero probabilmente sarà abbastanza bravo da vincere almeno 25 partite la prossima stagione.

Le misure di riforma della lotteria emanate nel 2019 hanno pareggiato le probabilità, riducendo gli incentivi per le squadre a correre verso il basso. Le squadre con i tre record peggiori ora accedono alla lotteria con una probabilità simile del 14,0% di vincere la scelta complessiva più alta, una probabilità del 13,4% di ricevere la seconda scelta, una probabilità del 12,7% di essere scelta per la terza e una probabilità del 12,0% di essere scelta. il quarto.

Ma ci sono ancora vantaggi nel non finire con un secondo, terzo, quarto, ecc. record di campionato, perché più una squadra è lontana dal peggior record, più possibilità ha di rientrare nel draft.

READ  Programma delle scelte di football universitario: pronostici contro le quote spread per le grandi partite del black friday

La scorsa stagione, una squadra con 25 vittorie avrebbe chiuso con il quarto peggior record del campionato. Gli Charlotte Hornets avevano questa distinzione, rendendo più probabile la scelta del sesto (25,7%) o settimo (16,8%) risultato. Charlotte è stata fortunata e ha battuto le probabilità: gli Hornets hanno vinto la seconda scelta e hanno arruolato Brandon Miller dell’Università dell’Alabama.

Se tutto questo argomento sul potenziale svantaggio di firmare nuovamente Kuzma sembra sciocco, beh, lo fa, ma solo fino a un certo punto. Si ritiene che la bozza del 2024 sia più debole della bozza di quest’anno. La differenza tra 12 mesi, diciamo, tra la terza e la quarta scelta o tra la quarta e la quinta scelta potrebbe essere enorme.

La logica di Kuzma per la ri-firma è chiara: ha un contratto quinquennale simile da 125 milioni di dollari che John Collins e gli Atlanta Hawks hanno concordato nel 2021, anche se per una stagione in meno.

Kuzma si è divertito a Washington almeno in un senso: dopo essere stato titolare nelle ultime due stagioni con i Los Angeles Lakers, Kuzma ha avuto la libertà dall’allenatore dei Wizards Wes Unseld Jr. per espandere il suo gioco offensivo.

Dal punto di vista dei Wizards, l’accordo sembrerebbe probabilmente un vero affare perché lo stipendio medio di Kuzma prenderebbe una percentuale inferiore dello stipendio massimo di Collins nelle prime due stagioni di quel decennio. Non sorprenderti se lo stipendio annuale di Kuzma diminuisce di anno in anno, rendendo il suo contratto più negoziabile per le stagioni successive.

Senza dubbio Winger, Dawkins e Kuzma hanno avuto una discussione onesta sulla direzione che Winger e Dawkins intendono prendere per la squadra. Come ha scritto Kuzma venerdì sera su Twitter“DC, guidiamo questa nave!! Potrebbe volerci un po’, ma sono impegnato con voi ragazzi a trasformare la città in meglio”.

READ  Cosa abbiamo imparato nella settimana 4 del CFB: inseguimento affollato del CFP, ordine di Duke, fallo di Marcus Freeman

Si noti che “può richiedere tempo” è accurato.

Winger e Dawkins non possono commentare fino al 6 luglio al più presto sulla logica della ri-firma di Kuzma, perché quello è il primo giorno in cui i contratti di free agent possono essere firmati e ufficializzati. Ma devono aver concluso che vedere Kuzma entrare in un’agenzia gratis per niente sarebbe stato peggio che rischiare che Kuzma si aggiungesse al totale delle vittorie 2023-24 o 2024-25 dei Wizards.

Affinché la maggior parte delle ricostruzioni abbia successo, i CEO devono essere duri e mettere i loro team nella corsa verso il basso. Accettando di firmare nuovamente Kuzma, i decisori di Wizards potrebbero non essere stati abbastanza duri.

(Foto di Kyle Kuzma: Brad Mills/USA Today)