Febbraio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La leggenda dei 49ers Joe Montana offre un'interessante esperienza di “game manager” a Brock Purdy – NBC Sports Bay Area e California

La leggenda dei 49ers Joe Montana offre un'interessante esperienza di “game manager” a Brock Purdy – NBC Sports Bay Area e California

In vista dell'incontro del Super Bowl LVIII dei 49ers con i Kansas City Chiefs l'11 febbraio all'Allegiant Stadium, il quarterback della NFL Pro Bowl Brock Purdy continua a ricevere l'etichetta di “game manager” e altre dure critiche.

L'ultimo ad entrare in scena e ad affrontare l'hype? La leggenda di San Francisco e quarterback della Hall of Fame Joe Montana.

Nella puntata di venerdì di “The Pat McAfee Show” su ESPN, Il quattro volte vincitore del Vince Lombardi Trophy ha offerto un'interessante analisi del ruolo di Purdy con i 49ers.

“La cosa che vedo [with Purdy] “Questo è qualcosa che ho scoperto all'inizio della mia carriera: cos'è il crimine”, ha detto Montana a McAfee. “Non si trattava di me. Si trattava di consegnare la palla alle persone che sapevano cosa farne perché ero il postino… [the football] Non mi appartiene: voglio darlo a qualcuno che sa correre, che sa cacciare.

“Abbiamo avuto, soprattutto verso la fine della mia carriera, ragazzi come Jerry Rice, John Taylor, Brent Jones [and] Roger Craig: Tutto quello che devi fare è passargli la palla. Se guardi le armi che Brock usa, ha scoperto quel crimine. Capisce qual è la sua posizione. Non sta cercando di fare una grande giocata. Sa quando arriverà quell'opportunità e quando dovrà farlo, ma nella maggior parte dei casi gli va bene lanciare la palla. “Anch'io ho una buona difesa”, e questo è quello che avevamo, più o meno la stessa cosa.

“[Purdy] Capisce [his role]È tranquillo [the pocket]. Ha una grande presenza e non cerca di metterti KO con il calcio. “Ha una palla fantastica e catturabile.”

Montana attribuisce a Purdy il merito di aver compreso le sue responsabilità all'interno dell'offensiva dominante e costellata di stelle dell'allenatore Kyle Shanahan.

Il 67enne vede persino scorci di se stesso nel giovane prodotto dell'Iowa, dato che Montana è stato circondato da talenti come Rice e Taylor, che ha menzionato, in modo simile a come Purdy si è rivolto a star come Deebo Samuel, Brandon Aiyuk e George Kittle.

Tuttavia, Montana ha offerto un'interpretazione interessante del successo complessivo dell'attacco dei 49ers, descrivendo l'importanza di Purdy nella posizione.

“[Purdy] “Non ha avuto l'opportunità di lavorare con altri ricevitori e penso che non sia un aspetto negativo per lui, ma la gente non l'ha ancora visto farlo”, ha spiegato Montana. “C’era chiaramente qualche ragione per cui i 49ers lo scelsero [with the] Ultimo check-in [2022 NFL Draft]Le cose che hanno visto sul nastro.

“Non penso che importerebbe chi c'è. Ora, [Purdy’s] Per fortuna ha dei buoni giocatori che possono dargli la palla e andare lontano, e non c'è niente di sbagliato in questo. Tutti ne hanno avuti nella loro vita. Quindi non ci penso due volte. “È un vantaggio per lui.”

Se c'è qualcuno che sa cosa serve per portare San Francisco alla gloria, è il Montana, dove l'ex quarterback rimane il leader di tutti i tempi dei 49ers in yard di passaggio (35.124), touchdown di passaggio (244) e completamenti (2.929).

Purdy, che ha lanciato per 5.654 yard e 44 touchdown nelle sue prime due stagioni, ha ancora molta strada da fare per raggiungere il numero 16 nei libri dei record di San Francisco.

Ma il giocatore del secondo anno continua a stupire, guidando con orgoglio i 49ers alla loro ottava apparizione al Super Bowl.

Scarica e segui il podcast delle conversazioni dei 49ers

READ  L'estensione del contratto dei 49ers di Nick Bosa è stata approvata, ma non ancora firmata - NBC Sports Bay Area e California