Giugno 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La Germania intensifica i controlli ai confini con Polonia e Repubblica Ceca

La Germania intensifica i controlli ai confini con Polonia e Repubblica Ceca

La mossa di Berlino mira a combattere l’immigrazione clandestina in un contesto di forte aumento del numero di domande di asilo.

annuncio

Mercoledì la Germania ha annunciato che rafforzerà le pattuglie di polizia lungo le “rotte del contrabbando” ai confini con la Polonia e la Repubblica Ceca, nel tentativo di impedire a più migranti di entrare nel paese.

Il ministro dell’Interno Nancy Viser ha affermato che le nuove misure inizieranno immediatamente.

Questo annuncio è arrivato il giorno dopo che più di 100 cittadini siriani sono stati trovati all’interno di appartamenti perquisiti durante i raid della polizia tedesca collegati a una rete di contrabbando.

Weisser non ha fornito dettagli sul numero di agenti di polizia di frontiera che verranno schierati, ma ha sottolineato che non verranno istituiti posti di blocco fissi al confine come ha fatto la Germania lungo il confine con l’Austria dal 2015.

Per imporre tali controlli, la Germania deve notificarlo alla Commissione Europea.

Mercoledì, il ministro delle Finanze tedesco Christian Lindner ha scritto su X, ex Twitter, che il suo ministero avrebbe sostenuto un aumento dei controlli alle frontiere con ulteriori funzionari doganali.

“I controlli alle frontiere devono essere rafforzati per fermare il contrabbando e l’immigrazione clandestina”, ha scritto.

“Per garantire un successo rapido, ho deciso che la dogana avrebbe sostenuto questa missione urgente con 500 soldati”.

Il ministro degli Interni Weiser ha dichiarato che i nuovi controlli verranno effettuati in stretta collaborazione con la Polonia e la Repubblica ceca. A questi si aggiungeranno le pattuglie mobili della polizia che hanno già controllato le auto che attraversano il confine o le persone che cercano di entrare in Germania a piedi.

READ  Notizie Biden oggi: il presidente scherza sui "bei vecchi tempi" con Obama mentre mette in pausa il debito del prestito studentesco per la sesta volta

“Dobbiamo fermare le azioni crudeli dei trafficanti che mettono a rischio vite umane per massimizzare i loro profitti”, ha affermato Fizer.

Molti migranti provenienti da paesi come la Siria, l’Afghanistan e altri stanno cercando di raggiungere la Germania per chiedere asilo.

Le città e le comunità del paese più grande d’Europa hanno lanciato l’allarme per il crescente numero di arrivi, affermando di non avere lo spazio per accoglierli e fornire posti scolastici.

Più di 220.000 persone hanno chiesto asilo in Germania nel periodo gennaio-agosto di quest’anno.

Nel 2022, circa 240.000 persone hanno presentato domanda di asilo. Questi numeri sono ancora lontani da quelli del periodo 2015-2016, quando più di un milione di migranti presentarono domanda di asilo in Germania.

Tuttavia, oltre ai migranti, la Germania ha accolto anche più di un milione di ucraini fuggiti dalla brutale guerra della Russia contro il loro paese.

Visser ha affermato che circa il 25% di tutti i migranti che arrivano in Germania arrivano con l’aiuto dei trafficanti attraverso rotte pericolose attraverso il Mediterraneo e attraverso le foreste lungo la rotta balcanica.

Di solito pagano migliaia di dollari per arrivare in Germania.

Alcuni esperti sostengono che i trafficanti esistono solo perché non esistono metodi sicuri e legali attraverso i quali alcune persone possono chiedere asilo o entrare nell’Unione Europea.

annuncio

Anche ottenere un visto per visitare il blocco può essere un processo problematico, con costi significativi, lunghi ritardi e un’alta probabilità di rifiuto.

Quando i migranti vengono fermati alla frontiera dalla polizia perché non hanno documenti d’ingresso validi, possono comunque entrare in Germania se fanno domanda di asilo.

READ  Il presidente messicano ha affermato che il suo Paese ha interrotto le relazioni diplomatiche con l'Ecuador dopo il raid all'ambasciata

“Vogliamo prevenire i movimenti evasivi dei trafficanti attraverso ispezioni flessibili e mobili in luoghi variabili”, ha affermato Weiser.

“Allo stesso tempo, ci assicuriamo che i controlli abbiano il minor impatto possibile sulle persone, sui passeggeri e sul commercio nella vita di tutti i giorni.”

Weiser ha inoltre osservato che “al fine di ridurre significativamente la migrazione irregolare, la creazione di un sistema europeo comune di asilo rimane il passo cruciale”.

annuncio

Ciò significa imporre severi controlli alle frontiere esterne dell’UE in modo che i migranti non possano raggiungere paesi come la Germania, situata al centro del blocco.