Maggio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La FCC ripristina la neutralità della rete in cambio degli ISP

La FCC ripristina la neutralità della rete in cambio degli ISP

I principali ISP dovranno ancora una volta aderire a una serie di rigide regole della strada, che impediscono loro di bloccare o limitare il traffico, poiché la Federal Communications Commission (FCC) ha ripristinato oggi le norme sulla neutralità della rete.

La commissione ha votato 3-2 in linea con le linee del partito per adottare le regole, che vietano ampiamente a Comcast, AT&T, Verizon e altri fornitori di favorire alcuni tipi di traffico Internet rispetto ad altri.

Le ultime regole sulla neutralità della rete sono simili a quelle adottate nel 2015, quando la FCC votò per riclassificare il servizio Internet come vettore comune, o alla stessa classificazione normativa data al servizio telefonico. La commissione, con una maggioranza di membri democratici, ha cercato la riclassificazione come un modo per conferire all’autorità di regolamentazione della FCC la possibilità di stabilire importanti regole sulla neutralità della rete.

Ma meno di tre anni dopo, dopo che Donald Trump è diventato presidente, la Federal Communications Commission, controllata dai repubblicani, ha invertito la neutralità della rete, per protestare online e fuori dagli uffici della FCC.

Gli oppositori della neutralità della rete sostengono che anche senza tale regolamentazione, i grandi timori che Internet si trasformi in un sistema a più livelli di corsie preferenziali non si sono materializzati.

Tuttavia, i sostenitori notano che una serie di nuove normative statali hanno allentato il comportamento dei principali ISP.

Il Congresso non è stato in grado di approvare una legislazione che codificherebbe la neutralità della rete, nonostante ci siano stati numerosi tentativi negli ultimi quindici anni di raggiungere un compromesso legislativo.

READ  Steward Health Care sta cercando protezione in caso di fallimento

“Quattro anni fa, la pandemia ha cambiato la vita come la conosciamo. Ci è stato detto di restare a casa, accovacciarci e vivere online”, ha affermato la presidente della FCC Jessica Rosenworcel, che ha guidato la campagna per ripristinare le regole. la scuola e la sanità si sono spostate su Internet. “Se vogliamo interagire con il mondo, dobbiamo farlo attraverso la connettività a banda larga”, ha affermato durante l’udienza.

“È diventato chiaro che, indipendentemente da chi sei o da dove vivi, hai bisogno della banda larga per avere buone possibilità di successo nell’era digitale. La banda larga è passata da una cosa piacevole a una necessità per tutti, ovunque è ora un servizio essenziale I servizi di base – quelli da cui dipendiamo per ogni aspetto della vita moderna – sono soggetti ad alcune supervisione di base.