Febbraio 1, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La dogana di San Diego afferma che c’è stato un aumento dei tentativi di contrabbando di uova oltre confine



Cnn

Prezzi in rialzo Aumento dei tentativi di portare le uova negli Stati Uniti dal Messico, secondo i funzionari di frontiera.

Gli ufficiali della dogana e della protezione delle frontiere a San Diego hanno assistito a un aumento del numero di tentativi di trasporto di uova attraverso il confine tra Stati Uniti e Messico, Secondo un tweet del direttore delle operazioni sul campo Jennifer De La O.

“L’ufficio sul campo di San Diego ha recentemente notato un aumento del numero di uova intercettate nei nostri porti di ingresso”, ha scritto De La O in un tweet martedì. “Come promemoria, è vietato l’ingresso negli Stati Uniti alle uova crude provenienti dal Messico. La mancata dichiarazione di prodotti agricoli può comportare sanzioni fino a $ 10.000”.

È illegale portare uova crude dal Messico negli Stati Uniti a causa del rischio di influenza aviaria e malattia di Newcastle, un virus infettivo che colpisce gli uccelli, secondo Customs and Border Protection.

In una dichiarazione inviata via e-mail alla CNN, Jerrilyn Alcordo, specialista in affari pubblici della protezione delle dogane e delle frontiere, ha attribuito l’aumento dei tentativi di contrabbando di uova all’aumento del costo delle uova negli Stati Uniti. Un focolaio di influenza aviaria mortale tra gli allevamenti di polli statunitensi ha fatto salire alle stelle i prezzi delle uova, aumentando dell’11,1% da novembre a dicembre e del 59,9% annuo, Secondo il Bureau of Labor Statistics.

L’aumento è stato segnalato al valico Tijuana-San Diego e in “altre località del confine meridionale”, ha detto El Cordo.

Per la maggior parte, i viaggiatori che portavano uova dichiaravano le uova mentre attraversavano il confine. “Quando ciò accade, la persona può rinunciare al prodotto senza conseguenze”, ha detto Alcordo. “Gli specialisti agricoli del CBP raccoglieranno e poi distruggeranno le uova (e altri prodotti alimentari/agricoli proibiti) come nel corso di un’azione di routine”.

In alcuni casi, i viaggiatori non hanno dichiarato le proprie uova ei prodotti sono stati scoperti durante l’ispezione. In quei casi, ha spiegato El Kordo, le uova sono state sequestrate ei viaggiatori sono stati multati di 300 dollari.

“Le sanzioni potrebbero essere più elevate per i trasgressori o per le importazioni di volumi commerciali”, ha aggiunto.

Alcordo ha sottolineato l’importanza di dichiarare tutti i prodotti alimentari e agricoli quando si viaggia.

“Sebbene molti articoli possano essere consentiti, è meglio dichiararli per evitare potenziali multe e sanzioni se ritenuti proibiti”, ha affermato. “Se viene dichiarato e ritenuto vietato, si può rinunciare senza conseguenze. Se non viene autorizzato e poi scoperto durante il test, il viaggiatore sarà soggetto a sanzioni”.

READ  Inizia l'espansione di 100 ettari di Giga Berlin di Tesla: rapporto