Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Kevin Durant entra nella lista dei 10 migliori marcatori di tutti i tempi, superando Moses Malone

Kevin Durant entra nella lista dei 10 migliori marcatori di tutti i tempi, superando Moses Malone

Kevin Durant supera Moses Malone ed entra nella lista dei 10 migliori marcatori della storia della NBA.

Fenice (AFP) – Kevin Durant a volte passa il tempo libero navigando su YouTube, guardando vecchi clip dei grandi dell’NBA.

Il 35enne continua a guadagnarsi il suo posto tra loro.

Durant è salito al decimo posto nella classifica dei marcatori della NBA venerdì sera, superando Moses Malone nel secondo quarto della sconfitta per 119-111 dei Suns contro i Denver Nuggets.

“È un lungo viaggio arrivare lì, essere menzionato tra i grandi”, ha detto Durant. “Ci vuole molto lavoro, molta preparazione e molte persone che mi aiutano ad arrivare a questo punto.”

Durant ha colto nel segno Guidando la linea di fondo per due punti con 50,3 secondi rimasti nel primo tempo. Durant aveva bisogno di 17 punti per superare Malone entrando in partita, il 1.003esimo punto della sua carriera.

Durant ha chiuso con 30 punti, ma ha tirato 8 su 25 dal campo, portandosi in vantaggio 0 su 10 nel secondo tempo. Ha portato il totale della sua carriera a 27.423, mentre Malone ne ha 27.409 nella NBA dopo aver iniziato la sua carriera professionale con due stagioni nell’ABA.

Durant ha detto che Malone è uno dei giocatori più sottovalutati nella storia del campionato.

“Come giocatore di basket, penso che il nostro compito sia tornare indietro e imparare la storia del gioco e chi ci ha aperto la strada”, ha detto Durant.

Durant, alto 1,80 m, è un 13 volte All-Star e due volte campione NBA e ha giocato per SuperSonics/Thunder, Warriors, Nets e Suns. Ha giocato una stagione al college in Texas prima di essere preso secondo assoluto nel draft NBA del 2007 quando aveva 19 anni.

READ  Taylor Jenkins dei Memphis Grizzlies ha sbattuto gli arbitri in gara 4

È stato nella NBA per 17 stagioni – saltando un anno intero a causa di un infortunio al tendine d’Achille – e ha segnato più di 27 punti di media.

Durant ha una media di 31,3 punti, con il suo massimo in carriera di 32,0 ppg (raggiunto durante la campagna MVP di Kia del 2014), mentre ha ottenuto un 51,8 FG%, 49,3 3P% e 89,6 FT% sui suoi tiri. Ha superato Elvin Hayes per l’undicesimo posto assoluto il 21 novembre contro i Blazers.

LeBron James è in cima alla lista dei punteggi con 39.124 punti ed è l’unico altro giocatore attivo nella top 25. Al secondo posto Kareem Abdul-Jabbar (38.397), seguito da Karl Malone (36.928), Kobe Bryant (33.643) e Michael Jordan (32.292). Dirk Nowitzki (31.560), Wilt Chamberlain (31.419), Shaquille O’Neal (28.596) e Carmelo Anthony (28.289).

Durant si colloca al 13° posto nella classifica combinata NBA/ABA, con le ex stelle dell’ABA Julius Erving ottavo (30.026), Malone nono (29.580) e Dan Issel 12° (27.482).

Il prossimo è Carmelo Antonio – a 28.289 – con Shaquille O’Neal non molto indietro (28.596). Se Durant mantiene la sua salute e il suo ritmo attuali, Anthony dovrebbe essere a portata di mano alla fine di gennaio, con O’Neal nella mischia dopo circa 10 partite.