Maggio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Jake Sullivan afferma che Stati Uniti e Israele sono d'accordo sulle “linee fondamentali” dell'accordo sugli ostaggi: NPR

Jake Sullivan afferma che Stati Uniti e Israele sono d'accordo sulle “linee fondamentali” dell'accordo sugli ostaggi: NPR

Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan parla durante una conferenza stampa alla Casa Bianca a Washington il 14 febbraio.

Mark Schiefelbein/AP


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Mark Schiefelbein/AP

Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan parla durante una conferenza stampa alla Casa Bianca a Washington il 14 febbraio.

Mark Schiefelbein/AP

Rappresentanti di Stati Uniti, Israele e diversi altri paesi del Medio Oriente hanno raggiunto un “accordo” sui termini di un potenziale accordo di cessate il fuoco a Gaza, anche se non è chiaro se anche Hamas firmerà l’accordo.

Lo ha affermato il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, Jake Sullivan, che ha commentato domenica mattina alla CNN. Stato dell'unione.

Sullivan ha affermato: “È vero che i rappresentanti di Israele, Stati Uniti, Egitto e Qatar si sono incontrati a Parigi e hanno raggiunto un’intesa tra i quattro paesi sulla forma base di un accordo sugli ostaggi per un cessate il fuoco temporaneo”. Egli ha detto.

E ha aggiunto: “Dovrebbero esserci colloqui indiretti tra Qatar ed Egitto con Hamas, perché alla fine dovranno mettersi d'accordo sul rilascio degli ostaggi”.

Funzionari egiziani a conoscenza di colloqui separati che coinvolgevano Hamas al Cairo avevano precedentemente detto alla NPR che il movimento armato palestinese aveva accettato una serie di condizioni, tra cui il ritiro della richiesta di una tregua immediata e la sua insistenza sul ritiro di Israele da Gaza. Hamas ha anche ridotto il numero dei prigionieri palestinesi che vuole che Israele rilasci in cambio del rilascio di alcuni restanti ostaggi israeliani, hanno detto i funzionari.

READ  L'incidente di un elicottero malese uccide 10 membri dell'equipaggio della Marina nella collisione di Lumut

Sono trascorsi più di quattro mesi da quando i combattenti di Hamas sono entrati in Israele e hanno lanciato un attacco su larga scala che ha ucciso circa 1.200 persone. Israele afferma che Hamas continua a detenere circa 130 ostaggi presi durante l'attacco del 7 ottobre a Gaza, e che almeno 31 di loro sono morti.

Israele ha invaso Gaza giorni dopo in una campagna militare che è ancora in corso. Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, più di 29.000 palestinesi sono stati uccisi nell’attacco israeliano.

Sullivan ha detto che spera che tutte le parti possano raggiungere un “accordo fermo e definitivo su questo tema” nei “prossimi giorni”.

L’amministrazione Biden continua a concentrarsi sulle minacce russe

Sullivan ha anche fatto pressioni sul Congresso affinché approvasse ulteriori finanziamenti militari per l’Ucraina, aiuti che un numero crescente di repubblicani affermano di fornire ora. si oppone Dare alla nazione afflitta.

L’Ucraina ha appena festeggiato due anni tristi dalla guerra con la Russia.

Il Senato ha recentemente approvato un pacchetto di aiuti esteri che comprende 61 miliardi di dollari in aiuti per l'Ucraina, e Sullivan afferma che ora spetta al presidente della Camera Mike Johnson mettere la misura in votazione nella sua camera.

“Questo è uno di quei casi in cui una persona può cambiare il corso della storia”, ha detto Sullivan Raccontare ABC questa settimana.

“È passato a stragrande maggioranza su base bipartisan [in the Senate]”Se ci fosse un voto positivo o negativo, passerebbe in maggioranza alla Camera”, ha detto Sullivan. “Quindi tocca a una persona: il presidente Johnson. Metterà sul tavolo il disegno di legge?”

READ  La BBC ha criticato il film "blackout" dell'incoronazione di re Carlo - Deadline

Johnson non si era precedentemente impegnato a sottoporre la misura al voto della Camera, ma Sullivan ha detto che il presidente gli aveva detto che voleva ottenere finanziamenti per l'Ucraina e che stava cercando di trovare un modo per farlo.

Domenica a Sullivan è stato anche chiesto se ci fossero prove che la Russia stesse cercando di interferire nelle imminenti elezioni presidenziali americane, come aveva fatto in precedenza nelle elezioni del 2016 e del 2020.

“Non posso parlare delle prove oggi, ma posso dirvi che ovviamente ci sono preoccupazioni”, ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale. Raccontare nbc Incontra la stampa.

“Non si tratta di politica. Si tratta di sicurezza nazionale. Si tratta di un paese straniero, un avversario straniero, che cerca di manipolare la politica e la democrazia negli Stati Uniti d'America”, ha detto.