Ottobre 19, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Italia: la Juventus finalmente è arrivata prima

Postato su:

Roma (AFP)

La Juventus ha ottenuto la prima vittoria in campionato contro una squadra febbrile e indifesa, una squadra moderata di La Specia (3-2), non lontana dal battere i bianconeri mercoledì 5.

Questa prima vittoria, dopo due pareggi e due sconfitte, permette a Joe di salire al 12° posto in classifica, otto lunghezze dietro la capolista ad interim dell’Inter e il terzo punto del Milan di fronte al Venezia. Mercoledì sera.

Nonostante il punteggio di apertura di Mois Keane (28°), i turchi hanno rotto due accelerazioni su Emmanuel Kiazi (33°) e Janis Andiste (49°).

Serviva per rimettere in carreggiata con i bianconeri la rabbia di Federico Cisa (66°) e Mathieu de Ligt (72°) e scongiurare una crisi sulla testa del tecnico torinese Massimiliano Alegri.

Questa lotta serrata contro lo Specia, alla sua seconda stagione in Serie A, si è rivelata quella giusta per l’ex tattico milanista (2010-2014), che temeva una partita complicata e chiedeva ai suoi giocatori solo una cosa: “Old Lady ” per sessant’anni per entrare finalmente nella Lega dopo la brutta partenza di Yin.

Vittoria, l’aveva. Ma a volte la sua mascella sembrava una squadra malata, i giocatori erano senza speranza, ascoltavano attentamente le istruzioni della panchina e volevano giocare all’indietro per evitare rischi.

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri dopo la vittoria a La Specia del 22 settembre 2021 Andreas Solaro AFP

“Abbiamo sofferto ma è stata una vittoria importante. Ci sono tante cose da migliorare, molti giocatori devono progredire nelle selezioni”, ha ammesso il tecnico.

– Il successo del “personaggio” –

“Max” può ringraziare Alegre Federico Cesa, che ha messo pressione (1-1) dopo la partita di domenica contro il Milan.

READ  Il secondo turno delle elezioni comunali questa domenica e lunedì è caratterizzato da tesi combattimenti a Roma

Titolare di questo schema nella rosa fortemente aggiornata (cinque cambi), l’esterno italiano ha faticato nel suo percorso, difendendo l’inferiore e cercando di romperlo. Ma come i suoi compagni, con Jerk, non ha mai saputo cosa avrebbe fatto la palla.

L'attaccante della Juventus Mois Keane (sx) si prepara ad aprire le marcature a La Specia il 22 settembre 2021
L’attaccante della Juventus Mois Keane (sx) si prepara ad aprire le marcature a La Specia il 22 settembre 2021 Andreas Solaro AFP

Senza essere brillante, la Juve ha fatto gran parte del lavoro ringraziando i suoi due ex parigini: Adrian Rabbit ha servito e Moise Keane ha mandato la palla in battuta (28esimo).

Ma poi di nuovo, non poteva difendere il suo vantaggio. Si sblocca prima dell’intervallo su un tiro di Kiazi (33′).

L’ex Toulouse Antiste, 19 anni, dopo una solitaria pausa raid, ha vinto la lotta contro Leonardo Bonucci e ha segnato il suo primo gol in Serie A, la cui partenza ha ingannato Schseny.

La Specia va molto vicino al 3-1 (salvando Manuel Locatelle 65esimo nel suo ordine), non riuscendo però a far fronte alla reazione di Zhou. Il portiere olandese Geron Soyde, che non ha potuto peccare alla fine del primo periodo davanti a Palo Dybala (40esimo, 42esimo, 45esimo), Sisa (66′) e de Lict (72).

L'attaccante del Ghana La Specia Emmanuel Kiaci Square alla Juventus, 22 settembre 2021 a La Specia
L’attaccante del Ghana La Specia Emmanuel Kiaci Square alla Juventus, 22 settembre 2021 a La Specia Andreas Solaro AFP

“Il secondo tempo è iniziato molto male, ma l’importante oggi è il carattere”, ha detto De Lict.

Helles ha segnato il primo punto contro il Verona (2-2) dopo il 2-0 della Salernitana di Frank Ribery. La luce rossa in rilievo rimane.

READ  Il turismo peserà sul PIL nel 2020