Aprile 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Intervista al professionista di Apple Vision Tim Cook e al commissario NBA Adam Silver – The Hollywood Reporter

Intervista al professionista di Apple Vision Tim Cook e al commissario NBA Adam Silver – The Hollywood Reporter

Tim Cook voleva saperne di più sulle statistiche.

Il CEO di Apple era seduto su un iMac nel quartier generale della NBA a New York insieme al commissario NBA Adam Silver, circondato da un muro di palloni da basket organizzati. Sul tavolo bianco di fronte a loro c'era il computer, un componente hardware che secondo Cook “cambia davvero tutto”.

Apple Vision Pro.

L'NBA ha lavorato duramente su un'app personalizzata per il dispositivo e due dei suoi sviluppatori, gli ingegneri software senior Loren Marshall e Matthew Parrott, hanno informato Cook e Silver sulle sue funzionalità, come la possibilità di guardare fino a cinque partite. subito. Funzionalità video coinvolgenti e, come ha chiesto Cook, statistiche in tempo reale che possono essere visualizzate insieme alle partite dal vivo.

Cook e Silver, in un'intervista congiunta subito dopo la demo, erano molto entusiasti del potenziale del dispositivo di cambiare non solo il modo in cui le persone guardano lo sport, ma anche tutti i contenuti di intrattenimento.

“Ho visto così tante demo di diversi risultati di gioco, ed è così sorprendente, è così diverso”, ha detto Cook quando gli è stato chiesto. Reporter di Hollywood Informazioni sulle capacità del dispositivo. “È difficile tornare al mondo 2D dopo essere stato nel mondo 3D, semplicemente non vuoi farlo.”

“Penso che ciò che il mercato farà ora sarà convincere altre organizzazioni di creazione di contenuti – non solo l'NBA – a considerare la natura trasformativa di questo e iniziare a investire”, ha aggiunto Silver, ricordando un incontro con Cook anni fa nel suo ufficio. Il CTO ha esortato l'università a investire nelle sue operazioni dirette al consumatore. “C'è un forte incentivo per noi ora a prendere questi contenuti globali e trovare modi per distribuirli in tutto il mondo e creare un'esperienza più coinvolgente e coinvolgente. Quindi penso che vedrete molti creatori di contenuti dire: “Abbiamo bisogno dei nostri sviluppatori , abbiamo bisogno dei nostri ingegneri.” Non possiamo lasciarlo agli altri, e questo aumenterà il Livello per tutti.

READ  Impostazioni tecniche predefinite che dovrebbero essere disattivate immediatamente

Cook ha fatto un giro negli uffici della NBA la mattina dell'uscita di Vision Pro, venerdì 2 febbraio. Solo due ore prima, Cook era pronto ad aprire le porte del flagship store di Apple sulla Fifth Avenue, con i dipendenti che facevano il conto alla rovescia da 10 per segnalare a Cook di aprire le enormi porte di vetro e una fila di sfegatati fan di Apple che aspettavano fuori per ritirare il loro Dispositivi VisionPro. Cook ha stretto loro la mano mentre entravano e si è fermato per scattare selfie e chiacchierare con gli acquirenti.

Pochi isolati a sud e poche ore dopo, presso l'ufficio NBA, Cook afferma che molti dei primi clienti con cui ha parlato quella mattina erano sviluppatori che cercavano di mettere le mani su Vision Pro per poterlo provare di persona.

Allo stesso modo, aggiunge, anche Apple è profondamente impegnata nel mettere il Vision Pro nelle mani di creatori che creeranno contenuti originali per il dispositivo, partner come NBA e Disney, sì, ma anche persone come il regista James Cameron o Jon Favreau. (Che ha contribuito a creare un'esperienza coinvolgente con i dinosauri per il dispositivo che deve essere vista per crederci).

“Abbiamo iniziato a parlare con molti creativi e tutti sono rimasti stupefatti dalla narrazione che poteva avvenire in questo rispetto agli strumenti del passato”, afferma Cook. “Quindi la mia impressione è che ci saranno molte persone che correranno verso questo, ma vedremo.”

Nell'ufficio NBA, ovviamente, gli sport dal vivo sono sempre al primo posto.

L'app della lega è in fase di sviluppo poco dopo l'annuncio di Vision Pro al WWDC dell'anno scorso.

READ  Ora puoi leggere l'intero Catalogo della Terra online

“Abbiamo discusso molto di ambienti immersivi rispetto a spazi condivisi in cui è possibile avere app che vivono fianco a fianco”, afferma Chad Evans, vicepresidente senior NBA e responsabile del prodotto e della piattaforma. Vision Pro offre sia la possibilità di immergersi in un ambiente come un teatro, sia in uno in cui è possibile accedere ad altre applicazioni contemporaneamente. “Quando pensiamo all'esperienza dei fan, vogliono poter parlare del gioco con i loro amici. Vogliono poter accedere alle loro app di social media. E quindi abbiamo davvero pensato a questo ambiente multi-app in cui puoi circondarti te stesso con i contenuti NBA e come la nostra app può vivere in questo ecosistema.

Evans aggiunge che provare effettivamente il dispositivo è stato un “momento aha”, consentendo al suo team di capire cosa volevano fare.

C'è poi la possibilità di realizzare video immersivi, in grado di mettere gli utenti al centro dell'azione.

“Penso che i fan vogliano essere parte del gioco e dell'azione, e non c'è niente come essere in Vision Pro e sentirsi come se fossi sul campo”, afferma Cook. “Ciò non significa che hai un posto a bordo campo. È molto meglio di così.”

“Come ha detto Tim, sotto molti aspetti è meglio che stare seduti in campo”, ha aggiunto Silver. “Può portarti ovunque sulla Terra. Può darti la prospettiva di un giocatore e può portarti in posti dove non puoi andare e comprendere.

Persino Silver si è espresso in modo poetico riguardo al suo potenziale di cambiare il modo in cui i consumatori guardano lo sport.

L'abbiamo visto nel calcio, l'abbiamo visto nel baseball [in the Vision Pro demo]”Penso che, come ha detto Tim, siamo ovviamente all'inizio, ma questa è una transizione”, ha aggiunto Silver. “Questo, per me, sarà il modo in cui le persone vivranno lo sport nel tempo attraverso i media”.

READ  La CPU AMD Ryzen 7 5800X3D supera Intel Core i9-12900K nei benchmark di gioco nonostante Alder Lake con memoria DDR5 di fascia alta

Naturalmente sarà necessario un periodo di adattamento.

“Ci vorrà molto, sai, e sarà necessario ripensare i luoghi di produzione, le telecamere negli stadi e così via. Dovrai riprogettare tutto, ma ne varrà la pena”, afferma Cook. .

Tim Cook, Adam Silver e il team di sviluppo dell'NBA.

Tim Cook, Adam Silver e il team di sviluppo dell'NBA.

NBA

Dopo aver completato la demo, Silver e Cook hanno attraversato una serie di gradinate di legno verso quello che è comunemente noto come il bar dello staff dell'NBA.

Tavoli e sedie sono però stati liberati. Invece, il team di sviluppo NBA responsabile di Vision Pro li stava aspettando. Cook e Silver si sono stretti la mano e hanno posato per le foto, inclusa una foto di gruppo.

Sulla parete c'è uno schermo quasi dal pavimento al soffitto che mostra filmati NBA. Evans parla con THR Su una panchina che si affaccia sulla nebbiosa Fifth Avenue e Central Park, esprime entusiasmo per la possibilità di registrazioni video spaziali immersive per i giochi.

Silver afferma che l'NBA sta già pianificando di sfruttare questa tecnologia e utilizzerà alcune delle attrezzature specializzate di Apple per filmare gli eventi dell'All Star Week a Indianapolis alla fine di questo mese, ma alla fine si aspetta che qualsiasi rete o servizio di streaming con sport dal vivo lo provi.

“Direi che in termini di categoria dei diritti, l'unica cosa in cui Apple è stata brava è guardare al futuro”, afferma Silver. “Vedo una sorta di doppio significato in Vision Pro, che è letteralmente una visione del futuro. Guardandolo, devo immaginare che chiunque ci conceda in licenza i contenuti vorrà acquisire tali diritti da solo, sia che si tratti di in realtà Apple o chi produce contenuti: Disney ed ESPN per l'utilizzo dei dispositivi Apple.

Ha aggiunto: “Credo che il mio compito sia motivare i nostri partner affinché possano guardare al futuro”. “Stiamo solo grattando la superficie qui.”