Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il governo militare del Myanmar applica la legge sulla coscrizione

Il governo militare del Myanmar applica la legge sulla coscrizione

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

Il 1° febbraio il Myanmar è entrato nel quarto anno dal colpo di stato

Il governo del Myanmar ha annunciato il servizio militare obbligatorio per tutti i giovani uomini e donne mentre nel paese continuano i disordini.

Ma negli ultimi mesi è stato sconfitto in una serie di scontri con le milizie etniche e i combattenti anti-colpo di stato.

La mossa annunciata sabato richiederà a tutti gli uomini di età compresa tra 18 e 35 anni e a donne di età compresa tra 18 e 27 anni di prestare servizio per almeno due anni sotto il comando militare.

Non sono stati rivelati ulteriori dettagli. Ma il consiglio militare ha affermato in un comunicato che il Ministero della Difesa “emetterà i regolamenti, le procedure, gli ordini dichiarativi, le notifiche e le istruzioni necessarie”.

Negli ultimi mesi l’esercito ha dovuto affrontare una serie di umilianti sconfitte.

Alla fine dello scorso anno, tre eserciti ribelli etnici nello Stato Shan – sostenuti da altri gruppi armati contrari al governo – hanno sequestrato i valichi di frontiera e le rotte che trasportavano la maggior parte del commercio via terra con la Cina.

Il presidente nominato dai militari del Myanmar, Myint Swe, un ex generale, aveva precedentemente avvertito che il paese avrebbe rischiato la disintegrazione se il governo non fosse riuscito a controllare i combattimenti.

Una legge che consente la coscrizione obbligatoria è stata introdotta in Myanmar nel 2010, ma non è stata ancora attuata.

Secondo la legislazione, le condizioni di servizio possono essere prorogate fino a cinque anni durante lo stato di emergenza. In alternativa, chi ignora la citazione al servizio può essere detenuto per lo stesso periodo.

La giunta del Paese ha dichiarato lo stato di emergenza nel 2021, recentemente prorogato per altri sei mesi.

Il Myanmar ha resistito per quasi 50 anni sotto regimi militari repressivi prima di passare alla democrazia nel 2011.

Il 1° febbraio 2021 l’esercito ha annunciato di aver preso il controllo del Paese.

Da allora, disordini e combattimenti hanno colpito il paese, sfollando più di un milione di persone e uccidendone migliaia.

La performance dell'esercito nelle recenti battaglie contro i gruppi armati etnici – alcune delle quali si sono concluse con sconfitte e ritirate – ha sollevato critiche e dubbi tra i suoi sostenitori.

READ  Rapporto ufficiale sulla "camera di tortura dei bambini" in Ucraina