Giugno 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il governo lancia un’offerta legale per impedire alle indagini Covid di vedere i WhatsApp di Johnson

Il governo lancia un’offerta legale per impedire alle indagini Covid di vedere i WhatsApp di Johnson

  • Scritto da Joshua Nevitt e Alex Forsyth
  • Politica della BBC

fonte dell’immagine, Immagini Getty

Il governo del Regno Unito lancerà una sfida legale senza precedenti su una richiesta di Covid per informarsi sui messaggi e sui documenti di WhatsApp.

Il governo ha mancato la scadenza delle 16:00 per condividere le lettere e i taccuini di Boris Johnson durante la pandemia.

Si ritiene che questa sia la prima volta che un governo ha intrapreso un’azione legale contro la sua inchiesta pubblica.

Johnson ha detto che sarebbe “più che felice” di consegnare il materiale non redatto direttamente al presidente delle indagini.

L’Ufficio di Gabinetto – il dipartimento che affianca il premier nella conduzione del governo – ha avuto tempo fino alle 16 di giovedì per consegnare tutti i documenti richiesti dall’inchiesta Covid.

Ma il governo ha rifiutato di rilasciare parte del materiale, sostenendo che non era rilevante per l’indagine, che avrebbe minacciato il diritto alla privacy dei ministri e avrebbe creato un precedente che avrebbe potuto impedire ai ministri di discutere questioni politiche in futuro.

La baronessa Hallett, giudice in pensione e pari di Crossbench, che è presidente della commissione d’inchiesta, afferma che spetta a lei decidere sul materiale pertinente.

Il portavoce di Johnson ha affermato che il signor Johnson non ha rivelato alcun messaggio WhatsApp inviato prima dell’aprile 2021 perché il suo telefono cellulare è stato coinvolto in una violazione della sicurezza e da allora non è stato più acceso.

Con una mossa insolita annunciata dopo la scadenza del termine delle 16:00, l’Ufficio di Gabinetto ha dichiarato che avrebbe richiesto un riesame giudiziario dell’ordine della baronessa Hallett di rilasciare i documenti.

Ciò significa che il giudice dovrà decidere se l’indagine ha ecceduto i suoi poteri legali, istituendo una potenziale resa dei conti legale in tribunale poche settimane prima che l’indagine tenga la sua prima udienza pubblica.

I ministri hanno avviato un’inchiesta sul Covid nel 2022 e hanno incaricato la baronessa Hallett di identificare gli insegnamenti tratti dalla gestione della pandemia da parte del governo.

Elkan Abrahamsson, un avvocato che rappresenta il gruppo Covid-19 Famiglie in lutto per la giustizia, ha dichiarato: “Il Cabinet Office mostra un totale disprezzo per le indagini nel mantenere la convinzione di essere la massima autorità e arbitro di ciò che è rilevante e cosa non lo è.

“Solleva interrogativi sull’integrità dell’indagine e su quanto sia aperta e trasparente se il presidente non è in grado di vedere tutto il materiale”.

I partiti di opposizione hanno accusato il governo del primo ministro Rishi Sunak di aver tentato di far deragliare le indagini sul Covid e lo hanno esortato a soddisfare le loro richieste.

La vice leader laburista Angela Rayner ha descritto la sfida legale come un “tentativo disperato di oscurare le prove” e ha affermato che “queste ultime tattiche fumogene servono solo a minare l’indagine sul Covid”.

I liberaldemocratici hanno affermato che la sfida legale è stata “un duro colpo per le famiglie in lutto che hanno già aspettato troppo a lungo per le risposte”.

Il ministro della Scienza George Freeman ha difeso la decisione di intraprendere un’azione legale, pur ammettendo di ritenere probabile la sconfitta in tribunale.

Ma quando ha parlato durante una precedente visita in Moldavia, Sunak si è detto “fiducioso” della posizione del governo.

Ha affermato che il “materiale irrilevante” richiesto dall’indagine includeva “riferimenti a informazioni personali e familiari, comprese malattie e questioni disciplinari” e “commenti di natura personale su individui identificabili o identificabili estranei al Covid”.

Ma il pericolo per il governo è che lo esponga all’accusa – già mossa dal Labour – che i ministri stiano cercando di insabbiare qualcosa.

L’azione legale metterà alla prova la capacità delle inchieste pubbliche di ottenere messaggi su WhatsApp, che negli ultimi anni è diventato un metodo di comunicazione sempre più popolare tra i ministri.

La baronessa Hallett ha precedentemente avvertito che sarebbe un reato non divulgare il materiale richiesto dall’inchiesta.

Jonathan Jones, l’ex capo dell’ufficio legale del governo, ha detto che l’ufficio di gabinetto aveva un “caso ragionevole” ma ha dovuto affrontare “una sfida in salita per ribaltare gli ampi poteri delle indagini”.

Ha detto alla BBC che la questione potrebbe essere risolta in tribunale “entro settimane, se non prima”.