Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il “Ghiacciaio dell'Apocalisse” si sta sciogliendo velocemente.  Gli scienziati ora hanno le prove di quando è iniziato e perché

Il “Ghiacciaio dell'Apocalisse” si sta sciogliendo velocemente. Gli scienziati ora hanno le prove di quando è iniziato e perché



CNN

Gli scienziati hanno guardato indietro nel tempo per ricostruire la vita passata del ghiacciaio Doomsday in Antartide, soprannominato il “ghiacciaio del Doomsday” perché contiene… Un collasso potrebbe portare ad un catastrofico innalzamento del livello del mare. Hanno scoperto che ha cominciato a ritirarsi rapidamente negli anni ’40, secondo un nuovo studio che fornisce uno sguardo allarmante sul futuro scioglimento del ghiaccio.

Il ghiacciaio Thwaites nell'Antartide occidentale è il più vasto del mondo ed è grande all'incirca quanto la Florida. Gli scienziati sapevano che lo era Il ghiaccio si stava perdendo a un ritmo accelerato A partire dagli anni '70, ma poiché i dati satellitari risalgono solo a pochi decenni fa, non si sa esattamente quando ebbe inizio il grande scioglimento.

Ora c'è una risposta a questa domanda, secondo uno studio pubblicato lunedì sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Analizzando i nuclei di sedimenti marini estratti dal fondo dell’oceano, i ricercatori hanno scoperto che il ghiacciaio ha iniziato a ritirarsi in modo significativo negli anni ’40, probabilmente a causa di forze molto forti. Evento El Niño – Le fluttuazioni climatiche naturali tendono a portare al riscaldamento globale impatto.

Da allora, secondo il rapporto, il ghiacciaio non è stato in grado di riprendersi, il che potrebbe riflettere il crescente impatto del riscaldamento globale causato dall’uomo.

Ciò che accadrà a Thwaites avrà ripercussioni globali. Il ghiacciaio contribuisce già per il 4%. Il livello del mare aumenta perché ogni anno vengono scaricati miliardi di tonnellate di ghiaccio nell’oceano. Il suo completo collasso potrebbe innalzare il livello del mare di oltre mezzo metro.

READ  La nuova simulazione del MIT rivela importanti informazioni sulla nascita dell'universo

Ma svolgono anche un ruolo vitale nella stabilizzazione della calotta glaciale dell’Antartide occidentale, agendo come un tappo che trattiene la vasta distesa di ghiaccio al di là. Un collasso di Thwaites minerebbe la stabilità della calotta glaciale, che contiene abbastanza acqua da innalzare il livello del mare Almeno 10 piedicausando catastrofiche inondazioni globali.

Joshua Stevens/Osservatorio della Terra della NASA/USGS

Una foto del 2017 mostra un nuovo iceberg che si è staccato dal ghiacciaio di Pine Island, uno dei principali sbocchi dove il ghiaccio della calotta glaciale dell’Antartide occidentale sfocia nell’oceano.

I risultati dello studio corrispondono a ricerche precedenti sul vicino ghiacciaio di Pine Island, uno dei più grandi flussi di ghiaccio dell’Antartide, che gli scienziati hanno anche scoperto che aveva iniziato a ritirarsi rapidamente negli anni ’40.

Ciò rende la ricerca importante, ha affermato Julia Wilner, assistente professore di geologia presso l'Università di Houston e uno degli autori dello studio. Ha detto alla CNN che ciò che sta accadendo a Thwaites non è limitato a un ghiacciaio, ma fa parte del contesto più ampio di un clima che cambia.

“Se entrambi i ghiacciai si stanno ritirando nello stesso momento, questa è un'ulteriore prova che in realtà sono costretti a fare qualcosa”, ha detto Wilner.

Per ricostruire un quadro della vita dei Thwaites negli ultimi 12.000 anni, gli scienziati hanno preso una nave rompighiaccio vicino al bordo del ghiacciaio per raccogliere campioni di sedimenti oceanici da una serie di profondità.

Questi nuclei forniscono una cronologia storica. Ogni strato fornisce informazioni sull'oceano e sul ghiaccio risalenti a migliaia di anni fa. Analizzando e datando i sedimenti, gli scienziati sono stati in grado di determinare quando è iniziata la grande fusione.

READ  [RD/KP14] Tutti i dettagli su Chemicards Manabu

Da queste informazioni, credono che la ritirata di Thwaites sia stata dovuta a un evento estremo di El Niño avvenuto in un momento in cui molto probabilmente il ghiacciaio era in fase di scioglimento, facendogli perdere l'equilibrio. “È come se venissi preso a calci e fossi già malato, avrebbe un impatto molto maggiore”, ha detto Wilner.

James Smith, geologo marino del British Antarctic Survey e coautore dello studio, ha affermato che i risultati sono preoccupanti perché suggeriscono che, una volta che si verificheranno grandi cambiamenti, sarà molto difficile fermarli.

“Una volta che la calotta glaciale inizia a ritirarsi, può continuare per decenni, anche se ciò che è iniziato non peggiora”, ha detto alla CNN.

Anche se simili diminuzioni si sono verificate in passato, la calotta glaciale si è ripresa ed è cresciuta nuovamente, ha detto Smith. Ma questi ghiacciai “non mostrano segni di ripresa, il che probabilmente riflette il crescente impatto del cambiamento climatico causato dall’uomo”.

Jeremy Harbeck/OIB/NASA

Ghiacciaio Thwaites in Antartide.

Lo studio conferma e aggiunge dettagli alla nostra comprensione di come ebbe inizio la ritirata dei Thwaites, ha affermato Ted Scambos, un glaciologo dell'Università del Colorado Boulder che non è stato coinvolto nella ricerca.

Un sistema che era già sull’orlo dell’instabilità “ha subito un duro colpo da un evento prevalentemente naturale”, ha detto Scambos, riferendosi a El Niño. “Ulteriori eventi causati dalla tendenza al riscaldamento climatico hanno portato le cose ancora oltre e hanno iniziato… Declino diffuso “Ne siamo testimoni oggi”, ha detto alla CNN.

La ricerca mostra che se un ghiacciaio è in uno stato delicato, “un singolo evento può spingerlo indietro in modo tale che sia difficile riprendersi”, ha affermato Martin Troffer, professore di fisica presso l’Università dell’Alaska Fairbanks.

READ  Una foto senza precedenti cattura un'esplosione solare stranamente grande

“Gli esseri umani stanno cambiando il clima e questo studio mostra che piccoli e persistenti cambiamenti climatici possono portare a cambiamenti graduali nelle condizioni dei ghiacciai”, ha affermato Troffer, che non è stato coinvolto nella ricerca.

L’Antartide è talvolta chiamata il “gigante dormiente” perché gli scienziati stanno ancora cercando di capire quanto sia vulnerabile questo continente ghiacciato isolato nei confronti degli esseri umani che riscaldano l’atmosfera e gli oceani.

Wilner è una geologa che si concentra sul passato, non sul futuro, ma afferma che questo studio fornisce un contesto importante e preoccupante per ciò che potrebbe accadere al ghiaccio in questa parte vitale dell’Antartide.

Sembra che anche se lo stimolo di rapida dissoluzione termina, ciò non significa che la risposta si interrompa. “Quindi, se il ghiaccio si sta effettivamente ritirando oggi, solo perché potremmo fermare il riscaldamento, potrebbe non fermare la sua ritirata”, ha detto.