Giugno 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il comune si rifiuta di approvare il nuovo bar di Morgan Wallen a Nashville, citando comportamenti passati

Il comune si rifiuta di approvare il nuovo bar di Morgan Wallen a Nashville, citando comportamenti passati

Il consiglio comunale di Nashville, nel Tennessee, ha respinto il tentativo di installare un’insegna nel nuovo bar di Morgan Wallen, con i membri del consiglio che hanno citato le sue passate controversie, incluso il suo uso di insulti razzisti e il fatto di aver quasi colpito gli agenti di polizia con una sedia lanciata da un tetto di Nashville. . Come motivo per respingere questa procedura.

Una risoluzione presentata martedì in una riunione del Consiglio comunale di Nashville avrebbe consentito a 4th Avenue Property LLC, il gruppo proprietario del bar, di appendere una grande insegna illuminata in un locale del centro di Nashville, chiamato Morgan Wallen’s This Bar and Tennessee Kitchen.

La risoluzione è fallita, con tre membri del consiglio che hanno votato sì, 30 no e quattro astenuti, privando Wallen e le imprese dietro il suo bar dell’opportunità di appendere un’insegna al neon sopra il locale di Broadway, che dovrebbe aprire il fine settimana del Memorial Day.

Mercoledì i rappresentanti di Wallen hanno rifiutato una richiesta di commento. Un avvocato che è apparso nelle ricerche di affari come agente registrato per la proprietà della 4th Avenue non ha risposto immediatamente a una telefonata e a un’e-mail in cerca di commenti mercoledì sera.

Il consigliere Jacob Kubin, che ha presentato la risoluzione, si è preso un momento per dire di essersi imbattuto nella sua scrivania nello stesso periodo in cui Wallen è stato accusato di aver lanciato una sedia da un tetto a Nashville il mese scorso, quasi colpendo i primi soccorritori per strada.

Dopo l’incidente del lancio della sedia Whalen ha scritto su X Che “non era orgoglioso del mio comportamento” e che aveva “il massimo rispetto per gli agenti che lavorano ogni giorno per tenerci tutti al sicuro”.

READ  Andy Cohen rivela di essere stato truffato per un'enorme somma di denaro e ora sta "cercando di riavere i miei soldi"

Cobain disse di essersi reso conto che la città “avrebbe messo un cartello con il nome di qualcuno che non era ben rappresentato in centro”.

Cobain ha riconosciuto gli sforzi di Wallen nel scusarsi, dicendo che ha sostenuto la proposta a causa di questi sforzi e perché è stato facile lavorare con il gruppo di ristoranti che sostiene il bar – TC Restaurant Group – e “ha lavorato sugli sforzi per rendere il centro un posto più sicuro”. “.

Riferendosi a Wallen, Cobain disse: “Il fatto che il nome di qualcuno appaia su un bar non significa che perdoniamo ogni comportamento”. Ha aggiunto: “L’operatore stesso, non credo, dovrebbe essere punito per quello che è successo”.

Mercoledì sera TC Restaurant Group non ha risposto immediatamente a una chiamata e a un’e-mail in cerca di commenti.

Alla fine Cobain chiese ai suoi colleghi di sostenere la misura, ma disse che voleva solo prendersi un momento per parlare delle circostanze prima di andare avanti.

Più tardi, pressato da un collega, Cobain disse nuovamente che voleva dare agli operatori terzi una buona possibilità di aprire e gestire il progetto, “ma sentivo anche che non potevo lasciare andare questa persona in silenzio” a causa di “quello che ha detto e fatto.”

La conversazione sulla risoluzione, che ha raggiunto la parola con il sostegno della commissione, è poi diventata negativa, con altri membri del consiglio che hanno affermato di non poter sostenere un enorme striscione con il nome di Wallen dopo le sue azioni passate.

Dopo aver confermato con Cobain che Wallen ha usato insulti razzisti nel 2021, la consigliera generale Delicia Porterfield ha dichiarato: “Voterò no contro questo”, citando la legislazione approvata in precedenza nella sessione che “dice che volevamo assicurarci che Nashville fosse un luogo Sostenibile da tutti”.

READ  Justin Bieber non riusciva a smettere di afferrarsi l'inguine dopo aver lasciato un ristorante

“Quindi non voglio vedere un cartellone pubblicitario con il nome del ragazzo che lancia le sedie dai balconi e che pronuncia insulti razzisti e usa la parola N”, ha detto Porterfield.

Due anni dopo l’incidente dell’insulto razzista, Wallen ha detto a Billboard Non c’è “nessuna scusa” per l’uso di quella parola. All’epoca, dopo aver parlato con un certo numero di leader neri, aveva detto che il suo processo di “imparare e cercare di essere migliore” era in corso.

Anche la consigliera Brenda Judd ha detto che voterà no, citando le stesse ragioni di Porterfield, sottolineando che Wallen “continua ad avere una seconda possibilità”.

La consigliera Joy Smith-Kimbrough ha fatto eco ai sentimenti dei suoi colleghi, aggiungendo che non poteva sostenere la risoluzione per rispetto verso gli ufficiali che sono stati quasi colpiti dalla sedia di Whalen.

Il consigliere Jordan Huffman è arrivato al punto di dire che Wallen dà a tutti i residenti del Tennessee orientale una “brutta fama”.

“I suoi commenti sono ripugnanti. Le sue azioni sono dannose. “Tu non appartieni a questa città, per me”, ha detto Hoffman, incoraggiando i suoi colleghi a votare contro la risoluzione.