Aprile 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il commissario della MLS fa commenti duri sugli arbitri e sulla US Open Cup prima della stagione

Il commissario della MLS fa commenti duri sugli arbitri e sulla US Open Cup prima della stagione

Poche ore prima dell'inizio della 29esima stagione della Major League Soccer a Fort Lauderdale, il commissario della MLS Don Garber ha criticato la Professional Soccer Referees Association per il suo approccio alla contrattazione collettiva. Ha anche fornito il punto di vista della lega sul suo ruolo nella US Open Cup, affermando che la MLS ha “supportato e sostenuto quel torneo per molto tempo”.

La Professional Referees Organization (PRO), il gruppo che gestisce gli arbitri nelle leghe professionistiche americane e canadesi, ha chiuso gli arbitri, con il risultato che la MLS utilizza arbitri sostitutivi nel periodo provvisorio dopo che i membri del sindacato degli arbitri hanno votato a stragrande maggioranza per respingere il piano iniziale guidarla con la PRO, per un accordo sulla Nuova Contrattazione Collettiva (CBA) con un voto negativo del 95,8%.

Vai più in profondità

Spiegazione: perché la nuova stagione della MLS inizierà con arbitri di riserva?

Garber ha affermato di non ricordare che il sindacato abbia rifiutato l'accordo negoziato dalla sua leadership eletta e si è chiesto se i negoziati e le votazioni che hanno portato al blocco nei giorni precedenti l'inizio della stagione fossero “deliberati”.

“Loro (PRO) hanno raggiunto un accordo con la PSRA prima dell'inizio della stagione, e la loro adesione non ha sostenuto tale accordo”, ha detto Garber. “Non riesco a ricordare, in quasi 40 anni di sport, che ci sia stata un'unità di contrattazione che raggiunge un accordo e poi i suoi membri non lo sostengono. Molto deludente. Il processo, secondo me, o è stato intenzionale o c'è stata una disconnessione tra i “Speriamo che riescano a raggiungere un accordo. Siamo pronti. Non è questo il modo in cui la MLS sperava di iniziare la stagione, ma non si può davvero negoziare con un'entità che, a mio avviso, opinione, non ha veramente negoziato con i professionisti in modo equo.

READ  Andrew Berry: Penso che tutti possiamo capire come si sente Baker Mayfield

Membri del sindacato e altri tifosi hanno protestato davanti agli uffici della MLS e della PRO a New York e mercoledì hanno protestato anche nell'area di Dallas in vista della partita di apertura tra Inter Miami e Real Salt Lake in Florida.

Garber ha detto di non essere in grado di prevedere quando la chiusura potrebbe finire perché “non sappiamo nemmeno cosa stanno cercando, perché siamo d'accordo con la loro rappresentanza eletta”.

“Speravo che venissero a dirci cosa stavano cercando i funzionari e che i loro rappresentanti eletti non potevano dargli invece di passare il tempo a protestare fuori dai nostri uffici e a fare qualunque altra cosa fosse necessaria”. “Per motivare tutti”, ha detto Garber. “Ho affrontato innumerevoli trattative sindacali da quando sono commissario. Abbiamo esteso più volte la finestra di contrattazione, come richiesto dalla PSRA, e abbiamo proposto una clausola di non blocco e di non sciopero, ma l'hanno respinta. Quindi (sono) seduto qui oggi, non del tutto sicuro di cosa muovere dopo.

“Sono sicuro che ad un certo punto faranno sapere alla PRO quali sono le loro aspettative e dovremo gestire questo processo.”

Quando gli è stato nuovamente chiesto cosa pensava che le due parti avrebbero potuto unire, Garber ha detto che dal suo punto di vista era difficile dare una risposta.

“È molto difficile prevedere la soluzione se non sai nemmeno su cosa stai negoziando”, ha detto Garber. “Ed è per questo che penso che sia stato intenzionale. Non so come si arriva a un punto in cui c'è un blocco e non so su cosa non si è d'accordo. È frustrante, immagino che sia frustrante per per i tifosi, è decisamente frustrante per noi, ma vedremo come andrà.” “Cose.”

READ  Mookie Betts penetra negli NL West Dodgers e strappa la vittoria con un'incredibile cattura e celebrazione

Garber ha anche risposto a domande sulla futura partecipazione della lega alla US Open Cup.

La MLS ha annunciato a dicembre la sua intenzione di utilizzare le squadre MLS Next Pro nella Open Cup, ma tale richiesta è stata respinta da US Soccer. Ma nelle ultime settimane, i rapporti hanno suggerito che la MLS sta ancora cercando modi per ridurre il suo coinvolgimento nella Open Cup.

Si prevede che solo otto squadre della MLS parteciperanno all’Open Cup del 2024, hanno riferito fonti a The Athletic mercoledì.

La US Open Cup, fondata nel 1913, è amministrata e governata dalla US Soccer Federation. Comprende squadre di ogni livello di calcio negli Stati Uniti, dal livello amatoriale alle divisioni inferiori del calcio americano fino alla Major League Soccer.

Garber ha iniziato la sua risposta sul torneo rifiutando l'idea che la MLS non supporti le divisioni inferiori, in particolare l'USL.

“Abbiamo fatto uno sforzo enorme per sostenere la piramide”, ha detto Garber. “Se non fosse stato per la seconda squadra della MLS che partecipava all'USL al momento del suo rilancio, non sono sicuro che l'USL sarebbe dove è oggi. Saremmo stati più che felici di rimanere nell'USL se non fossimo stati chiesto di andarsene. Quindi voglio tenere a mente il nostro impegno nei confronti dei livelli professionistici più bassi del calcio in America. “Il nostro investimento è in MLS Next Pro, che è quasi senza precedenti nel calcio professionistico, dove una lega può lanciare 30-35 squadre in via di sviluppo giocatori che alla fine saranno coinvolti nella squadra nazionale degli Stati Uniti e contribuiranno a formare le nostre migliori squadre nel tempo. Si tratta di un investimento enorme nella piramide. Ma la domanda è: “Se l'investimento dovesse essere con un'altra lega, potremmo non avere il miglior rapporto con la fine?” Non attraverso le nostre azioni, comunque.

READ  Risultati della 500 Miglia di Indianapolis 2022: Marcus Ericsson lotta in ritardo per vincere la 500 Indy con estrema cautela

Garber ha affermato che la lega sta affrontando la congestione del programma, non solo dalla Coppa di Lega, un torneo creato con la Liga MX, ma anche dalla CONCACAF Champions Cup e dai prossimi tornei estivi nei prossimi tre anni: la Copa America e la Coppa del Mondo per club. . E i Mondiali del 2026.

Garber ha affermato che la Major League Soccer è “impegnata a partecipare e a quale livello deve ancora essere determinato”.

“Continueremo a fare tutto il possibile per sostenere la US Open Cup, ma non lo faremo in un modo in cui l'intero onere di rendere questo torneo un successo ricada sulla MLS”, ha detto Garber. “Ha bisogno del sostegno della nostra federazione, che si è impegnata a mostrare maggiore sostegno per questo. Dovrebbe avere più senso per i nostri giocatori e i nostri club. In questa fase stiamo sostenendo quel torneo”.

(Foto: Omar Vega/USSF/Getty Images per USSF)