Luglio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il breve inizio di Andrew Heaney non è stato un problema per i Rangers

Il breve inizio di Andrew Heaney non è stato un problema per i Rangers

SAN FRANCISCO – Il manager dei Rangers Bruce Bochy è sempre stato noto per aver gestito lo staff del pitching molto prima che arrivasse in Texas.

E mentre il suo arbitraggio durante la partita di sabato sera contro i Giants non era proprio come previsto, ha funzionato altrettanto bene.

Bushey ha detto che il titolare del Texas Andrew Heene ha preso un raffreddore all’inizio di questa settimana a Oakland e non è stato in grado di completare il suo incarico. Bochy e l’allenatore di potting Mike Maddow sapevano che la resistenza di Heaney che ha dato il via a quell’errore potrebbe non averlo spinto così in profondità nel gioco.

Invece, i Rangers e l’attacco li hanno portati a una vittoria per 9-3 sui Giants all’Oracle Park, assicurandosi una vittoria in serie e un viaggio nella Bay Area.

Bochy si è subito reso conto che Heaney non ce l’aveva e gli ha dato il gancio veloce dopo 1 inning e 1/3. Il mancino ha affrontato nove battitori, ha rinunciato a tre colpi e ha camminato due punti, terminando alla fine la sua serie senza reti in un inning di 15 2/3 da record consentendo un punto nel primo inning.

Poi l’ha passato al destro Grant Anderson e al tavolo da gioco per il resto della serata.

Anderson è entrato in Heaney con le basi caricate e una eliminata nel secondo inning e ha rapidamente indotto un doppio gioco 3-6-1 per sfuggire al jam. Il debuttante ha lanciato 2 inning e 2/3 e ha concesso solo una corsa, una corsa di Michael Conforto, per tenere a bada i Giants.

Anderson ha detto che lui e tutti i destrimani nel bullpen sanno che se Heaney viene ritirato in anticipo, saranno i primi ad arrivare. Ha ricevuto la chiamata e ne ha approfittato appieno.

Bochy ha sottolineato che mentre questo era solo il secondo inning, all’epoca era una partita in parità, quindi il doppio di Anderson avrebbe potuto effettivamente salvare il Texas dal lasciare che il gioco andasse fuori controllo.

“Questo ragazzo, non ha paura”, ha detto Bushey dell’escalation di Anderson. “Vuole essere lì. Ha un modo fantastico di lui. Lo ha dimostrato la prima volta che l’ho portato a Detroit”. [in his MLB debut]. Ha mostrato che sai, durante i tempi in cui era qui. Ha appena ottenuto un aspetto leggermente diverso con l’arma da fianco, e il modo in cui si sono accumulati, è stata una buona partita per lui stasera”.

Anderson e un trio di mitigatori dietro di lui in Chris Stratton, Josh Spurrs e Brock Burke si sono uniti per 7 inning e 2/3, consentendo solo due run tra di loro. Per un gruppo che aveva faticato per gran parte della stagione, è stata una buona notte per una giornata non programmata.

“Semplicemente non ho messo su un bello spettacolo, capisci cosa intendo?” Heaney ha detto. “Sapevo di avere un guinzaglio corto e questo ci ha messo presto in una situazione perché Bosh doveva andare al centro commerciale. Non sono contento di come è iniziato, ma ovviamente Grant, Stratt, Spurs e Burke hanno fatto un ottimo lavoro di presentarmi, portare a termine il lavoro e finire di nuovo il gioco. Non sono contento di come è iniziato il gioco, ma ovviamente sono davvero felice che questi ragazzi abbiano scelto me e che i battitori abbiano fatto quello che hanno fatto e abbiamo ottenuto la vittoria .”

READ  La spesa di Steve Cohen per i Mets e le ricadute per il resto del campionato

Mentre i Bulls hanno rubato la scena, l’attacco dei Rangers è esploso a nove punti in 16 strikeout contro il lancio dei Giants. Il Texas ha avuto serate multi-hit da parte di sei battitori, tra cui l’operaio Ezequiel Duran, che ha eseguito un fuoricampo poco prima del percorso.

Tutto ha spinto il Texas alla sua 70esima vittoria della stagione, rendendolo il più veloce in qualsiasi stagione nella storia della franchigia a raggiungere quel traguardo.

“Era una squadra vincente dappertutto”, ha detto Anderson. “Sono venuto per Andrew e l’ho preso. Stratocaster è venuto per me e mi ha preso, e il tipo criminale lo farebbe tutta la notte, cosa che hanno fatto tutto l’anno. Questo è ciò che rende una buona squadra una buona squadra, quando tutti giocano la loro parte e tutti entrano in gioco e ottengono la vittoria”.