Febbraio 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I prezzi al consumo in Cina scendono al ritmo più veloce degli ultimi 3 anni, la deflazione delle fabbriche peggiora

I prezzi al consumo in Cina scendono al ritmo più veloce degli ultimi 3 anni, la deflazione delle fabbriche peggiora

  • IPC di novembre -0,5% a/a rispetto al -0,2% di ottobre
  • IPC di novembre: -0,5% m/m rispetto al -0,1% di ottobre
  • Indice dei prezzi alla produzione per novembre -3,0% a/a rispetto al -2,6% di ottobre

PECHINO (Reuters) – A novembre i prezzi al consumo in Cina sono scesi al ritmo più veloce degli ultimi tre anni, mentre la contrazione delle fabbriche si è aggravata, indicando crescenti pressioni deflazionistiche mentre la debole domanda interna mette in dubbio la ripresa economica.

I dati dell’Ufficio nazionale di statistica di sabato hanno mostrato che l’indice dei prezzi al consumo è diminuito dello 0,5% rispetto all’anno precedente e rispetto a ottobre.

Si tratta di un valore superiore alla previsione media di un sondaggio Reuters, che indicava un calo dello 0,1% su base annua e mensile. Il calo su base annua dell’indice dei prezzi al consumo è stato il maggiore da novembre 2020.

Queste cifre si aggiungono ai recenti dati contrastanti sul commercio e alle indagini sul settore manifatturiero che hanno mantenuto vive le richieste di un maggiore sostegno politico a sostegno della crescita.

Xu Tianchen, capo economista dell’Economist Intelligence Unit, ha affermato che i dati sarebbero preoccupanti per i politici e ha sottolineato tre fattori principali alla base di ciò: il calo dei prezzi globali dell’energia, l’attenuazione del boom dei viaggi invernali e un eccesso cronico di offerta.

“La pressione al ribasso continuerà ad aumentare nel 2024 poiché gli sviluppatori e i governi locali continuano a ridurre il debito e si prevede che la crescita globale rallenterà”, ha affermato Xu.

READ  Secondo quanto riferito, la SEC non farà appello alla decisione della corte riguardante l'ETF Bitcoin in scala di grigi

L’inflazione core annuale, esclusi i prezzi di alimentari e carburante, è stata dello 0,6%, lo stesso livello di ottobre.

Bruce Pang, capo economista di Jones Lang LaSalle, ha affermato che la debole lettura dell’IPC core è un avvertimento sul continuo rallentamento della domanda, che dovrebbe essere una priorità politica per la Cina se vuole raggiungere una crescita più sostenibile ed equilibrata.

Sebbene negli ultimi mesi i prezzi al consumo nella seconda economia mondiale siano stati sull’orlo della deflazione, il governatore della banca centrale cinese Pan Zongsheng ha dichiarato la scorsa settimana che l’inflazione dovrebbe “essere in aumento”.

L’indice dei prezzi alla produzione è sceso del 3,0% su base annua rispetto al calo del 2,6% di ottobre, segnando il 14° mese consecutivo di calo e il più rapido da agosto. Gli economisti si aspettavano un calo del 2,8% a novembre.

L’economia cinese ha dovuto affrontare diversi ostacoli quest’anno, tra cui l’aumento del debito pubblico locale, un mercato immobiliare vacillante e una domanda debole in patria e all’estero. I consumatori cinesi, in particolare, hanno inasprito i loro vincoli finanziari, temendo le incertezze legate ad una sfuggente ripresa economica.

Martedì Moody’s ha emesso un avviso di downgrade del rating creditizio della Cina, affermando che i costi per il salvataggio dei governi locali e delle imprese statali e il controllo della crisi immobiliare peseranno sull’economia.

Il Ministero delle Finanze cinese ha descritto la decisione come deludente, affermando che l’economia si riprenderà e che i rischi sono sotto controllo.

Venerdì il Politburo, uno dei massimi organi decisionali del Partito Comunista al potere, è stato citato dai media statali affermando che le autorità stimoleranno la domanda interna e aumenteranno la ripresa economica nel 2024.

READ  La polizia cinese arresta alcuni dipendenti dell'Evergrande Wealth Management

I mercati attendono ulteriori stimoli da parte del governo alla Central Economic Work Conference, che terrà il suo ordine del giorno annuale alla fine di questo mese.

(Segnalazione di Elaine Chang, Ella Cao e Ryan Wu; Preparazione di Muhammad per il Bollettino arabo; Preparazione di Muhammad per il Bollettino arabo) Montaggio di William Mallard e Edmund Claman

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda