Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I campioni di asteroidi Bennu potrebbero cambiare “fondamentalmente” la visione della vita

I campioni di asteroidi Bennu potrebbero cambiare “fondamentalmente” la visione della vita

Ci siamo passati tutti: stai cercando del burro di arachidi o non vedi l’ora di mangiare un bel sottaceto, quando scopri che la forza del tuo polso non è sufficiente per raggiungere il contenuto del delizioso barattolo. Questo è più o meno Lo sconcertante problema della NASA con i campioni di asteroidi OSIRIS-REx– Anche se il contenuto di questa scatola non è destinato al cibo, ovviamente.

corretto. La NASA è stata in grado di lanciare una missione da 1,16 miliardi di dollari su un asteroide a 200 milioni di miglia dalla Terra, recuperare pezzi frammentati di roccia spaziale e riportarli nel nostro modesto mondo abitabile. Ora non può aprire il barattolo. Nello specifico, due degli stabilizzatori del TAGSAM (meccanismo di acquisizione del campione touch) rifiutano di cedere agli strumenti attualmente disponibili. Gli scienziati sperano che i campioni dell’asteroide Bennu forniscano la prova della sua esistenza La formazione del sistema solare e le origini della vitaQuindi sono desiderosi di spostare le cose in modo comprensibile.

Fortunatamente, l’esterno della scatola dei campioni era coperto Abbondanza di materiale asteroidaleCiò significa che una parte della scienza è già iniziata. In una conferenza stampa il mese scorso, l’analista del campione OSIRIS-REx Daniel Glavin Descrizione della punta dell’asteroide Come “il sogno di un astrobiologo”. Hanno già identificato le molecole di carbonio e acqua.

Gizmodo ha contattato diversi astrobiologi per discutere esattamente cosa sperano di imparare da un’analisi completa dei materiali degli antichi asteroidi. Ecco cosa avevano da dire.

READ  Come vedere l'aurora boreale nel Connecticut questo fine settimana - NBC Connecticut

Bennu dirigerà il materiale a gennaio 2019.

“I campioni di OSIRIS-REx possono aiutarci a scoprire se questo potrebbe essere ottenuto anche dagli asteroidi, oltre alla presunta consegna di acqua alla Terra primordiale da parte delle comete”, ha detto Jean-Pierre de Vera, un astrobiologo del Centro aerospaziale tedesco. e presidente della European Astrobiology Network Association (EANA), in un’e-mail a Gizmodo. “Resta ancora aperta la questione su quanto materiale organico presente in queste rocce avrebbe potuto essere trasportato sulla Terra e potrebbe essere servito come primo elemento costitutivo della vita”.

Ogni volta che vengono trovati meteoriti sulla TerraForniscono agli scienziati l’opportunità di indagare sulle origini del sistema solare. Molti di questi pezzi di roccia sono condriti carboniose, una classe di antichi meteoriti contenenti carbonio che contengono gli elementi costitutivi della vita e mostrano segni di alterazione idrotermale, cioè cambiamenti nella loro struttura dovuti all’acqua liquida. In quanto tali, forniscono una finestra intima su come il nostro sistema solare si è formato e ha dato origine a un mondo come la Terra, ricco di placche tettoniche, coperto di oceani e brulicante di organismi viventi.

Ma Meteoriti che atterrano sulla Terra Si contamina immediatamente con il terreno. Grazie agli sforzi scrupolosi del team OSIRIS-REx, gli scienziati hanno finalmente accesso a campioni di asteroidi incontaminati dalla grande quantità di materia organica e dai cambiamenti che si verificano quando l’atmosfera del nostro pianeta brucia e colpisce la superficie, sia sulla terra che sul mare.

“Per la prima volta, saremo in grado di misurare l’abbondanza di tutti i 20 aminoacidi che compongono una proteina proveniente da un campione di asteroide non toccato dalla vita sulla Terra”, ha detto in una e-mail Sawsan Wehbe, un astrobiologo dell’Università dell’Arizona. a Gizmodo. “Il mio obiettivo è confrontare gli amminoacidi che troviamo su Bennu con i primi anni di vita sulla Terra. Spero di rispondere a questa domanda: i primi anni di vita utilizzavano elementi costitutivi provenienti dallo spazio?”

Caso campione (a sinistra) con immagine nel riquadro (a destra) che mostra polvere di asteroidi.

Sia che i campioni indichino che i componenti dei processi vitali provenissero dallo spazio o forse provenissero dalla Terra stessa, Wehbe ha detto: “Penso che ciò che troveremo cambierà radicalmente la nostra visione di come pensiamo alla vita in un contesto cosmico”.

Bennu prende il nome da un antico dio egiziano associato alla rinascita ed è il simbolo vivente del dio Osiride, riportato in vita nel mito egiziano. È un asteroide primitivo, Risalgono ai primi 10 milioni di anni circa Per l’esistenza del sistema solare. Pertanto, gli scienziati ritengono che l’asteroide potrebbe nascondere segreti su come sarebbero potute essere le prime fasi della formazione del sistema solare, così come su quali componenti organici primitivi – per prendere in prestito un vecchio cliché, “gli elementi costitutivi della vita” – potrebbero aver avuto origine. esisteva sulla superficie terrestre. Corpo roccioso.

Ma non è così semplice. Bennu ha subito alcuni cambiamenti all’inizio della sua esistenza, il che significa che gli scienziati saranno in grado di vedere molto più che semplici “mattoni”: saranno in grado di vedere il piano di gioco che l’evoluzione di Bennu stava seguendo.

“Questa è una specie di istantanea fossile di alcuni dei materiali più primitivi del sistema solare”, ha detto Michael Wong, un astrobiologo del Carnegie Science Center, in una telefonata con Gizmodo. “Ma passò un po’ di tempo tra la sua formazione e il suo congelamento e la cessazione dello sviluppo come corpo planetario”.

“Cercare di capire quanta complessità chimica si è verificata in quella breve istantanea di tempo tra il momento in cui si è formato Bennu e il momento in cui Bennu si è congelato e ha smesso di evolversi è davvero interessante per me perché mostra il potere di un po’ di roccia, un po’ di ghiaccio, e un po’ di materiale”, ha aggiunto Wong.

Qualunque sia la miscela chimica, Benno può guidarci verso gli ingredienti. Ma le istruzioni per cucinare sono importanti tanto quanto gli ingredienti, e il breve periodo di evoluzione dell’asteroide può aiutarci anche in questo.

“Il processo dell’origine della vita è ancora un mistero per noi, e non credo che la risposta risieda nell’identità precisa delle molecole”, ha detto Wong. Ecco perché il termine “mattoni” mi dà un po’ fastidio. Riguarda più i processi che quelle molecole sono entusiaste di fare insieme. Forse i processi vitali possono sorgere in insiemi di elementi costitutivi molto diversi.

Oggi sono campioni dell’asteroide Bennu Disponibile per la visione pubblica Al Museo Nazionale di Storia Naturale dello Smithsonian Institution a Washington, DC. Quindi, anche se ci vuole del tempo per pubblicare un’analisi delle rocce, puoi pensare alle origini della vita sulla Terra non appena vuoi.

Di più: Pezzi dell’asteroide Bennu atterrano allo Smithsonian dopo un viaggio di 200 milioni di miglia