Giugno 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Hossein Amir Abdollahian: la risposta dell’Iran sarà “immediata e al massimo livello”. Il ministro degli Esteri avverte Israele

Hossein Amir Abdollahian: la risposta dell’Iran sarà “immediata e al massimo livello”. Il ministro degli Esteri avverte Israele



CNN

La risposta dell'Iran quindi Israele Il ministro degli Esteri Hossein Amir Abdollahian ha dichiarato giovedì alla CNN che qualsiasi ulteriore azione militare contro il paese sarebbe stata “immediata e al massimo livello”. Con crescenti timori di un'escalation del conflitto in Medio Oriente.

“Nel caso in cui il regime israeliano si avventuri nuovamente e agisca contro gli interessi dell'Iran, la prossima risposta da parte nostra sarà immediata e al massimo livello”, ha detto Amir Abdollahian a Erin Burnett della CNN in un'intervista esclusiva a New York.

I suoi commenti seguono un attacco iraniano senza precedenti contro Israele la scorsa settimana che Teheran ha affermato essere stato in risposta a un attacco aereo israeliano mortale sul consolato iraniano in Siria, mettendo in difficoltà la regione mentre Israele prometteva di reagire in cambio.

Amir Abdollahian ha fatto questi commenti poche ore prima che un funzionario americano dicesse alla CNN che Israele aveva effettuato un attacco Attacco militare in Iran.

I media ufficiali iraniani hanno riferito che venerdì mattina sono state udite esplosioni vicino a una grande base aerea militare vicino alla città iraniana di Isfahan, e un funzionario governativo ha affermato che le difese aeree iraniane hanno risposto. Intercettati tre droni.

Sabato scorso, l’Iran ha lanciato centinaia di droni e missili contro Israele come rappresaglia per l’attacco del 1 aprile al suo consolato a Damasco che ha ucciso almeno sette funzionari, tra cui un alto comandante iraniano.

L’attacco iraniano del 13 aprile sembrava inteso a massimizzare lo spettacolo minimizzando al tempo stesso le vittime umane, e Israele e i suoi alleati hanno abbattuto la maggior parte dei proiettili.

READ  Non sono stranieri. Questo è il verdetto delle autorità peruviane che hanno sequestrato due figure simili a bambole

Il botta e risposta ha portato allo scoperto la decennale guerra ombra tra Israele e Iran e ha seminato paura in Medio Oriente.

Gli alleati di Israele, compresi gli Stati Uniti, hanno invitato Israele a mostrare moderazione nel tentativo di evitare che gli attacchi si trasformino in una guerra regionale, poiché la guerra in corso da parte di Israele contro il movimento palestinese di Hamas a Gaza ha accresciuto le tensioni tra Israele e i suoi vicini.

Non è chiaro se Israele ascolterà gli appelli dei suoi alleati.

Mercoledì il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che Israele lo farà Prendere le “proprie decisioni” Quando si risponde agli attacchi aerei iraniani.

Parlando dalla Missione Permanente iraniana presso le Nazioni Unite, Amir Abdollahian ha affermato che l’Iran spera sinceramente che Israele non ripeta il “grave errore precedente”, riferendosi all’apparente attacco israeliano a Damasco.

Amir Abdullahian ha dichiarato: “Se il regime israeliano commettesse nuovamente un grave errore, la nostra risposta sarà decisiva, decisiva e deplorevole”, sottolineando che questo avvertimento è stato trasmesso al Segretario generale. casa Bianca Attraverso l'ambasciata svizzera a Teheran.

Ha detto: “Non cerchiamo di creare tensioni e crisi o di aumentare tali situazioni in Medio Oriente, e speriamo sinceramente che il regime israeliano non ripeta il grave errore precedente”.

Ha aggiunto che le forze armate iraniane hanno pianificato i dettagli di una possibile “massima risposta”.

Amir Abdullahian ha anche detto che spera che gli Stati Uniti possano fermare potenziali azioni israeliane e che la Casa Bianca “non darà un rinnovato imprimatur alla ricerca di avventure” da parte di Israele.

“Crediamo che l'America conterà in base ai messaggi che ci siamo scambiati negli ultimi sei mesi”, ha detto in risposta a una domanda sulla possibilità che le risorse americane vengano prese di mira se gli Stati Uniti aiutassero a difendersi dai missili in arrivo contro l'Iran.

READ  Inondazioni in Libia: le Nazioni Unite affermano che la maggior parte delle vittime avrebbe potuto essere evitata, con altre migliaia di morti temute

Ha aggiunto: “Nell’operazione precedente, abbiamo annunciato agli americani che non avremmo preso di mira le basi e le installazioni americane nella regione a meno che non ci fossimo trovati in una situazione in cui gli Stati Uniti d’America si posizionano a fianco del governo israeliano per motivi di espansione. ” “Intenzioni bellicose”, ha detto.

Amir Abdollahian ha anche affermato che l’intento dell’attacco iraniano contro Israele lo scorso fine settimana era di “avvertire”, “adottare misure simili” e “dichiarare che abbiamo i mezzi per rispondere”.

Ha affermato che più di 300 missili e droni lanciati dall’Iran sabato “rimangono entro limiti minimi” e che l’azione costituisce una “difesa legittima” in risposta al sospetto attacco israeliano.

Ha aggiunto: “Le nostre operazioni di risposta sono state effettuate almeno perché non stavamo cercando di colpire più obiettivi”.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori sviluppi.