Giugno 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Guerra in Ucraina: Sergei Surovikin “visto nella prima foto” dopo la ribellione di Wagner

Guerra in Ucraina: Sergei Surovikin “visto nella prima foto” dopo la ribellione di Wagner

didascalia della foto,

Una foto che pretende di mostrare Sergey Surovikin è stata pubblicata sui social media

La foto pubblicata online sembra mostrare un generale russo che non è stato visto in pubblico dall’ammutinamento del gruppo mercenario Wagner a giugno.

Si dice che Sergei Surovikin fosse vicino al capo della Wagner Yevgeny Prigozhin, morto in un incidente aereo il mese scorso.

Ci sono state segnalazioni secondo cui il generale Surovikin era indagato per un possibile coinvolgimento nell’ammutinamento.

Ma una foto che mostra l’ex comandante russo in Ucraina è stata ora pubblicata sui social media.

“Il generale Sergey Surovikin è all’estero. Vivo e vegeto a casa con la sua famiglia a Mosca. Foto scattata oggi”, ha scritto lunedì la nota emittente russa Ksenia Sobchak in un commento alla foto sull’app Telegram.

La BBC non ha ancora verificato l’autenticità dell’immagine, che mostra un uomo con gli occhiali da sole che cammina a braccetto con una donna dai capelli rossi che assomiglia alla moglie del generale, Anna.

Il giornalista russo Alexei Venediktov ha scritto separatamente su Telegram: “Il generale Surovikin è a casa con la sua famiglia. È in vacanza ed è a disposizione del Ministero della Difesa”.

I mercenari di Wagner tentarono una breve insurrezione il 23 e 24 giugno, minacciando un’avanzata su Mosca.

Prigozhin e altri nove furono uccisi nell’incidente vicino a Mosca il 23 agosto, alimentando febbrili speculazioni. Il capo Wagner fu descritto da molti come un “uomo morto che cammina” dopo la fallita ribellione.

didascalia video,

Guarda: Obbedisci a Putin e torna alla base – Il massimo leader russo

I media hanno riferito giorni dopo che era stato arrestato, ma non c’era alcuna conferma ufficiale di dove si trovasse.

Ha guadagnato notorietà per la sua brutalità durante le operazioni russe in Siria, dove divenne noto come “General Armageddon”.

didascalia della foto,

Il generale, mostrato qui con il presidente Vladimir Putin, è stato messo a capo delle forze russe in Ucraina lo scorso ottobre ma è stato licenziato tre mesi dopo.